abbattimento barriere architettoniche

messaggio inserito lunedì 12 luglio 2010 da limpido

limpido : [post n° 236814]

abbattimento barriere architettoniche

salve a tutti

Mi trovo a rilasciare una dichiarazione in cui attesto la conformità di un
immobile privato alla normativa vigente in materia di superamento delle
barriere architettoniche, (come da Legge 13/89 e smi), dove l’immobile è sede
di attività aperta al pubblico ed ha una superficie di circa 80 mq, composto da
tre uffici ed un servizio igienico.
Prima di rilasciare detta dichiarazione, “controllo” che siano presenti tutti
i criteri del caso.
Il DPR 503 rimanda al DM 236 del 14 Giugno 1989 il quale all’art. 3, comma 4,
punto e) recita:

Art. 3. Criteri generali di progettazione
3.4.
e) nelle unità immobiliari sedi di attività aperte al pubblico, il requisito
della visitabilità si intende soddisfatto se, nei casi in cui sono previsti
spazi di relazione nei quali il cittadino entra in rapporto con la funzione ivi
svolta, questi sono accessibili; in tal caso deve essere prevista
l'accessibilità anche ad almeno un servizio igienico.
Nelle unità immobiliari sedi di attività aperte al pubblico, di superficie
netta inferiore a 250 mq, il requisito della visitabilità si intende
soddisfatto se sono accessibili gli spazi di relazione, caratterizzanti le sedi
stesse, nelle quali il cittadino entra in rapporto con la funzione ivi svolta;

[b]Sinceramente, non riesco a stabilire se nel mio caso, (inferiore a 250 mq),
devo o non devo accertarmi dell’accessibilità del servizio igienico. [/b]

In particolare è che anche se siamo perfettamente coscienti del problema
mi viene risposto che per legge non è obbligatorio
nel caso delle committenze private proprio per quanto detto sopra.

Come posso fare?
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.