1 assegno. Architetture del Made in Italy. Il concorso come laboratorio del progetto

Ente: Università Iuav di Venezia

codice n° P14664
388 data inserzione - scadenza 29.09.2021
regione
provincia
luogo
Venezia
Ente
Università Iuav di Venezia
oggetto del bando

1 assegno. Architetture del Made in Italy. Il concorso come laboratorio del progetto

Procedura di selezione per il conferimento di n. 1 assegno per la collaborazione ad attività di ricerca - Università Iuav di Venezia - area Ricerca, sistema bibliotecario e documentale. Responsabile scientifico: prof.ssa Sara Marini. Settore Scientifico-Disciplinare: ICAR/14

Durata dell'assegno: 12 mesi
Importo dell'assegno: € 19.367,00

Descrizione della ricerca

La ricerca dell'assegnista sarà dedicata allo studio, alla sistematizzazione e alla lettura critica del ruolo del concorso di idee e di progettazione in Italia come dispositivo di sperimentazione progettuale e narrativa dell'architettura. Nella storia del progetto la modalità del concorso ha reso possibili e ha palesato avanzamenti e chiarificazioni delle caratteristiche dell'architettura Made in Italy [...]

Programma di lavoro e progetto specifico

Il lavoro sarà articolato in tre fasi.

  • La prima fase (primi cinque mesi di lavoro) sarà dedicata alla impostazione dell'impianto metodologico e dei lineamenti teorici e di conseguenza alla raccolta del materiale documentativo in merito ai concorsi di progettazione e di idee italiani che hanno segnato con la loro impostazione e con i loro risultati la scena urbana e territoriale e la storia dell'architettura.
  • La seconda fase (dal sesto al nono mese di lavoro) sarà dedicata alla verifica di metodo e assunti teorici e alla conseguente sistematizzazione del materiale raccolto al fine di costruire un atlante tematico.
  • La terza fase (dal decimo al dodicesimo mese di lavoro) interesserà la stesura e la restituzione dei suoi risultati sia in testi, anche a completamento dell'atlante tematico, che in convegni. Le tre fasi sono utili a cadenzare il lavoro, chiaramente in alcuni momenti si potranno sovrapporre.

N.B. Le date indicate sono presunte. Controllarne sempre la validità presso l'Ente banditore.