Rischio Interferenza: il genero.

messaggio inserito venerdì 20 maggio 2022 da Peroni

Peroni : [post n° 461282]

Rischio Interferenza: il genero.

Committente, dopo aver firmato incarico e contratto, decide di far agire sotto banco il genero architetto. Genero il cui padre è anche proprietario di una ditta edile. L'azione è quella di trarre in inganno il Dl e la ditta, facendoli lavorare privi di date autorizzazioni. Con un pretesto, il committente interrompe i lavori, di sua iniziativa, aspetta le piogge per poi chiedere danni al DL ed alla ditta, rifiutando i compensi.
Definire i soggetti con un aggettivo è superfluo.
Morale: quando avete a che fare con clienti che sotto banco si rivolgono a colleghi, o al genero, se volete evitare questioni legali, dimettetevi subito dall'incarico.
Davide C. :
Brutta storia. Speriamo solo che il committente capisca che il genero ha agito male. Se fossi in te, raccoglierei un po' di idee su quanto accaduto e segnalerei all'ordine di appartenenza il collega. E' ora che questi furbetti paghino le conseguenze del loro agire. Abbiamo un Codice Deontologico da rispettare ... ma mi rendo conto che siamo in pochi ad averlo letto e conoscerne i contenuti
Peroni :
Ho già provveduto a segnalare quanto al consiglio di disciplina.
Il soggetto, nonostante sia stato chiamato a presentarsi, e conferire sull'accaduto, ha preferito non presentarsi, dando così inizio al procedimento disciplinare.
Qui c'è la volontà del committente di proteggere il soggetto, dopo aver fatto il furbo.
Insomma la vuole fare sporca, sporca.
nikosky :
io aspetterei semplicemente che il committente interrompa nuovamente i lavori, faccia entrare l'altra ditta e mi presenterei semplicemente con tutto l'organo ispettivo al completo. poi ridiamo :)
Davide C. :
Ottimo Peroni, ora rimani in attesa. L'importate è che ora raccogli tutte le mail, documenti e tutto quanto necessario per sostenere la tua causa.
Peroni :
I lavori sono ormai sospesi. Il committente ha fatto entrare una ditta senza pos, eseguendo opere abusive, alterando lo stato dei luoghi. Tutto debitamente comunicato alla polizia edilizia ed alle autorità.
Ha ricevuto una sanzione di 4k€.
Qui siamo di fronte alla superbia, figlia dell'ignoranza.
Peroni :
Si Davide, ormai la questione è passata ai legali.
Onestamente, quando vi trovate di fronte a soggetti con un conflitto di interesse palese state molto attenti.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.