mesi di prova

messaggio inserito martedì 31 maggio 2011 da anna

anna : [post n° 264102]

mesi di prova

Cerco colleghi, architetti o ingegnere, che nell'ultimo anno e mezzo hanno lavorato presso lo studio dell'ing. Franco Tufi a roma, vi prego di contattarmi al seguente indirizzo di posta elettronica: email. Grazie a tutti
DR COSTA :
Che strano annuncio, non vi hanno pagato???
Di solito i mesi di prova non li paga nessuno...
Kia :
Non è vero in senso assoluto quello che dice DR COSTA. A me i mesi di prova sono sempre stati pagati. Era la prima cosa che mettevo in chiaro altrimenti ciao ciao.
Perri :
Come Kia anche per me i mesi di prova dovevano essere pagati...altrimenti anch'io ciao ciao.
Kia :
Ooooh finalmente qualcun'altro che nn accetta passivamente questa cosa dei mesi di prova nn pagati. Ci rendiamo conto che alla commessa che va a fare una mattina di 4 ore di prova in negozio vengono pagate tutte? ma siamo impazziti ad accettare mesi di prova senza essere pagati? se uno va bene o meno per un determinato studio si vede subito anche solo con una settimana, che comunque secondo me va pagata.
Edoardo :
Potrei accettare uno studio di Firenze che "Mi prova" e non mi paga ma mi offre vitto gratis da Pinchiorri, pranzo e cena tutti i giorni, con disponibilità illimitata della cantina... ...sarà che ogni volta ci scendevo davanti col 14...

Se invece, trattando, mi offrono vitto al "Cibreo"... ...devo pensarci.
Edoardo :
Le sparo grosse, ma anche solo "volersi un pò più bene", in molti casi, può essere in incipit efficace.
DR COSTA :
La questione è : Siamo sicuri che al posto mio non prendano un'altra persona ?? Hai altre alternative ??
Chi non ha mai dovuto farsi queste domande a fatto bene ad insistere sul pagamento dei "mesi di prova", ma molto spesso capita di dovere fare dei sacrifici per imparare la professione.
Non credo che chi accetti mesi di prova pagati con rimborso spese sia lo scemo di turno; può capitare di trovare studi che non pagano o pagano poco, ma fa parte del gioco.
La cosa peggiore è svendersi dopo, lavorare per una miseria, fare preventivi al ribasso del 70 % non stare tre mesi non pagati in uno studio appena laureati.
DR COSTA :
Questo perchè : primo nessuno è obbligato ad assumerti o a darti il lavoro, secondo se non trovi uno studio voglio vedere dove impari a fare l'architetto, terzo siamo il paese con più architetti al mondo e al posto tuo troveranno sicuramente altre persone, anche più brave di te.
In questa situazione vorrei vedere chi non si fa qualche mese gratis.
Se poi una persona ha la fortuna di trovare chi la paga subito 1400 € netti al mese, viene assunta con tredicesima, quattordicesima, ferie e malattie pagate allora buon per lei.
Dubito di questi tempi......
Kia :
x dr costa.
Ovviamente è solo questione di esperienze personali, però uno dopo 5 anni di università il computer e il telefono lo sa usare e sono queste le cose che vengono normalmente richieste al neolaureato e cioè rispondere al telefono, fare da aiutante dei colleghi + anziani per quanto riguarda disegni vari.
Ho scartato due studi che nn pagavano e ma soprattutto nn mi sapevano neanche dire quando mi avrebbero pagato (tipo che potevo stare anche 6 o più mesi senza vedere il becco di un quattrino). Nel frattempo lavoravo pagata da un'altra parte (lavoro che nn c'entrava nulla con architettura)mentre facevo colloqui. Alla fin fine (2 mesi e mezzo con vacanze natalizie comprese) ho trovato uno studio che faceva al caso mio e dove io facevo al caso loro. Numero 3 mesi di prova in ritenuta d'acconto PAGATI perchè evidentemente hanno ritenuto che le prestazioni da neolaureato di cui sopra valessero comunque una determinata cifra. Ed è giusto così. Ci siamo piaciuti a vicenda e la cosa è durata quasi 4 anni. Sono d'accordo con te che nessuno è obbligato ad assumere o a dare lavoro ma se si ragiona sempre che a voler essere pagati si fa peccato, allora lavoriamo tutti gratis, facciamo beneficenza, perchè tanto come dici tu lo troveranno sempre uno + bravo che ti rimpiazza. Ma io lavorare gratis nn ci penso neppure. Se devo stare senza un reddito preferisco andare in spiaggia. Ma scusa, eccheccavolo.
Kia :
Anche perchè, diciamocelo, la tendenza generale è quella di non farti mai sentire all'altezza di niente negli studi per pagarti poco o non pagarti proprio. E non è questione dei 3 mesi di prova gratis, qua in generale non è mai ora di essere pagati! Perchè sempre non saprai fare qualcosa e sempre te lo rinfacceranno. Quindi è bene secondo me partire già da subito con un minimo di autostima per non trovarsi poi anche dopo anni a auto-svalutare il proprio lavoro.
DR COSTA :
X KIA:
In spiaggia non impari a fare l'architetto.......se hai la possibilità di scegliere fai bene a scartare studi, ma il rischio è di rimanere a spasso, senza soldi e soprattutto senza avere imparato nulla.
Non dico che sia una bella cosa dopo anni di sacrifici passare qualche mese con rimborsi spese....ma è uno sforzo accettabile se finalizzato ad un rapporto di lavoro duraturo.
Per quanto riguarda il sapere usare il pc ed il telefono dipende dagli studi, può capitare di trovarsi subito a consegnare un PDC e non sapere nemmeno da dove iniziare, ma è proprio così che si impara subito a muoversi in questo lavoro.
Kia :
X Dr Costa:
lo studio dove ho iniziato a lavorare appena dopo la laurea era uno di quelli che credeva nella "terapia d'urto", nel senso che si faceva veramente di tutto (contabilità, assistenza alla d.l., le pratiche solite, lavori privati e pubblici,ecc.) oltre a disegnare e rispondere al telefono e di quello li ringrazierò sempre perchè mi hanno veramente svegliato dal torpore irrealistico dell'università. Quanto alla questione che sia uno sforzo accettabile stare gratis (tra l'altro prima si parlava di gratis e nn di rimborso spese che se decoroso ci può stare benissimo per iniziare) "se finalizzato ad un rapporto di lavoro duraturo" vorrei sottolineare che tu stesso dici che nessuno ha obblighi di dare lavoro o assumere quindi ...chi lo sa se il lavoro è duraturo? Vogliamo fare 3 mesi da una parte gratis, 3 mesi da un'altra gratis, altri 3 mesi gratis perchè ci sarà sempre qualcosa che nn so fare ...e intanto sono 9 mesi. Si può andare avanti all'infinito. E tra l'altro non è detto manco che siano esperienze istruttive perchè dipende molto da in che studio capiti. Non è detto che con 3 mesi gratis impari a fare l'architetto. E poi essere pagati per una prestazione lavorativa qualunque essa sia anche se stati imparando, responsabilizza. L'apprendista dell'idraulico mica lo fa gratis e neanche lui nasce imparato. Fa l'aiuto e si scarrozza la borsa con gli attrezzi quindi qualcosa fa. Idem l'architetto neolaureato o semplicemente l'archittetto che ha deciso di cambiare studio perchè anche ad uno che ha qualche anno di esperienza di studio possono proporre periodo gratuito di prova di 3 mesi.
Edoardo :
Il problema, appunto, è fidarsi.
Un periodo di prova in cui ti usano e non ti pagano non è imho il preludio di nessun tipo di rapporto. Errare è umano, perseverare diabolico.
Sarebbe bello trovare ambienti stimolanti dove mettersi alla prova, dare e ricevere, presso studi aziende che vedono la tua persona come un investimento e non solo, speculativamente, il num. di tavole o la pratica che produci o altro.
A quel punto digiunerei se ne valesse la pena, altro che Pinchiorri.



