tremonti si rivolge ai geometri

messaggio inserito venerdì 22 aprile 2011 da salvatore

salvatore : [post n° 260680]

tremonti si rivolge ai geometri

Tremonti sul nuovo piano casa e sul rilancio delle opere publiche si rivolge al pubblico dell'assemblea annua dei geometri...Il presidente dei geometri Fausto Savoldi ha sottolineato l'impegno della categoria "per cogliere tutte le opportunita' offerte dai finanziamenti europei e per le quali gia' 6.500 geometri hanno manifestato il loro interesse"
Lilith :
mmmm anche per la sanatoria catastale in scadenza l'Agenzia del Territorio ha stipulato una convenzione con l'Ordine dei Geometri...il nostro di Ordine dorme sempre, oppure (di questi tempi) l'architetto "nn ha bisogno" (leggi: si degrada) di lavorare con pratiche catastali?
mah...
siland :
Sono pienamente d'accordo con Lilith: ma il nostro ordine dov'è?????
lidia :
prima di diventare architetto sono stato geometra (e lo sono tuttora)...da un bel po di anni uso esclusivamente il titolo di geometra...purtroppo ormai il ruolo dell'architetto è svuotato di ogni sua originaria essenza, ed io mi sono adeguata ai tempi...se mi presento come geometra ho più considerazione ed attenzione che nel presentarmi come architetto...siamo allo sbando e tremonti di certo non ci aiuta...ed aggiungo anche chi ci rappresenta!se potessi neanche più verserei la tassa annua di iscrizione all'ordine!
e.c. :
il nostro amatissimo Ordine vuole "li sordi". Le quote che siamo GIUSTISSIMAMENTE tenuti a versare.





















E basta.
Isil :
Purtroppo Lidia ha ragione quando dice che il ruolo dell'architetto è svuotato di ogni sua originaria essenza. Il nostro caro ordine..........come se li prende i suoi 209 euri (quota per gli iscritti dal 4 anno in poi all'ordine di roma)..........quando ti rincuori e di " non può andare peggio di così....scopri che qui il peggio non ha fine!
dan_ark :
E' giusto quello che dite però è stato sempre così, non è che stà succedendo adesso, l'italia è il paese dei geometri e dei muratori, per un muratore è inutile la figura dell'ingegnere perchè tanto i calcolili li fà lui a occhio, così come per l'italiano medio la progettazione la fà il geometra e non l'architetto.. la denuncia dei redditi l'italiano la fà da solo e non và dal commercialista, i ricorsi li fà da solo e non và dall'avvocato, tanto ormai non arrestano più nessuno...l'elettricista per l'italiano medio non serve me lo faccio da solo l'impianto...l'idraulico non serve ci pernso io....devo continuare? gente riflettete non è un prolema solo nostro (anche se proviamo a fare il lavoro più bello e invidiato del mondo) ma è un problema delle libere professioni (eccetto il geometra e il muratore) nei confronti dell'italiano medio.
un saluto
PS. state tranquilli che quando l'italia svecchierà e speriamo presto saremo tutti più contenti
francesco :
Oh ragassi, ma che siam passi!
Mica siam qui a pelare le ciliege!
(Grande Crozza)

Vabbò a la citazione crozziana volevo solo dire che concordo con lo stato d'animo generale che ci colpisce: tristi, abbandonati e sopratutto non considerati.
Ma c'è più di una nota positiva in tutto ciò:
-possiamo andarcene e lasciar marcire il sistema su stesso

oppure

-possiamo contribuire ad accelerare lo sfacelo generale
per poi ricominciare da capo.

Le altre opzioni sono scartate a priori in quanto prevedono in ogni caso la nostra sconfitta o cmq la perdita inutile di tempo a cercare di inculcare negli italiani che serviamo
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.