Fatture con regime dei minimi

messaggio inserito domenica 10 giugno 2012 da Dario

Dario : [post n° 292470]

Fatture con regime dei minimi

Ha appena aperto partita iva + inarcassa: ho 31 anni.
Volevo sapere:
1 - è obbligatoria la marca da bollo di 1,81 euro?
2 - ritenuta di acconto ci vuole?
3 - la fattura emessa ad un'impresa di costruzioni è uguale alla fattura emessa ad un privato?
C'è un fac simile di fattura da usare sempre?
grazie
Stefano :
la marca da bollo ci vuole.
La ritenuta d'acconto se hai la partita iva non ci vuole assolutamente.
Se tu sei in Regime dei minimi non devi mettere il 21 % di iva ma solo il 4 % per l'inarcassa.
Valy :
Ciao,
sono in regime dei minimi anche io e da i primi di gennaio sono rientrata nel nuovo regime minimi e sono cambiate parecchie cose per noi, in meglio per fortuna, come per esempio la ritenuta d'acconto che prima se fatturavamo a chiunque avesse la partita Iva dovevamo applicare sul totale dell'onorario (onorario+spese) + cassa.
Comunque rispondo con ordine:
1 - si è obbligatoria se l'importo supera i 77,47 euro. L'1.81 lo devi caricare sulla fattura, e la marca la applichi sull'originale che va al cliente. sulla tua invece devi segnare l'ID della marca da bollo con la dicitura: "imposta di bollo assolta sull'originale. IDxxxxxxx";
2 - La ritenuta d'acconto non ci vuole più in nessun caso (prima non si applicava se fatturavi ad un privato). La ritenuta verrà applicata in automatico sull'accredito dalla banca, solo nel caso in cui hai un cliente che per la ristrutturazione richiede la detrazione fiscale del 36% o 55%, ma è cmq un caso particolare e sulla fattura non la devi segnare. Per giustificare il fatto che non applichi la ritenuta d'acconto devi segnare sulla fattura questa dicitura "Prestazione svolta in regime fiscale di vantaggio ex art. 1, commi 96-117, Legge 244/2007,come modificato da art. 27, DL 98/2011 e, pertanto, non soggetto a IVA né a ritenuta ai sensi provvedimento Direttore Agenzia Entrate n° 185820 del 22-12-2011" (questo è quello che la mia commercialista mi ha dettato però ci sono altre formule che indicano la stessa cosa;
3 - si la fattura è uguale, naturalmente cambieranno i dati, per il privato metterai il Codice Fiscale, per un possessore di P.I. metterai quella + il CF se è diverso (cmq è sempre la stessa: la fai su carta intestata dove deve esserci anche il numero della tua partita iva, in alto dati del cliente completi, datazione fattura (ricorda che deve essere datata = o dopo il pagamento, numero di fattura, onorario+spese + il 4% INARCASSA su la somma dei due + 1.81 + diciture;
Comunque se non ti avvali di un commercialista al quale se chiedi sicuramente te la fornisce, cerca su google modelli fattura nuovi minimi per professionisti, oppure la chiedi al tuo Ordine e di solito anche loro ti danno questo servizio.
Ricorda di conservarle tutte perchè ti servono poi per la compilazione dell'Unico, insieme anche alle spese in uscita (cioè le fatture che richiedi tu).
Spero di esserti stata chiara e d'aiuto.
Buon lavoro
Dario :
sei stata perfetta..:) ma di dove sei?
Valy :
Milano.
Mi sono dimenticata di dirti che dopo aver calcolato la fattura e prima di applicare la marca da bollo devi inserire le spese che hai sosenuto in nome del cliente, se ce ne hai, per esempio di solito se compri la marca da bollo per le pratiche, piuttosto che anticipi diritti di segreteria o oneri vari, che deve pagare il cliente e non sono conteggiati nelle tue spese preventivate.
Ciao
Dario :
ok grazie.. non hai un contatto.. come posso trovarti?
BB :
Ciao scusate l'intromissione ma stavo cercando risposte sul sito e ne approfitto della competenza di Valy..Anch'io p.iva dei nuovi minimi ecc. quindi niente r.a. solo 4%inarcassa. Non inserisco in fattura la spesa relativa alla marca da 1.81 (il mio commercialista mi ha detto che si può fare anche così, mi faccio fare ricevuta x quando compro le marche che sii scaricano come spesa).Ora la mia domanda è: le spese vive dei costi di segreteria x inoltro pratiche sono soggette al 4%inarcassa? Se l'onorario è 100 e le spese anticipate sono 50 la mia fattura sarà (100+4)+50 oppure (150)+4%di 150?grazie per l'aiuto
gg :
Calcolo on-line fattura o ricevuta professionale per architetti o ingegneri
www.professionearchitetto.it/tools/fattura/

La questione della marca da bollo è opinabile. Il mio commercialista sostiene che non debba essere consegnata al cliente, ma conservata sui propri originali per dimostrare che è stata pagata. Le fatture possono essere spedite via posta elettronica (scansione).
Valy :
Ciao BB, ti ringrazio per la "competente" ma ti assicuro che anche io sono sempre dietro alla mia commercialista perchè non capisco niente, cmq per le spese, le uniche che sono soggette al 4% sono quelle che metti in preventivo cioè contatti telefonici, benzina, avvisi vari, cancelleria varia, rilievo, plottaggio etc (di solito io faccio il 20/25 % dell'importo dell'onorario), le spese vive cioè diritti di segreteria comunali/catastali, oneri concessori se dovuti, marche da bollo io le faccio pagare direttamente al cliente e, naturalmente lo segno sul preventivo che queste sono escluse. Se dovessi anticiparle non sono soggette al 4%. In soldoni:

onorario 100,
spese preventivate in anticipo per rilievi plottaggi canceleria 50, (conserva tutte le ricevute se te le fai pagare al centesimo)
spese effettuate per conto del cliente 60 (diritti segreteria, marca bollo etc)

100+50= 150 + 4%= 156 + 60= 216 questo è il totale della fattura, poi questione del bollo da 1.81 te lo gestisci come ti ha consigliato il commercialista.

Per gg:
sono d'accordo con te per la marca da bollo che la questione sia opinabile, io per esempio la incollo direttamente sulla fattura del cliente e la annullo con due righe di penna sopra, come faccio del resto anche sui moduli che mando in Comune, perchè ci vuole un secondo a staccarla e riutilizzarla.
Ciao buon lavoro a tutti
Dario :
Ho un dubbio: al cliente chiedo 1.000 euro per una SCIA (per esempio)

onorario 1.000,00 euro
inarcassa 4% 40,00 euro
TOTALE 1.040,00 euro
o
onorario 961,60 euro
inarcassa 4% 38,40 euro
TOTALE 1.000,00 euro
Valy :
Io solitamente quando dico un importo è sempre al netto della cassa quindi se gli hai detto 1000 per me è 1000+4%
BB :
Grazie Valy per la chiarezza!buone fatture a tutti:-)
gg :
quando si specifica un importo è SEMPRE l'imponibile ai fini IVA.
1000 euro + 4% + IVA (eventuale) - Ritenuta d'acconto (eventuale).
www.professionearchitetto.it/tools/fattura/
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.