Aiuto: richiesta informazioni su sottotetto non praticabile

messaggio inserito lunedì 1 luglio 2013 da Francesca

Francesca : [post n° 320458]

Aiuto: richiesta informazioni su sottotetto non praticabile

Ciao,
stavo pensando di acquistare una villetta a Roma di nuova costruzione tramite agenzia immobiliare, con sottetto non praticabile però in cui sono presenti due camere e un bagno e in cui c'è il riscaldamento a pavimento e la predisposizione per aria condizionata e le prese lan e del telefono.
Vorrei capire cosa succede se la compro e qualcuno mi fa un esposto: devo eliminare l'abuso e quindi non usare più quel piano? Rischio il carcere per abuso edilizio? Inoltre, il costruttore richiede l'abitabilità ma se nel frattempo l'ho acquistata e poi non viene concessa visto quanto suddetto, che succede? Non c'è un modo per dire all'atto del rogito che io non voglio prendermi nessuna responsabilità penale per le scelte catastali effettuate dal costruttore?
Grazie mille.
Valy :
Buongiorno Francesca,
allora prima di tutto la tranquillizzo sul fatto che non rischia il carcere ma al massimo una multa però consiglio: è meglio che lascia perdere l'acquisto perché se il sottotetto di nuova costruzione non è praticabile sarà difficile che le lascino poi in seguito sanare l'abuso, le farebbero ripristinare il tutto allo stato precedente, togliere stanze, attacchi predisposizioni varie e tra l'altro a sue spese. Purtroppo sembra una consuetudine dei costruttori italiani vendere sottotetti non praticabili come abitabili: lei quando acquista paga a loro come se quei mq fossero calpestabili mentre loro costruttori non hanno pagato come se fossero calpestabili ma come di servizio, per capirci, tra l'altro se non c'è la cubatura non le daranno mai la possibilità di sanare avrà sempre una parte di casa "abusiva". Se invece dovessero concederle la sanatoria dovrebbe sanare il tutto a spese sue perché (pratiche, oneri etc) il costruttore glielo assicuro, che se ne laverebbe le mani.
per quanto riguarda il notaio, se prende quello che ha nominato il costruttore stia sicura che non prende le sue parti ma quelle del suo amico, e non scriverà mai sul rogito che lei non si prende responsabilità. Se invece sceglie lei un notaio, non le farà il rogito se lo stato delle cose non è ripristinato a quello concessionato perché per loro è una responsabilità dichiarare il falso, senza contare che molti periti delle banche se chiede il mutuo non concedono più sempre se lo stato di fatto è difforme dal concessionato.
Si faccia due conti per vedere se il gioco regge la candela. Buona fortuna.
Francesca :
Grazie mille per le informazioni è stata gentilissima e velocissima :D
desnip :
In ogni caso l'atto sarebbe nullo.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.