1 assegno. Passo Carezza, nodo di pregio del sistema della mobilità convenzionale e alternativa tra Bolzano e Cortina

Ente: Università Iuav di Venezia

codice n° P9182
42 data inserzione - scadenza 22.11.2018
regione
provincia
luogo
Venezia
Ente
Università Iuav di Venezia
oggetto del bando

1 assegno. Passo Carezza, nodo di pregio del sistema della mobilità convenzionale e alternativa tra Bolzano e Cortina

Procedura di selezione mediante valutazione comparativa per il conferimento di n. 1 assegno per la collaborazione ad attività di ricerca dal titolo: "Passo Carezza, nodo di pregio del sistema della mobilità convenzionale e alternativa tra Bolzano e Cortina. Esplorazioni pre-progettuali per la valorizzazione della fruizione turistica e il rafforzamento dell'identità territoriale".

Responsabili scientifici prof. Mauro Marzo e prof.ssa Viviana Ferrario
Durata 12 mesi
Importo complessivo 19.367,00 euro

Obiettivi della ricerca

Attraverso tale studio si intende riflettere sul ruolo del progetto di architettura e di paesaggio in questo contesto territoriale, contribuendo alla conoscenza, valorizzazione e promozione dei luoghi e dunque, al loro processo di crescita. Ciò che si propone è lo studio di alcuni casi-studio interni al territorio della Val di Fassa ed esemplificativi delle criticità e delle potenzialità dei luoghi anche in relazione al sistema della mobilità convenzionale e alternativa tra Bolzano e Cortina. Per ciascun caso, lavorando alle diverse scale, si intende sviluppare una riflessione pre progettuale, volta alla valorizzazione complessiva della fruizione turistica e al rafforzamento dell'identità territoriale.

Requisiti curriculari e titoli di studio

  • Dottorato di ricerca

Titoli preferenziali

  • Laurea in Architettura.
  • Dottorato di ricerca in Composizione o Progettazione Architettonica e Urbana.
  • Precedenti partecipazioni a progetti didattici e di ricerca attinenti al tema del turismo affrontato dal punto di vista dell'architettura e del paesaggio.

Profilo dell'assegnista

  • Pregressa esperienza di ricerca e didattica, eventualmente anche in ambito internazionale, nel campo della progettazione architettonica con particolare riferimento allo studio del fenomeno turistico affrontato in riferimento ai temi dei beni architettonici e paesaggistici e dello sviluppo locale.
  • Familiarità con i temi attinenti l'assegno di ricerca e di avere già svolto lavori di ricerca simili per metodologia di studio.
  • Dimestichezza con ambiti di ricerca internazionali e interdisciplinari
  • Ottima conoscenza della lingua inglese.
  • Patente di guida per poter svolgere i sopralluoghi descritti tra le attività previste.

N.B. Le date indicate sono presunte. Controllarne sempre la validità presso l'Ente banditore.