Recupero del Porto di Trieste, apre un infopoint

Parte il recupero dell'importante distretto storico portuale di Trieste. L'Autorità Portuale di Trieste ha avviato infatti un procedimento per affidare in concessione beni demaniali: aree, manufatti e specchi d'acqua del Punto Franco Vecchio.

Entro il 30 giugno 2014 dovranno essere presentate le istanze di concessione. L'uso dei beni demaniali dovrà essere conforme a quanto stabilito dalla Variante al Piano Regolatore Portuale per l'ambito del Porto Vecchio. I beni demaniali saranno concessi nello stato in cui si trovano, è a cura e spese del concessionario ogni intervento necessario ai fini dell'utilizzo degli stessi per gli usi previsti (incluse tutte le attività progettuali, di rilievo ed analisi, caratterizzazioni, etc.).

La presidente dell'Autorità Portuale di Trieste Marina Monassi - a seguito della pubblicazione dell'avviso per la presentazione delle domande di concessione per il Punto Franco Vecchio - ha aperto l'Infopoint - Porto Vecchio Trieste.

In questi prossimi mesi l'attività dell'Autorità Portuale, di concerto con il proprio Istituto di cultura Marittimo-Portuale (referenti Antonella Caroli e Antonio De Paolo), svolgerà una costante azione informativa attraverso una struttura nel magazzino 26 che supporterà le richieste di informazioni da parte di società, imprenditori, professionisti e interessati al processo di rivalorizzazione del distretto storico portuale di Trieste attraverso investimenti per il recupero delle opere demaniali del comprensorio.

Tutta la documentazione è sul sitowww.porto.trieste.it/ita/avvisi

pubblicato in data: