problema catastale

messaggio inserito mercoledì 16 luglio 2014 da Giulia

Giulia : [post n° 345083]

problema catastale

Ciao a tutti, ho un quesito da porre relativo a tipo mappale (mi serve per una perizia del Tribunale).
Il sig. A compra un terreno e vi edifica una villa a due piani con recinzione, la recinzione però è arretrata di circa due metri rispetto al confine catastale della particella. Ottiene a posteriori una concessione edilizia in sanatoria. Ad un certo punto dona ai due figli B e C l'immobile edificato con relativa area esterna. Al catasto terreni quindi la particella risulta "ente urbano" ma l'intestatario è ancora il sig. A.
Il mio quesito è: la parte di particella tra la recinzione e il confine catastale di chi è?? del sig. A oppure dei figli? (nell'atto di donazione non si fa cenno a spazi esterni ma solo al fabbricato)
Premetto che ancora devo estrarre la planimetria del piano terra del fabbricato per vedere quali spazi esterni sono indicati e che al catasto fabbricati non è accatastata alcuna corte/spazio comune non consimile o area urbana.
GeoAlessio :
...Il sig.A, tramite atto di compravendita, acquisisce la proprietà che è contraddistinta da limiti che compaiono nell'estratto di mappa...Quindi è lampante che la superficie per intero è legittimamente di sua proprietà...Ergo la donazione che avverrà a favore dei figli sarà nè più nè meno quello che acquistò a suo tempo il sig. A, con in aggiunta la costruzione che è sopraggiunta nel tempo...Una nozione di catasto..."ente urbano" è solamente la dicitura che assume la particella passando dal catasto terreni a catasto fabbricati, essendo stata edificata; quindi tutto nella norma, forse solamente si tratta di aggionare la proprietà al catasto tramite una voltura (che avrebbe dovuto redigere il notaio)...Una domanda...La concessione edilizia in sanatoria è relativa all'intero manufatto con annessa sistemazione esterna?...
Giulia :
Si la concessione in sanatoria riguarda anche la sistemazione esterna ma non comprende la parte di particella tra recinzione e limite catastale (che è appunto oggetto della perizia alla quale devo rispondere). Cioè il giudice vuole sapere questo pezzetto di terreno (che oggi è strada) a chi appartiene. Quindi, anche se questo pezzetto non risulta accatastato all'urbano (però nel mappale la particella è intera) è comunque proprietà dei figli?? non sono pratica di catasto eheheheh :-)
Giulia :
nell'atto di donazione è indicato che il fabbricato appartiene al sig. A per averlo lui stesso costruito su lotto di terreno acquistato con atto di compravendita.....
però nella descrizione degli immobili non si fa cenno agli spazi esterni.
Giulia :
Sono sempre io. Se è come dici, quindi se con la donazione è passata ai figli la particella nella sua interezza con il fabbricato, questo pezzetto di terreno non specificato è di proprietà del figlio B che ha il piano terra o della figlia C che ha il primo piano oppure di entrambi in ugual misura?
GeoAlessio :
...Dipende...Di fatto è un unico pezzetto di terreno, indiviso e non assegnato ufficialmente...Ergo, stante così la situazione, gli aventi diritto sono B e C in egual misura...
Giulia :
ok grazie mille!! probabilmente dovrebbero inserire al catasto anche questo pezzetto….
GeoAlessio :
...Il catasto non è che agisce di sua spontanea volontà... Se l'intervento non è stato censito ( e se necessita poi di variazione questo è chiaro), è giusto che tutto risulti così com'è...
GeoAlessio :
...E poi mi ci arrovello sempre per analizzare e trovare soluzioni idonee a districare la matassa...Tu dici che quella parte di terreno è diventata oggi una strada...Ergo sta "funzionando" come bene di pubblica utilità... Ma interpretando i tuoi post, questo bene è a tutti gli effetti di proprietà dei signori A prima, e B-C dopo...Ma non vi è traccia di alcun procedimento che attesti le motivazioni per cui il terreno ha subito codesta modifica?...
Giulia :
il problema è proprio questo, non esiste alcun esproprio anche se dal 1983 è una strada a tutti gli effetti. I sig.ri B e C sono stati accusati di aver occupato un bene pubblico (è un procedimento penale), io sono chiamata a dire quel pezzetto di chi è.....
una cosa è certa, anche se è strada, formalmente non è del Comune, ma è dei sig.ri B e C o al massimo del sig. A (ma se è come dici tu che si è trasferito tutto anche se non è accatastato è dei figli)....
ponteggiroma :
la strada è comunale? Se si esisterà un progetto della stessa dove sono stati stabiliti i vari espropri su base catastale, pertanto dovresti andare a verificare in comune o provincia il progetto ed in particolare il piano particellare di esproprio. Da li risultano le particelle che ne furono interessate.
Giulia :
ho già verificato al Comune, da PRG è destinazione strada ma non è stato fatto alcun esproprio nè ce ne sono in itinere....quindi anche se effettivamente è strada la proprietà non è comunale...
ponteggiroma :
quindi sarà strada privata??? Ma è asfaltata e dove conduce?
Giulia :
è una stradina senza uscita....è stata realizzata dal Comune il quale non ha MAI espropriato alcuna particella (e vale anche per la strada più grande), è asfaltata....insomma per risolvere la matassa il Comune dovrebbe fare l'atto di esproprio. Ma in questo momento io devo dire se la strada è comunale o di proprietà dei sig.ri B e C che sono sotto processo per occupazione di bene pubblico!
pepina :
classico caso di strada privata uso pubblico. Controlla le reiterazioni dei vincoli del Prgc all'indietro fino all'epoca di costruzione della strada.
Controlla che nella concessione il proprietario non si sia impegnato a cedere il pezzo di strada gratuitamente.
Comunque di solito il torto ce l'ha il comune in questi casi, ovvero segna come pubbliche nel Prgc strade in realtà non lo sono.
Giulia :
si infatti il torto è del Comune....
ma appurato il fatto che non è del Comune ora il mio problema è capire questo pezzetto di terreno di chi è tra il padre sig. A e i figli B e C! ahahah :-)
ponteggiroma :
e se si trattasse di una servitù? In tal caso la colpa per occupazione sarebbe dei proprietari.
GeoAlessio :
...Però quel vincolo dovrebbe essere menzionato anche sull'atto di compravendita Alessio...Consiglierei a Giulia anche di farsi un giretto in conservatoria per una visura ipocatastale sull'immobile, per capire se ci sono gravami e/o vincoli particolari di cui non si è tenuto conto...
Giulia :
Ho fatto anche la visura ipocatastale e non risulta nulla. Il tecnico del Comune mi ha detto che nessuna delle strade in quella zona è stata espropriata...sarei curiosa di sapere se i cittadini pagano l'Ici/Imu su quei terreni! Infatti nel mappale non c'è alcun frazionamento e le particelle hanno la forma originaria! anche dalle visure catastale tutte le particelle della strada sono ancora intestate a privati.
Giulia :
Insomma da PRG è una strada e di fatto è una strada ma la proprietà non è del Comune (anche se la manutenzione si!)
pepina :
è un caso che pericolosamente mi suona familiare...
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.