Interfaccia accademica

pubblicato il: - ultimo aggiornamento: 

Si è conclusa nelle scorse settimane la competizione bandita alla fine del 2012 per individuare lo schema più adatto a definire la nuova entrata principale della Dublin City University; l'iniziativa, lanciata con il patrocinio del Royal Institute of the Architects of Ireland (RIAI), prevedeva un premio di 7.900 sterline per il vincitore e due premi da 6.300 sterline, destinati ripettivamente al secondo e al terzo classificato (architectsjournal.co.uk).

Il riconoscimento principale (riai.ie) è stato assegnato allo studio ZAP Architecture (Pol Gallagher, Zohra Chiheb, John DeMaio e Donnchadha Gallagher), scelto dai membri della giuria per un progetto basato sulla "libera sistemazione di elementi verticali" in legno lamellare, che "... secondo i giudici 'simboleggia gli studenti, il personale e i laureati da cui è composta l'università'..." (zaparchitecture.com).

La proposta degli architetti londinesi ha prevalso per la maggiore coerenza con le finalità dichiarate dagli organizzatori del concorso, che ricercavano  una soluzione in grado di associare, alle caratteristiche funzionali del transito dalla città al campus, la forza espressiva di una struttura pensata per mettere in risalto l'edificio universitario. "In definitiva, il... progetto riguarda la creazione di un luogo, la creazione di una identità visiva sensazionale e memorabile per la Dublin City University, a livello sia locale che globale" (architectsjournal.co.uk).

Il secondo premio è stato conquistato da Blacam & Meagher Architects, mentre Maguire McBrien ha ottenuto la terza posizione (riai.ie).

Immagini (da zaparchitecture.com)