Ascoli. Concorso d'idee per piazza Roma

rassegna web

pubblicato il:

[...] l'Amministrazione comunale sta valutando di intervenire anche su un punto di riferimento cittadino qual è la centralissima piazza Roma.

Una progettazione per cambiare immagine alla piazza e restituirle un ruolo di rilievo, in realtà, esiste già da diversi anni ed è nei cassetti dell'Arengo. Si tratta dell'elaborato che gli architetti Terzi e Manieri hanno inserito nel lavoro più ampio, commissionato loro tempo addietro, riguardante l'arredo urbano di tutto il centro storico e anche del quartiere Luciani. In tale contesto, appunto, i due tecnici incaricati avevano inserito una scheda progettuale per riqualificare quella piazza che aveva gradualmente perso importanza, offuscata dall'indiscutibile splendore di piazza del Popolo. Terzi e Manieri avevano, in realtà, progettato un nuovo look decisamente rivoluzionario (sarebbe prevista anche la realizzazione di un piccolo laghetto), ma sembra che la trasformazione ipotizzata non sia gradita ai piani di alti di Palazzo Arengo.

Insomma, il Comune vorrebbe ripartire da zero e la strada da percorrere è stata individuata in un concorso d'idee. Si aprirà, quindi, una procedura concorsuale (i tempi sono ancora da definire) per arrivare a premiare l'idea di maggior gradimento e in linea con l'immagine che Palazzo Arengo vorrebbe restituire alla piazza. Ovviamente, quando c'è di mezzo l'estetica, ogni giudizio può risultare soggettivo. E già, sotto questo aspetto, si stagliano all'orizzonte posizioni contrapposte e molto diversificate da parte degli addetti ai lavori. C'è, addirittura, qualche progetto già pronto, così come ci sono studi e ricerche sull'antica funzione di piazza Roma e sulla sua conformazione architettonica di un tempo. C'è chi ha una visione decisamente innovativa e chi vuole restare strettamente avvinghiato alla tradizione e alla storia. Sicuramente, il concorso di idee potrebbe anche coinvolgere la Facoltà di Architettura, sempre più interessata ad un'integrazione con la città e il suo contesto.


di Luca Marcolini
ilrestodelcarlino.quotidiano.net 22/03/2003