Trattenute di lavoro

messaggio inserito venerdì 16 dicembre 2011 da TT

[post n° 278702]

Trattenute di lavoro

Salve a tutti, ho da poco ricevuto una proposta di lavoro che prevede una collaborazione con p.iva per (circa) 1200 euro lorde al mese. Quanto mi verrà trattenuto oltre la ritenuta d'acconto del 20% per il regime dei minimi? Come funziona per l'inarcassa? grazie a tutti
:
a forfait devi togliere un buon 40% ed ottieni ciò che ti rimane. comunque senti dal commercialista in base alle nuove norme fiscali
:
dal 2012 non ci sarà più il regime minimi. Informati se puoi aderire al nuovo regime che prevede un 5% di tasse, senza iva e senza studi di settore. Per inarcassa www.inarcassa.it voce contributi
:
x TT
hai già verificato se hai i requisiti per rientrare nei nuovi minimi?
Se si, pare che la fattura sia esattamente come quella che fanno i minimi di adesso, ovvero con la ritenuta del 20%. Poi però l'imposta a forfait che prende dentro iva e irpef sarà del 5%. Insomma, se uno fattura ad uno studio e mai a privati si sarà sempre in credito di imposta. Poi si recupera dopo qualche anno barrando l'apposito quadro del Modello unico (rimborso).
Devi vedere se pensi di avere delle spese professionali da poter detrarre (cellulare, pc, macchina fotografica...io di fatto mi sono detratta tutta la mia attrezzatura personale in questi anni anche lavoro per uno studio e quindi con i mezzi loro, e qui non vado oltre col discorso, ma ci siamo capiti...la solita storia del finto lavoratore autonomo). I ricavi sono dati da guadagni-spese e su quelli pagherai il famoso 5%....che in realtà già è stato abbondantemente pagato perchè hai avuto la ritenuta del 20%. Quindi se mai devi avere soldi indietro, a rimborso, per l'appunto.
Per quanto riguarda inarcassa e i suoi costi, devi vedere sul loro sito.
Se hai meno di 35 ci sono le agevolazioni (d'altra parte per essere un futuro contribuente minimo devrai per forza averne meno di 35, perchè mi pare che la questione del limite anagrafico sia stato mantenuto).
Poi se nn sei in grado di stare dietro in maniera autonoma alle questioni fiscali, dovrai considerare anche il costo del commercialista. E non dimentichiamo anche l'iscrizione all'ordine per poter aprire p.iva con codice attività di architetto.
Fatti una simulazione con excell....cmque 1200 lordi a p.iva mi pare un po' pochino....a meno che tu non possa integrare con altri lavori tuoi. Tieni presente che se la collaborazione che ti hanno proposto è dalle 8 ore in su dentro uno studio sarà difficile (non impossibile, ma difficile) riuscire a portare avanti lavori extra.
:
....ma pensandoci bene potresti rivolgerti anche all'ispettorato del lavoro...d'altra parte tutti i nostri casini (finti autonomi, gente che lavora in prestazione occasionale per mesi e poi nn viene pagata) nascono perchè loro non vigilano e si muovono solo su segnalazione.
leggevo sul sito del ministero del lavoro che uno dei compitoi delle Direzioni Provinciali del Lavoro è anche la "Conciliazione controversie individuali e plurime dei settori pubblico e privato"....oltre alla "Vigilanza ordinaria" (che lascia molto a desiderare). Non so se un problema come il tuo si possa inquadrare all'interno di "controversie individuali" nel settore privato. Cmque chiedere direttamente a loro non costa nulla.
:
scusate, ho evidentemente scritto nel post sbagliato! Purtroppo non c'è l'opzione "cancella"!
:
x TT
su come si fa fattura è venuta fuori una circolare dell'agenzia delle Entrate datata 22.12.2011...quindi qualche giorno fa. Dicono che invece non ci sarà la ritenuta in fattura come avviene ora...vabbeh, studiamoci la circolare, un po' tardiva perchè tra una settimana siamo già nel 2012.....non è che manchi tanto.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.