Frazionamento di un immobile

messaggio inserito sabato 16 giugno 2012 da lo_llo

lo_llo : [post n° 293113]

Frazionamento di un immobile

Salve! Sono un neo arch. completamente a digiuno di.... tutto. Dovrei fare il frazionamento di un immobile di mia proprietà, naturalmente la famiglia mi ha affidato il compito " rogna" e non so come procedere.
L'immobile è composto da: un appartamento al primo piano dello stabile un garage (PT), e 2 locali deposito, uno posto a livello terra non comunicante con il garage e l'altro è al terzo piano un locale mansardato, risultano tutti quanti con lo stesso sub, ed io vorrei staccarli perchè vorrei vendere la mansarda. Pensando di poter risolvere la cosa sono andata al catasto a chiedere una consulenza e altri professionisti, in coda per altre faccende, mi hanno guardato con compassione e mi hanno detto che devo fare prima una scia (senza opere perchè i locali sono già divisi) al comune e poi fare il frazionamento al catasto tramite docfa. Ora so che per dividere i vari sub devo fare una scia, però dovrei anche fare l'abitabilità della mansarda, posso farlo insieme alla scia o lo devo fare dopo? sempre tramite scia? La mansarda è un locale deposito per il quale devo chiedere il cambio di destinazione d'uso, per poterla vendere ad un prezzo decente, considerando che il 60% ha una altezza inferiore a 2.1m, io devo chiedere l'abitabilità solo per quella parte o per tutta la superficie?
riepilogando devo fare 2 volte la scia (1frazionamento 2 cambio destinazione d'uso e poi la richiesta di abitabilità?)
Ringrazio chiunque abbia la pazienza di trovare il capo di questa matassa, ricordando che da qualche parte si deve iniziare e purtroppo queste cose all'uni non ce le fanno vedere neanche da lontano.
desnip :
Veramente non credo che si debba fare la scia per procedere ad un frazionamento catastale, gli immobili sono già divisi, no? Ma magari qualcuno mi dirà il contrario, non so...
Per quanto riguarda l'abitabilità della mansarda, invece, penso di poterti dare una risposta più precisa. A "naso" se il 60% ha un'altezza inferiore a 2,10 non credo si possa avere. Cmq non devi far altro che verificare sul regolamento edilizio del comune quali sono i requisiti per l'abitabilità. (Sinceramente se si poteva avere, secondo me, si sarebbe già chiesta una mansarda abitabile...). Oppure vedere se ci sono delle norme locali per il recupero abitativo dei sottotetti.
Detto questo si può presentare una dia anche per più richieste contemporaneamente ma, poichè ogni comune fa storia a sè, sempre meglio farsi una passeggiata all'ufficio tecnico per chiedere. Soprattutto quando si è alle prime armi è un'esperienza importante....:-)
lo_llo :
Grazie mille per la risposta. Mi armerò di coraggio e sorriso smagliante per affrontare la questione.
maxxx :
Probabilmente oggi la mansarda risulta urbanisticamente come residenziale, quale pertinenza dell'abitazione.
Per venderla (anche se al catasto risulta già così) dovresti fare una pratica per divisione immobiliare per "staccare" la mansarda, che non avendo i requisiti per essere abitabile puoi darle solo una destinazione a magazzino e quindi l'immobile cambia di destinazione. sai cosa vuol dire? pagare oneri...
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.