1 assegno. Gestione di ambienti e ricostruzioni virtuali per la fruizione e valorizzazione dei Beni Culturali

Ente: Università degli Studi Roma Tre - Dipartimento di Architettura

codice n° P9379
276 data inserzione - scadenza 21.01.2019
regione
provincia
luogo
Roma
Ente
Università degli Studi Roma Tre - Dipartimento di Architettura
oggetto del bando

1 assegno. Gestione di ambienti e ricostruzioni virtuali per la fruizione e valorizzazione dei Beni Culturali

È indetto un concorso pubblico per titoli ed esame-colloquio per l'attribuzione di n. 1 assegno per la ricerca "Gestione di ambienti e ricostruzioni virtuali per la fruizione e valorizzazione dei Beni Culturali".

Durata 15 mesi
Importo complessivo 23.658 euro

Descrizione del programma di ricerca

La ricerca intende sviluppare le ricostruzioni 3D di ambienti virtuali in ambito archeologico ed architettonico ( ad esempio, quello sviluppato per Villa Adriana e quello dell'Arco di Tito al Circo Massimo ), estendendo gli studi sulle applicazioni di realtà virtuale ed aumentata, sviluppando le tecniche di anastilosi virtuale e di modellazione semantica basata sulle ontologie, accessibili anche dal web ( semantic web ).
Gli ambienti virtuali prodotti permetteranno la realizzazione di servizi avanzati per attività di diagnostica, di fruizione e di valorizzazione dei BBCC, quali: Musei Virtuali online, Virtualizzazione Locale 2D/3D, sistemi di Augmented Reality, Open Educational Resources, Gamification.

Apporto richiesto

Le attività per cui si chiede l'assegno riguardano la progettazione, la realizzazione e la gestione di ambienti virtuali in cui sarà possibile elaborare, localizzare, visualizzare in 3D e navigare i diversi contenuti virtuali messi a disposizione dal WP4 e dal sistema risultante dall'integrazione dell'Anagrafe e i WP1, WP2 E WP3 di ECODIGIT.

Requisiti curriculari e titoli di studio

  • Dottore di ricerca in discipline afferenti al raggruppamento ICAR/17 Disegno;
  • Diploma di laurea in Architettura;
  • Curriculum scientifico-professionale idoneo per lo svolgimento dell'attività di ricerca per cui si concorre.

N.B. Le date indicate sono presunte. Controllarne sempre la validità presso l'Ente banditore.