Architettura in città

Festival 2011

pubblicato il:

Torino e area metropolitana 14 - 17 luglio 2011

Dal 14 al 17 luglio 2011 a Torino e in quattordici Comuni della provincia arte, cinema, teatro, danza, letteratura, fotografia, food e musica dialogano con i temi dell'architettura e del design, della città e del paesaggio attraverso le proposte di più di cinquanta soggetti culturali che operano sul territorio.

Nella prima edizione del Festival "Architettura in Città" - promosso dall'Ordine degli Architetti PPC della Provincia di Torino e dalla Fondazione OAT - un numero straordinario di eventi: 25 le mostre e i momenti espositivi e più di 20 gli incontri e i seminari che si affiancano ad aperture straordinarie, visite guidate, passeggiate architettoniche, spettacoli, performance, proiezioni, laboratori e workshop in un programma aperto a tutti coloro che vorranno accostarsi, fare esperienza e approfondire l'architettura in un modo nuovo e "informale".

Le iniziative di: Ordine Architetti e Fondazione OAT

Due le iniziative organizzate direttamente da Ordine Architetti e Fondazione OAT. La prima è la mostra di fotografie d'epoca "3xcinquanta=1" tesa a ripercorrere le date simboliche delle celebrazioni torinesi dell'Unità (1861, 1911, 1961) in modo da capire come la città abbia affrontato le sfide del cambiamento, costruendo progressivamente una nuova immagine di sé, senza disconoscere il rapporto con la sua memoria risorgimentale.

La seconda proposta di OAT e Fondazione OAT è a cura di taomag.it e chiude il Festival il 17 luglio alle 21 a Palazzo Bertalazone di San Fermo, svelando di fatto il tema che ha costituito il filo conduttore di tutte le iniziative: "Dove finisce la città", si tratta di un'iniziativa multidisciplinare a più livelli di comunicazione e di contenuti per indagare attraverso l'intervento di scrittori, registi, fotografi e architetti qual è il limite fisico della città e quale sarà il suo futuro. (blog magazine: www.taomag.it).

Alcune mostre in calendario:

Tra le moltissime iniziative in calendario, il Museo Regionale di Scienze Naturali ospita due mostre di architettura: l'una, a cura di Gi.Arch. Coordinamento Nazionale dei Giovani Architetti Italiani con l'associazione Giovani Architetti Torino, espone Progetti di giovani architetti italiani under40, l'altra, Global Award for Sustainable Architecture, raccoglie i progetti vincitori del premio internazionale promosso da LOCUS Fund e dalla Cité de l'Architecture et du Patrimoine di Parigi, portata a Torino dalla rivista The Plan.

Nei giorni del Festival si conclude, con un incontro sul processo di trasformazione del Deposito tabacchi di Tortona, la grande mostra dedicata a Pier Luigi Nervi, in corso a Torino Esposizioni, alle cui opere è anche dedicato un itinerario guidato a cura di Urban Center Metropolitano (su autobus a due piani realizzato in occasione di Italia '61).

Visite guidate:

Dedicata a un altro grande maestro dell'architettura del Novecento è la visita guidata che il Comune di San Mauro e Burgo Group propongono al celebratissimo centro direzionale Burgo a firma dell'architetto brasiliano ultracentenario Oscar Niemeyer.

Workshop

Da segnalare anche la partecipazione entusiasta di enti di formazione che organizzano incontri, workshop e mostre: il Politecnico di Torino con le Facoltà di Architettura, IAAD e Accademia Albertina di Belle Arti, che hanno concentrato il loro sguardo sul rapporto tra rigenerazione urbana, periferie, spazio pubblico e arte.

Incontri e convegni: architettura, passeggiate, danza, cinema ...

Dedicati al tema spazio pubblico l'incontro curato da Fondazione Fitzcarraldo (Più arte e più design = più qualità dello spazio pubblico?) e quello a cura di a.titolo e Casartarc nell'ambito di Situa.to sul progetto d'arte pubblica "Il sipario del villaggio Fiat" a Settimo Torinese. A Biella Cittadellarte traccia la prima pagina di un "atlante dell'artecittà", sul rapporto tra pratiche artistiche e contesti urbani con la XIV edizione di "Arte al centro di una trasformazione sociale responsabile 2011".

