1 assegno. Integrazione di dati eterogenei (BIM e GIS) per il patrimonio costruito

Ente: Politecnico di Milano

codice n° P12486
90 data inserzione - scadenza 17.07.2020
regione
provincia
luogo
Milano
Ente
Politecnico di Milano
oggetto del bando

1 assegno. Integrazione di dati eterogenei (BIM e GIS) per il patrimonio costruito

È indetta una selezione pubblica - per titoli e colloquio - per il conferimento di 1 assegno per lo svolgimento di attività di ricerca a tempo determinato dal titolo: "Integrazione di dati eterogenei (BIM e GIS) per il patrimonio costruito (CUP D44I19002410006). Definizione di una metodologia di integrazione dati multi sorgente (BIM, GIS, DB esistenti)".

Dipartimento di Architettura, Ingegneria delle Costruzioni e Ambiente Costruito

Durata 12 mesi
Importo complessivo 19.367,00 euro

Attività dell'assegnista

Le attività di ricerca affidate all'assegnista hanno come scopo principale la creazione di una metodologia di integrazione tra dati provenienti da diverse sorgenti (BIM, GIS, altri DB esistenti) in un unico ambiente di analisi 3D. Tale metodologia di integrazione dovrà sfruttare le potenzialità offerte dalle diverse piattaforme di dati geospaziali 3D esistenti, preferibilmente piattaforme di tipo Open (ad esempio QGIS), per la creazione di un unico ambiente di analisi il quale permetta di eseguire delle operazioni di query di diverso tipo (spaziale, basate sugli attributi, basate su ontologie). Tale integrazione può prevedere lo sviluppo di opportuni DB e schemi ontologici di supporto.

Requisiti curriculari e titoli di studio

Per partecipare alla selezione è richiesto il possesso della Laurea Magistrale appartenente alle classi (LM-3) Architettura del paesaggio o (LM-32) Ingegneria informatica o (LM-23) Ingegneria civile o (LM-24) Ingegneria dei sistemi edilizi o (LM-4) Architettura e ingegneria edile-architettura o relative lauree equiparate o equipollenti ex lege o eventuali titoli equipollenti ex lege alla/e corrispondente/i laurea/e vecchio ordinamento.

N.B. Le date indicate sono presunte. Controllarne sempre la validità presso l'Ente banditore.