Variazione da terreno a parcheggio

messaggio inserito domenica 7 maggio 2017 da Manczio

[post n° 396768]

Variazione da terreno a parcheggio

Buongiorno, sono alle prime armi e mi scuso per le eventuali corbellerie.

Quale iter devo seguire per variare l'area di un giardino fronte strada, in un'area adibita a parcheggio? Nello specifico dovrei solamente pavimentare e delimitare ciascun posto, l'area attuale che presenta al momento solo della terra ed erbacce. Richiesta in comune e successivo accatastamento dell'area. E poi? C'è qualche altro passaggio da tener a mente?

Grazie a chiunque voglia rispondermi
:
Partire sempre dallo stato autorizzativo in essere, anche chiedendo alla proprietà progetti etc, che siano quelli effettivi quindi ufficiali firmati, protocollati etc. Altrimenti (sempre consigliato e in certi casi come quandoil cliente non sa , non si ricorda dove sono i progetti etc.) viaggetto all'archivio edile. Dopo di chè inquadri il tipo di intervento dopo eventuale, nel tuo caso consigliatissimo e necessario, consulto incontro con tecnico comunale.
Chiarito cosa fare, ti fermi e rifletti scrivendo un preventivo di quanto costi per quello che c'è da fare e non fai più nulla finchè il cliente non ti firma l'incarico e corrisponde l'acconto indicato.
:
Ma si tratta di un parcheggio pubblico? Secondo me dovresti anche consultare il piano regolatore comunale per capire se tale destinazione d'uso è consentita.
:
grazie per le vostre risposte. no il parcheggio sarà privato. l'obbiettivo è quello di riqualificare una porzione di area attualmente in disuso.
:
ma quindi questo pezzo di terreno dove vuoi farci il parcheggio di chi è? di un privato o del comune? qual'è la sua destinazione d'uso? per esempio il PRG che dice? se non è un Comune troppo grosso io ti consiglio di andare in Comune all'ufficio tecnico e parlare con qualche tecnico. Bisogna capire se parliamo di un cambio di destinazione d'uso o meno. Fammi sapere perchè il tema è interessante.
:
ciao Cali, il terreno è di un privato e vista la vicinanza con dei complessi condominiali che sono carenti di parcheggio, si stava pensando di voler riadattare l'area in modo da ricavarci dei parcheggi per poi eventualmente rivenderli come tali. Visto la premessa, mi chiedevo se devo stare attento a qualche passaggio in particolare. Il mio comune non è grande, però è lento ed i tecnici che vi si trovano a lavorare, non sono cosi "competenti" (nel senso che stanno li ma non sanno cose che non sia "standard" ed imparate a memoria) e gli unici due che ne sanno non sono sempre disponibili. L'area in questione è una zona di completamento (B), quindi non dovrei avere problemi. C'è un terrapieno da smuovere e forse da contenere, quindi in più pensavo di preparare dei calcoli da depositare al genio civile. Come mi muovo? Una S.C.I.A. potrebbe bastare? Oppure col cambio di destinazione (l'area è classata al catasto terreni come seminativa quindi presumo che debba in catasto e quindi a monte in urbanistica, variare) devo presentare permesso di costruire?
:
allora io partirei leggendo le NTA (norme di attuazione) del PRG. E' una zona B, ok ma bisogna vedere che dicono le NTA. Nelle NTA troverai scritto cosa si puo' fare in quella sottozona. Poi in genere le sottozona da PRG non sono solo lettera ma hanno anche un numero, quindi credo sia o B1 o B2 o b3...devi controllare queste cose. Una volta che leggi dalle NTA se puoi fare il parcheggio, bisogna capire se tu vuoi fare un parcheggio chiuso, quindi una struttura, o dei semplici posti auto a terra, solo superficie. In questo ultimo caso io proporrei al comune una semplice DIA, ma questo sta a loro dirtelo. E' il dirigente dell ufficio tecnico che ti deve dire che autorizzazione fare. Lo so che l-incompetenza negli uffici tecnici e` tanta e sconfortante... Poi qui` c'e' il discorso anche del pubblico, saranno venduti e usati da altri privati, quindi implica che c'e' un interesse pubblico e li` dove c'e` interesse pubblico le procedure per le autorizzazioni si semplificano molto. Quindi, ricapitolando, chiedi al comune le NTA del tuo comune, o scaricale se le trovi, vedi se nella sottozona in questione i parchegi si possono fare, se si allora proponi tu l'autorizzazione piu semplice, , a volte la loro incompetenza e` anche da sfruttare. Quanto quello che dice la visura catastale sul'uso del suolo non ti preoccupare, quello cambiera` automaticamente, basta che risulta che tu sei proprietario. Quello che devi seguire e` il PRG e le sue NTA, se hai la conformita` in questo hai vinto!
:
Grazie @Cali ti ringrazio!!
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.