....però quel chiosco con la trippa all'angolo di via dei Macci, cè ancora?.....
Edoardo :
Ma poi, siamo sicuri che chi offre le prove ha bisogno di questi "periodi" per capire il livello del "provato"???
E' come se uno andasse in concessionaria e chiedessi: "Mi date gratis una Porsche 911 Turbo S Pdk per 2 mesi che la provo? Poi MAGARI stacco l'assegno..." ...poi dopo 2 mesi: "Che schifo il PDK, vado a provare la 458 Italia, grazie e arrivederci".
Che si facciano 3 colloqui seri, concertati come date, con book ed altro... ...chi sa riconoscere la qualità e le competenze necessita di poco tempo.
Per me le prove devono essere queste.
perplesso :
Edoardo, Kia, Dr Costa
ognuno dalla sua ha ragione, nel senso che dite tre cose vere, ve lo dice uno a cui è capitato quello che dite voi.
Punto uno: Lo ammetto non è che abbia cercato molto all'inizio, ma ho preferito andare in uno studio in cui mi tenevano in "prova" ma imparavo molto, piuttosto che altre maree di studi in cui non avrei imparato proprio un bel nulla visto che avrei solo fatto 3d e simili........é allucinante che uscito dall'università (110 e lode e pubblicazione) non sapessi fare nenche una DIA , non potete capire la vergogna quando il geometra dello studio con molta disponibilità si è messo vicino a me e mi ha spiegato cosa fare......(premetto che mi soono dovuto ricredere molto sui geometri, loro almeno le poche cose che sanno fare le fanno molto bene) Ci tengo a precisare che dipende molto dallos studio in cui vai a finire, io adesso percepisco un rimborso spese dopo alcuni mesi in "prova", ma è uno studio che lavora talmente tanto e a 360 gradi che da quando sto li non mi capita mai di fare la stessa cosa. E' pur vero che non si può stare in prova a vita..........(anzi da persone quasi normali ho orari molto flessibili, non vado tutti i giorni ecc.)
Punto due: Kia tu hai ragione, qualsiasi forma di attività lavorativa va pagata, come dici tu idraulico, elettricista, parrucchiere, commessa....vengono pagati per le loro prove.....Ma arrivo al punto tre...
Punto Tre: come dice DR costa, ma se te ne stai a casa non imparerari mai nulla, è ovvio che devi stare in uno studio che ti insegna qualcosa e se non ci rimetti le spese è meglio; e se non hai alternative dove ti avvii? a quel punto tanto vale andare a fare un altro mestiere.......( come dice KIA)
Punto quarto: Edoardo tu hai ragione, i capi o chi per essi se ne accorgono subito servi oppure no.....c'è un solo problema, se poi tutti sottistiamo al sistema allora andrà avanti così per sempre, ovviamente tutto ciò è un sistema tutto all'italiana....................
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.