PARCELLA SCIA E RELAZIONE EX LEGGE 10/91

messaggio inserito domenica 28 ottobre 2012 da carolina

carolina : [post n° 302169]

PARCELLA SCIA E RELAZIONE EX LEGGE 10/91

ciao ragazzi,
devo fare il mio primo lavoretto e non ho alcuna idea sulla cifra potrei chiedere al committente per la parcella.
devo preparare la pratica per il rifacimento completo di un appartamento di circa 70mq. il tecnico mi ha detto che si tratta di ina SCIA. prevedo di rifare anche gli impianti e sostituire i serramenti.
quale potrebbe essere una parcella onesta ma giusta?
e poi...in piemonte sono necessari particolari requisiti per la dedigere la relazione ex legge 10/91?
grazie a chi saprà aiutarmi! :-)
Arch. Ir :
Ciao carolina, il progetto è già stato fatto?
carolina :
tempo fa ho fatto un progetto preliminare con tre proposte alternative e avevo ricevuto un compenso (stabilito dal committente) di 500 euro. poi ha scelto una soluzione e ora dovrei preparare la pratica e tutto il resto...
desnip :
Perchè hai fatto stabilire il compenso al committente?
carolina :
non era mia intenzione... assolutamente anzi!
il rilievo e il progetto preliminare gli avevo fatti due anni fa appena laureata e non ancora abilitata. poi non avendo passato l'esame si è rimandato tutto e il committente, che è il padre del ragazzo di mia sorella, mi ha dato 500 euro. io allora non potevo pretendere nulla non essendo abilitata...

adesso vorrei recuperare... se ci riesco :-)
secondo te quanto posso chiedere?
desnip :
E' molto difficile dare un consiglio, perchè gli onorari cambiano da regione a regione, e da città a provincia, e poi l'abolizione delle tariffe rende tutto ancora più confuso.
Ma direi non meno di 1.000 euro.
ponteggiroma :
ma dovresti fargli anche la direzione lavori?
maxxx :
Per rifacimento completo immagino che tu intenda anche la distribuzione interna, quindi devi fare anche la variazione al catasto.
500 sono un po' pochi...
Arch. Ir :

i contatti con le ditte li tieni tu? scelta materiali, arredamento?
butto li due cifre, che potresti poi confrontare con le tariffe minime anche se sono state abolite:
scia - 800/1000€
computo metrico - 400€
direzione lavori - vai a percentuale sull'importo lavori, se è troppo alto stai comunque almeno sui 1000/1500€
relazione termica - 800€
accatastamento fabbricati - 600€

Che ne pensate per un primo lavoretto?

carolina :
grazie a tutti ragazzi :-)

maxx 500 euro li ho già per il rilievo e le 3 proposte progettuali

sto valutando se fare anche la direzione lavori o meno. devo decidere io se me la sento, essendo il mio primo lavoro (ho lavorato naturalmente come collaboratore in studi di architettura ma ho avute pochissime esperienze di cantiere).
vostro consiglio??

quindi la parcella dovrebbe comprendere:
- pratica comunale
- computi e capitolati
- eventuale relazione ex legge 10/91 (se posso farla...devo verificare in Piemonte come funziona)
- direzione lavori (eventuale)
- accatastamento

sicuramente dovrò scegliere i materiali. per quanto riguarda gli arredi non lo so ancora, sicuramanete punteranno al massimo risparmio trattandosi di un appartamento da affittare, magari li scelgono loro quindi

carolina :
certo desnip, mi rendo conto che sia difficile, ma tu quanto chiederesti al mio posto per un lavoro del genere se fossi al tuo primo incarico? (il lavoro è in Piemonte in un piccolo comune)
maxxx :
Io fossi in te farei anche la dl, non avere paura, anzi inizia ad abituarti.
Questa può essere l'occasione buona per iniziare, tutto sommato non è un intervento particolarmente complicato.
desnip :
Quello che ti ho detto, ma solo per la scia...:-)
Per il resto quoto i colleghi, a parte il computo, che inserisco nell'ambito dell'attività di progettazione o direzione lavori e l'accatastamento, che mi sembra un po' alto.
Qui in Campania siamo sui 500 euro max per una sola scheda, in Piemeonte non so. Ma ti parlo di un max, io di solito faccio 350-400, compreso il compenso del collaboratore geometra e le spese.
maxxx :
Anche io più o meno per un docfa vado sui 500 scarsi, però prima valuta alcune cose: ad esempio se l'appartamento è vecchio e insieme c'è anche il garage, con la variazione devi dividerli, quindi diventano 2 subb nuovi e se hai anche l'elaborato planimetrico devi aggiornarlo.
Poi se sei sfortunata ti capita anche che non c'è in mappa e devi fare il tipo mappale: sono casi, ma capitano (a me ad esempio).
Inoltre, richiedi l'agibilità?
carolina :
si è vero maxxx, non dovrebbe essere un intervento particolarmente complicato. percui credo che seguirò il tuo consiglio e farò anche la DL. spero di cavarmela! al max potrei chiedere una mano a qualche collega con più esperienza, se avessi difficoltà.
Ok, grazie mille desnip! :-)

ho un'altra domanda per chi sarà ancora così gentile da darmi il suo parere...

il solaio del pavimento (in voltine in laterizio e putrelle in ferro) vibrà parecchio. ho chiesto un ad un'amica ingegnere strutturista di occuparsi lei del consolidamento.
in questo caso, secondo voi è meglio se chiedo io una "quota in più" al committente e la pago io, oppure se lei presenta la parcella al committente e quindi si fa pagare da lui?
kitto :
"... al max POTREI chiedere una mano a qualche collega con più esperienza, se avessi difficoltà".
Non POTREI ma DOVRO'. Non per scoraggiarti ma se conosci il 5% di tutto il procedimento è pure troppo. Non c'è nulla di male a chiedere a un collega. Io all'inizio ho fatto così e lo faccio tutt'ora. La progettazione si impara all'università, l'esecuzione si impara sul cantiere tra figurine e figuracce. In bocca al lupo!
Arch. Ir :
Anche io a breve farò le prime direzioni lavori :-)
Se c'è il tipo mappale colleghi, direi almeno altri 1000€ oltre ai 600 o 300/400€ come dite voi del docfa.

Comunque come dice maxxx, capita che escono rogne incredibile al catasto che richiedono la presentazione di più docfa...ecc...ecc...
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.