Pemesso di costruire bocciato, cliente non paga

messaggio inserito venerdì 2 marzo 2012 da nervoso

[post n° 284952]

Pemesso di costruire bocciato, cliente non paga

Volevo sottoporvi rapidamente il mio problema.
Il mio cliente si rifiuta di pagare il compenso in seguito alla bocciatura del permesso di costruire per una nuova costruzione.

La bocciatura è dovuta esclusivamente a una valutazione da parte del comune sulla totale inedificabilità dell'area. Questa valutazione, di cui era al corrente sia il mio studio SIA IL COMMITTENTE già prima della presentazione della domanda, era dovuta a nostro avviso a un'errata interpretazione delle norme (in un primo tempo anche l'ufficio tecnico ci aveva detto che era edificabile).

Il progetto era stato dunque presentato sapendo in partenza che si sarebbe proceduto a un ricorso al TAR (ripeto che lo sapeva anche il committente ed era d'accordo, sebbene non ci sia nulla di scritto).

Ora il committente ci scrive che non intende fare ricorso poichè, anche se avessimo ragione, ci sarebbero tempi lunghi che renderebbero il suo investimento non vantaggioso.

???

Io penso che la parcella debba essere pagata (abbiamo avuto solo un acconto del 20%), se non tutta, almeno una parte! Il danno in realtà è maggiore perchè alla mancata parcella per il progetto si sommano i mancati ricavi della direzione lavori e sicurezza.

Commenti? Suggerimenti?
:
Secondo me il tuo studio deve essere pagato fino alla consegna del Permesso di Costruire e in base al vostro prospetto di parcella, tra l'altro ci sono i documenti consegnati al comune che testimoniano che il lavoro c'è stato.
:
Grazie milly.
Preciso che l'acconto ottenuto finora è solo sulla parcella relativa al progetto.

Qualcuno sa di qualche sentenza che possa aiutarmi?
:
Anche secondo me, a meno che non è stato specificato diversamente, il progetto va pagato a prescindere dalla sua approvazione, soprattutto se non vi è dolo o errore del progettista.

Non parlerei però di danni per mancati ricavi da DL e sicurezza: anche in questo caso, se entrambi sapevate che poteva non essere approvato, entrambi eravate coscienti che potevano non esserci ulteriori fasi.
:
...per esperienza personale quando si fanno le parcelle si specifca le varie tranche di pagamento...acconto alla firma-rata alla presentazione-rata alla determina di approvazione-ecc...proprio per evitare questo...ad esempio adesso abbiamo fatto un progetto specificando che il saldo avveniva all'approvazione del progetto e non a ritiro, sapendo che la proprietà ha intenzione di aspettare a ritirare in attesa di vendere l'intera cubatura già con il progetto approvato...dipende da che parcella ti hanno firmato tutto qui...
:
@erre
a noi basta essere pagati per quello che abbiamo fatto: un progetto definitivo mirato al permesso di costruire.

@mrblue
infatti il problema è che il pagamento della quota di parcella relativa alla progettazione era previsto all'approvazione del progetto...
:
...se era prevista la quota all'approvazione del progetto non sono tenuti a pagarla quindi, visto che non lo potranno mai approvare da quello che ho capito...non credo risolviate nulla neanche passando dall'ordine...
:
si ma non sarà mai approvato perchè è il committente stesso che non ha più interesse a portare avanti la cosa!!
:
purtroppo capita anche questo nella professione, come non ricevere il saldo perchè il cliente non ha più intenzione di fare i lavori e fa scadere i tempi con fine saldo a fine lavori...
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.