Distanze tra vicini

messaggio inserito mercoledì 8 febbraio 2012 da vittorio

[post n° 282878]

Distanze tra vicini

Salve. Dovrei posizione una tettoia alta 2.30 m nel mio spazio adibito a rimessa auto. Suddetta struttura è un pensilina in mat. legno o metallo. Però confino con 3 persone di cui una vuole 3 metri, una mi farebbe costruire in aderenza al nostro confine e una terza persona vorrebbe 1 metro. Quest ultimo soggetto 2 anni fa ha costruito una struttura identica a quella che vorrei fare io ma in ADERENZA al confine!!!!!! Posso anche io farla in aderenza al nostro confine? Grazie
:
Le distanze legali sono 5 metri dal confine.
Questo per far si che se un primo confinante costruisce a 5 metri , il secondo a costruire è obbligato a distaccarsi anche lui di 5 metri, così da avere una distanza tra gli edifici uguale a 10 metri (distanza legale tra 2 edifici).Se invece il primo che costruisce vuole farlo in aderenza al suo confine (IN QUANTO LA LEGGE GLIELO CONSENTE), "OBBLIGA" il secondo confinante ad avere 2 opzioni:1)Costruire anche lui a confine e in aderenza al primo edificio 2) distanziarsi di 10 METRI dal primo edificio costruito in aderenza, in quanto tra i due edifici devono esserci o 10 metri di distanza o nessuna distanza. Spero di essere stato abbastanza chiaro..
:
Salve Paolo. io confino con 3 persone. Una persona vuole 3 metri dal suo confine anzichè 5. Un altra persona mi farebbe costruire in aderenza al suo confine, mentre una terza vorrebbe 1 metro dal suo confine, ma quest ultima ha già (circa 2 anni fa) costruito in aderenza al mio confine senza avermi chiesto alcun parere o alcun autorizzazione. Mi chiedo: ho il diritto di costruire anche io in aderenza con questo terzo confinante o no? da precisare che a me è una struttura aperta sui 3 lati (pensilina) alta 2.30 metri con il solo scopo di riparare le auto dalle intemperie. Grazie della risposta e disponibilità :)
:
io credo che tu possa costruire in aderenza perchè anche le tettoie fanno distanza dai confini.di questo sono sicura perchè è capitato di fare una sanatoria per una tettoia e ce l'hanno fatta demolire perchè non era a 5 m dal confine.
:
Tu puoi costruire in aderenza al terzo confinante, in quanto lui ha costruito pure in aderenza.Lui aveva tutto il diritto di costruire il suo manufatto in aderenza senza chiederti nessuna autorizzazione (naturalmente il parere lo avrebbe dovuto chiedere invece al Comune presentando il progetto).non ha importanza che la tua sia una tettoia aperta, E' SEMPRE UN MANUFATTO EDILIZIO, quindi è come se fosse un qualsiasi edificio.In conclusione PUOI COSTRUIRE IN ADERENZA AL TERZO CONFINANTE.ATTENZIONE però!: la distanza con il confinante che vuole 3 metri non lè legale, in quanto dal confine devi distaccarti o 5 METRI o COSTRUIRE IN ADERENZA.
:
Grazie Paolo.
- Con il confinante che vuole "solo" 3 metri, anzichè 5, sto facendo una scrittura privata da un avvocato in cui si dichiara che lui vuole che io lasci 3 metri anzichè 5 m.
- il confinante che ha costruito aderente a me non può farlo! deve comunque lasciarmi 5 metri quindi non può costruire in aderenza senza il mio permesso! cmq a me fa piacere che si sia messo in aderenza così io ho tutta la libertà di mettermi aderente altrimenti lo costringo ad indietreggiare di 5 metri!
:
Il tuo confinante PUO': 1)Costruire in aderenza senza chiederti nessun permesso!Glielo consente la legge; 2)Può scegliere pure di costruire a 5 metri dal tuo confine, è una sua scelta. La scelta che però ha fatto lui (cioè costruire in aderenza) VINCOLA il secondo a costruire (cioè tu) a mantenersi in aderenza o a distanziarsi a 10 metri dal suo manufatto e quindi dal confine.
:
a me è capitato che un confinante ha costruito con demolizione e ricostruzione sulla linea di confine con la terrazza e il resto della costruzione era arretrata di 3,50 m con la costruzione esistente anche se di un solo piano anzichè di due
è successo che i due litiganti si sono messi a tavolino tra avvocati ed è venuta fuori un contratto di rinuncia ai confini legali con tanto di indennità per il valore della striscia di terreno pari al 1,50 metri per il fronte della nuova costruzione ampliata e sopraelevata
io non ero d'accordo perchè mi pare che in questo modo si tenta di aggirare gli ostacoli all'italiana e si stilano accordi illegittimi...ma gli avvocati hanno sempre ragione, notai compresi...

per il caso sopra secondo me se il PRG lo consente si applica il principio di prevenzione a 5 metri dal confine o a 10 dalla costruzione come detto sopra ma sempre meglio con il consenso del vicino
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.