Ente: Università degli Studi Roma Tre

codice n° P18974
74 scadenza 09.05.2024
regione
provincia
luogo
Roma
Ente
Università degli Studi Roma Tre
oggetto del bando

Assegno ricerca. Pianificazione integrata e fondi europei per il rafforzamento della governance territori costieri vulnerabili

Concorso pubblico per titoli ed esame-colloquio per l'attribuzione di un assegno annuale (25.000 euro) per lo svolgimento di attività di ricerca, di durata annuale e rinnovabile nei termini di legge, destinato a candidati in possesso del titolo di laurea nella classe LM-4 (Architettura e Ingegneria Edile - Architettura) (di II livello o conseguita secondo l'ordinamento precedente all'entrata in vigore del D.M. 509/99), ovvero nella classe LM48 (Pianificazione Territoriale Urbanistica e Ambientale), purché in possesso di curriculum scientifico professionale idoneo allo svolgimento di attività di ricerca. Settore scientifico disciplinare (SSD) ICAR 21.

L'assegno non può essere conferito a candidati che siano nel contempo dottorandi di ricerca o assegnisti di ricerca o ricercatori a tempo determinato.

Il Dipartimento di Architettura dell'Università Roma Tre è impegnato con il progetto COASTRUST sui temi dell'adattamento ai cambiamenti climatici con un focus specifico sulla definizione e test di vari modelli di governance multilivello che consentano di integrare le varie competenze preposte alla conservazione e gestione di territori costieri vulnerabili a valenza ambientale migliorando le capacità delle istituzioni di gestire complesse dinamiche territoriali e definendo modelli di intervento trasferibili e replicabili. Il programma di ricerca mira a definire modelli di governance efficaci che permettano agli enti locali di utilizzare al meglio i fondi europei, nazionali e regionali disponibili, mettendoli a sistema, integrandoli nelle proprie strategie di adattamento e nei propri strumenti di pianificazione, nel quadro più ampio delineato dal Green Deal e dalle strategie europee per la biodiversità e l'adattamento. L'obiettivo è quello di massimizzare la capacità di risposta delle realtà locali ai finanziamenti disponibili, investigando come i fondi europei (a gestione sia diretta che concorrente) possano essere efficacemente utilizzati per configurare strategie di intervento che siano allo stesso tempo coerenti con il quadro pianificatorio degli enti ed espressione dei bisogni e delle istanze di partecipazione delle comunità locali.

Viene richiesta esperienza e attività di ricerca nel settore della pianificazione orientata ai temi ambientali e dell'adattamento ai cambiamenti climatici, in modo particolare nell'analisi degli strumenti strategici, di pianificazione e di programmazione a livello locale, regionale, nazionale ed europeo, inclusi i programmi europei a gestione diretta (LIFE, Erasmus+, ...) e i programmi di cooperazione territoriale europea (Interreg).

Sono criteri prevalenti di selezione una comprovata esperienza nello sviluppo e implementazione di programmi e progetti europei di cooperazione in ambito mediterraneo focalizzati su tematiche ambientali e di coinvolgimento e attivazione delle comunità locali. È richiesta una conoscenza avanzata della lingua inglese

N.B. Le date indicate sono presunte. Controllarne sempre la validità presso l'Ente banditore.