Con grande soddisfazione il calendario di "Architettura in Città" ospita la conferenza "Frédéric Flamand: tra danza e architettura" (a cura di TorinoDanza, il 14 luglio alle 18.30 a Palazzo Bertalazone di San Fermo). L'intervento del direttore del Balletto Nazionale di Marsiglia, condotto da Carlo Orsini (Rolling Stone Magazine Italia), verterà sulle collaborazioni di Flamand con gli architetti Jean Nouvel, Zaha Hadid, Thom Mayne, Diller+Scofidio, Dominique Perrault, Ai Weiwei e con i designer brasiliani i Fratelli Campana, a mostrare il legame tra architettura, scenografia e coreografia.

Molte iniziative raccontano trasformazioni urbane recenti o prossime: è il caso degli appuntamenti curati dall'Ente Parco del Po torinese (seminario e passeggiata) dedicati al Po dei Laghi e al progetto della ciclostrada di 82 km del Canale Cavour, degli itinerari storico-naturalistici a Rivalta e ad Avigliana (oltre alle mostre sui recenti risultati dei concorsi di idee e di progettazione nelle aree OMA Chimica a Rivalta e Area Riva a Avigliana), degli incontri su Grugliasco futura (con la mostra Officine del paesaggio) e sul ruolo di porta sud di accesso all'area metropolitana di Torino del Castello di Moncalieri, della mostra della campagna fotografica dedicata a Spina 3 commissionata a un urbanista e a 4 fotografi dall'Unione Culturale Antonicelli.

Per il cinema si segnala la minirassegna "Cinema e Architettura" proposta dal Museo Nazionale del Cinema (15 luglio dalle 20,30 Cinema Massimo Sala Tre) con la proiezione consecutiva di "Le mani sulla città" di Franco Rosi (Italia 1963, 105', b/n) e di "Frank Gehry - Creatore di sogni" di Sidney Pollack (USA 2005, 83', col.). La rassegna cinematografica Up(stairs) curata dall'associazione Franti - Nisi Masa Italia propone invece proiezione e ouverture musicale nell'insolita location della terrazza della sede del FAI in via Francesco Dellala a Torino.

Iniziative informali per la cittadinanza:

Tra le iniziative che coinvolgono la cittadinanza in modo informale, in piazza, per le strade, la notte bianca in Campidoglio e il MAU Museo di Arte Urbana che organizza il 15 luglio "Rocciamelone Arts and Crafts by night": mostre, aperitivi, concerti presso gallerie e studi di artista, studi di architettura, botteghe artigianali e locali pubblici.

Collaborazione molto interessante è quella che si è instaurata con Fondazione Contrada Torino, Associazione Empirica e Magmaprogetti per il progetto urbano temporaneo Global warming Local Cooling Boscovittorio: in concomitanza con i giorni del Festival piazza Vittorio si trasformerà, per sei giorni, in bosco, con prato e alberi, arredi e attrezzature per la fruizione del verde e un programma fitto di iniziative volte alla sensibilizzazione e al coinvolgimento della cittadinanza sui temi dello sviluppo urbano sostenibile.

Spazio anche al design, con le iniziative del progetto DEGUCRÈ a cura del Museo del Design Galliano Habitat e di Domori srl che propone workshop per adulti e famiglie sul design del cioccolato. L'aperitivo architettonico "Spazio al gusto" (Zeroundicipiù e Casartarc - Facoltà di Biotecnologie) propone una nuova modalità di fruire l'architettura attraverso un menu frutto dell'interpretazione dell'edificio da parte del cuoco. E ancora gli "assaggi carloalbertini" nel parco del Castello di Racconigi fanno da corollario a "Progetti eccentrici", incontro dedicato al nuovo shop del Castello, raro esempio di "neo-neogotico".

I cantieri e le nuove architetture

Conclude questa lunga panoramica il ricco contributo portato al Festival da Urban Center Metropolitano, con due speciali visite guidate a cantieri in città (il discusso grattacielo Intesa Sanpaolo e l'innovativa Residenza 25 verde in via Chiabrera) e l'inaugurazione della nuova sede aperta al pubblico di UCM in piazza Palazzo di Città con la presentazione del volume "Torino contemporanea. Guida alle architetture", che raccoglie i cento più significativi interventi realizzati a Torino e nell'area metropolitana negli ultimi trent'anni.

Appuntamento: 14 - 17 luglio 2011
Torino e area metropolitana

+ Info: web architetturaincitta.oato.it/

Il Festival attiverà un Infopoint a Torino presso Palazzo Bertalazone di San Fermo, in via San Francesco d'Assisi, 14, che ospiterà il momento inaugurale (13 luglio ore 19,00) ma anche mostre e incontri per tutta la durata della manifestazione.