dubbi

messaggio inserito lunedì 13 settembre 2010 da annataylor71

annataylor71 : [post n° 240566]

dubbi

ciao a tutti!sono laureata, abilitata, iscritta all'ordine e al tribunale come architetto ma di fatto non ho mai lavorato!ho anche 2 bimbi, 11 e 6 anni, avrò fatto la scelta sbagliata ma secondo voi non ho la possibilità di poter lavorare? e se sì, da dove dovrei iniziare, che tipo di lavoro cercare?? sono un pò depressa, datemi un consiglio vi prego!!!
ladose :
Se posso permettirmi io comincerei a farmi altre domande e cioè: perchè senti l'esigenza di lavorare? è solo per avere qualche entrata in più? Sei stanca di stare a casa e hai voglia di rimettirti in gioco? Cosa sai fare? Hai la volontà di rimetterti a "studiare" (aggiornamenti , tecniche di rappresentazione digitale...)?
annataylor71 :
giuste domande, vorrei lavorare per mettermi alla prova, perchè non ho cercato prima e ora mi sento profondamente insoddisfatta della mia vita, non mi sento cresciuta è come se le mie aspettative si fossero fermate a 10 anni fa e sono ancora lì!! ho fatto un corso di Autocad ma era la versione 14, mi tengo informata sulle nuove versioni ma se non metto in pratica mi risulta difficile assimilarle. La volontà di rimettermi a studiare c'è, ma dovrei sapere con sicurezza quel corso a cosa mi porta, non voglio pezzi di carta che non posso spendere sul mercato del lavoro, non me lo posso permettere più.
vivi :
Ciao.
capisco la tua situazione anche se mi trovo in una completamente diversa, ma so cosa vuol dire non lavorare e sentirsi insoddisfatti.
non vorrei sembrarti sgarbata, ma sei sicura di voler fare l'architetto? mi spiego: se per tanti anni hai fatto la mamma senza sentire il bisogno di lavorare, forse adesso avverti questa esigenza solo perchè i tuoi bambini sono cresciuti, e hai meno impegni.
in ogni caso magari entrare nel mondo dei liberi professionisti potrebbe risultare difficile per te più che per giovanissimi colleghi, che pure sono disoccupati.. potresti magari tentare la strada del lavoro dipendente, mandando curriculum a studi che non cercano grandi esperienze...
o magari degli showrooms, negozi di arredamento e simili...
scusa se mi sono presa la libertà di dirti queste cose, ma spero ti saranno utili..
in bocca al lupo!
KITTY :
la domanda di vivi è più che leggittima, se quel 71 è il tuo anno di nascita vuol dire che hai 40 anni, quasi.
Io non vorrei essere dura, ma devi anche vedere bene che cosa sai fare della professione...voglio dire se hai 40 anni e non hai MAI fatto cose "da architetto" ma neanche lontanamente, ma hai fatto solo la mamma/casalinga, non so quanto il mercato del lavoro abbia da offrirti, visto che offre poco o nulla anche a tuoi coetanei con buona esperienza...

Io ci penserei un attimo, già la libera professione è dura per chi ha esperienza, si tiene aggiornato ecc...figuriamoci per chi da 10 anni (o anche più) è al di fuori di questo mondo. è vero che da qualche parte bisogna cominciare, ma sinceramente, se fossi in te, forse mi cercherei qualcosa di diverso...
luigi :
Per fare l'architetto non è mai troppo tardi....!
Io farei una precisazione.... Vorresti fare l'architetto o vorresti lavorare PER un architetto.
Nel primo caso non devi far nulla di particolarmente difficile... trovare solo qualche cliente che ha bisogno di un tecnico per rifare la casa piuttosto che per ristrutturare il negozio ecc...!
Nel secondo caso la questione non si pone nemmeno poichè il mercato è saturo fino all'inverosimile, lo sfruttamento è arrivato a toccare picchi mai registrati fino ad ora e non so fino a che punto ti conviene visto che hai famiglia e figli.
Per fare l'architetto devi avere passione e la volontà a tornare di nuovo a metterti in gioco potrebbe essere un segnale veramente positivo.
In bocca al lupo..!
caramella :
ciao, mi cogli sul vivo visto che ho 28, laureata, iscritta all'albo, sposata con un bambino di un mese e intenzionata a fare l'architetto da casa, poichè ho intenzione di crescere mio figlio e spero ce ne siano presto altri!!! riguardo la tua situaione pnso che tu sia svantaggiata per fare la libera professione (certo dipende anche dal tuo giro di amicizie, se domani hai un milionario che ti commissiona una villa no budget, problemi 0), ma una donna con figli già cresciutelli ha una marcia in + per trovare lavoro come dipendente, magari una grande ditta di edilizia o di arredamento (dipende anche da dove vivi), finalmente avrai il privilegio di essere considerata alla pari di un uomo e non con il cappio al collo del "ha intenzione di fare figi in futuro?"... in bocca al lupo e w le mamme architetto!!!
annataylor71 :
grazie a tutti, le vostre considerazioni sulla mia situazione sono giuste, leggo da diversi post quanto è difficile farsi l'esperienza in questo campo ma incredibilmente anche se non so quanto è difficile mi dico che se ci sono riusciti altri( di cui non ho grossa stima) ci riuscirei anch'io..penso che mi sono laureata pur avendo un bimbo di tre anni, vuol dire che qualche attributo l'avevo...anche la passione. credo che seguirò un pò i vostri consigli che non sono per niente male (nè sgarbati) accetto le criche che fanno crescere, prima di tutto una full immersion nei programmi di disegno (che mi affascinano da sempre) e poi tentare lo sfruttamento su studio o meglio in showroom.grazie per il tempo dedicatomi e crepi il lupo!
annataylor71 :
Luigi, il tuo incipit è favoloso!!!mi dai la speranza, e so anche io che per fare l'arch. ci vuole "diciamo poco", anche perchè avrei amici nel campo che mi darebbero delle dritte su eventuali problemi. Grazie !
annataylor71 :
Giusto kitty, il 71 è il mio anno ma c'è da dire che non sono poi tanti gli anni, certo se uno si fossilizza sulla data di nascita ..Il fatto è che durante la mia vita di mamma, non vedevo l'ora di liberarmi da quegl'impegni e cercare , leggere, disegnare e informarmi di architettura..il qualcosa di diverso l'avrei già, ma sinceramente in una tabaccheria tutto il giorno.. non mi stimola, ma grazie della tua risposta mi serve tutto adesso, perchè devo scioccarmi e rialzarmi...
Kia :
Ti faccio un grosso in bocca al lupo perchè è già difficile senza figli e avendo iniziato a lavorare appena dopo laureata....
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.