Rendering professionali via web

messaggio inserito martedì 23 ottobre 2012 da Luca

Luca : [post n° 301757]

Rendering professionali via web

Salve,
volevo chiederVi un parere riguardo a un progetto che ho intenzione di avviare e sul quale sto lavorando.
Da tanti anni mi occupo di visualizzazione architettonica multimediale, quindi di realizzazione di Rendering e Video Professionali per l'architettura e il design.
Vorrei realizzare una piattaforma web interattiva per architetti i quali possono commissionare rendering direttamente online e scaricarli, sempre, tramite sito o posta elettronica.
Il committente (architetto, tecnico, ingegnere...) invia un dwg con i disegni tecnici ben fatti e ben descritti, eventuali foto e suggerimenti testuali. Il rendering verrà preparato in 5/7 giorni lavorativi durante i quali il committente può vedere, tramite area a lui riservata sul sito, il "work in progress".
Al termine del lavoro verranno pubblicati sul sito i rendering con una filigrana (cioè una scritta posta sopra l'immagine) affinchè il committente possa valutarne la correttezza. Se li ritiene corretti procede al pagamento e potrà quindi scaricare i rendering veri e propri in alta risoluzione.
Il pagamento potrà a venire via bonifico, vaglia, paypal, postepay. Ovviamente con rilascio di relativa fattura.

I prezzi variano in base alla qualità del rendering: basic, medium, advanced (fotorealistico) in base alle necessità del cliente.

Cosa ne pensate? Lo utilizzereste un servizio così? Provereste quantomeno ad utilizzarlo? Mi piacerebbe sapere la vostra opinione. Grazie. Saluti
Luca
Edoardo :
Se esiste ancora la possibilità di farsi pagare per renderizzare credo sia un'ottima idea. Ovviamente se quei ragazzini (pure 40enni) che prestano opera gratuitamente presso quella minima parte di professionisti che ha bisogno di rendering sanno PURE usare programmi con radiosity, gizmo, mappe per rugosità, canali alpha per i blocchi come piante e persone.... ...la vedo un pochino duretta.
Io lo faccio come attività complementare, a livello semi-professionale... ...ma farmi pagare specificatamente credo sia molto arduo.
Luca :
Ciao Edoardo, diciamo che molti molti studi non sanno proprio ne come si fanno rendering ne tantomeno, spesso, a chi rivolgersi per farli. Nessuno, di norma, si può permettere un modellatore da tenere fisso in studio stipendiato. Normalmente ci si rivolge al modellatore quando capita l'esigenza di avere un rendering pagandolo pochissimo. Questo in realtà non è quello che vorrei offrire io. Io vorrei offrire una piattaforma professionale in cui i rendering si paghino il giusto e dove escono rendering di qualità.
Ho inoltre strutturato la piattaforma in 3 tipologie di rendering in base al budget (base, medio, avanzato). Ho notato che quasi a nessun professionista interessa il fotorealismo.
La piattaforma vorrebbe solo accorciare i tempi e fare tutto online...attitudine che spero si solidarizzi nel prossimo futuro!!!
Trilly :
Mi dispiace frenare il tuo entusuasmo ma la penso come edoardo: il mercato é saturo di chi lo fa gratuitamente o poco piú.
Edoardo :
e pensare che i miei insegnanti CAD, nel 1992 prendevano 30.000 lire l'ora per rivelare ai tecnici come si usava Autocad 2d base.
milena :
Sono d'accordo con chi ha già detto che il mercato è saturo. Ma saturo non nel senso che tutti sappiano usare 3D Studio Max questo no (ora non so tu che programmi usi ma per fare un render veramente fotorealistico e fatto con tutti i crismi devi usare quello).....ti dico solo che ho fatto un colloquio in uno notissimo studio romano (non a livello di Fuksas come notorietà però un gradino sotto) e mi è stato risposto che loro non usano 3D Studio Max perchè costerebbe troppo, sai cosa usano??? Sketchup!! Mi ha chiesto se sapessi usarlo e io ovviamente gli ho risposto stizzita che lo uso solo per fare gli studi dei volumi/ombre nella prima fase di progetto. Sketchup...un programma che anche un mio amico laureato in fisica ha imparato ad usare da solo per arredarsi casa, pensa un pò che professionalità che abbiamo qui in Italia....Mi ha detto che 3D Studio lo usa solo lo studio di Fuksas che può permettersi di pagare un renderista e di compare un pc degno di tale programma.
Sostanzialmente quindi quando tu parli di "realizzazione di Rendering e Video Professionali" stai offrendo qualcosa che a loro non serve perchè non vogliono la professionalità, l'unica cosa che gli importa è il prezzo quindi o ti svendi oppure a loro non servi perchè tanto hanno già il ragazzo/la ragazza in stage rigorosamente GRATIS che sicuramente saprà barcamenarsi con Sketchup e qualcosa ne uscirà fuori. Questo è il mio umile punto di vista poi valuta tu.
sissi :
ciao Luca! Io non saprei fare un pronostico su questa tua iniziativa però vado contro corrente: so che non è la regola ma in tutti gli studi in cui ho lavorato io (lavoro da 8 anni e ho cambiato 4 studi) i render li facevano fare a collaboratori esterni e cercavano anche una certa qualità, con conseguenti compensi abbastanza alti.
L'idea a me sembra ottima ma, ti ripeto, non so se esistono già servizi simili o se ci siano in concreto buone possibilità che la cosa prenda piede.
In bocca al lupo!
pepina :
ciao Luca, so che dei miei compagni di università hanno aperto uno studio di render. Non sono on line, ma hanno iniziato a suonare porta per porta ai professionisti, arredatori, negozi ecc proponendo il loro portfolio. Si stanno facendo conoscere e lavoricchiano...Mi sembra un'utopia che il committnte ti dia sempre 3d in dwg ben fatti....in bocca al lupo!
Edoardo :
Io uso REVIT/ADT e per fare il modello uso gli elementi parametrici SOLO per i tetti a falde e i muri... nel senso che converto tutto in elementi di massa e poi solidi con layers=materiali per il passaggio a Viz Render(3DS max adattato). Praticamente i software costosi stringi stringi servono a poco, nella pratica.
Luca :
Io però sinceramente ho avuto esperienze un po diverse da quelle che alcuni di voi descrivono.
Io ho lavorato per diversi mesi in uno studio di Roma e non certamente gratis. In questo studio c'erano 2 grafici che si occupavano rispettivamente del 3D e della post-produzione in Photoshop (addirittura). Entrambe pagati discretamente bene. Unico neo ovviamente è che erano a p.iva.

20 giorni fa ho fatto un colloquio con uno studio di Roma che cercava renderisti e sono entrato in collaborazione con loro. Sto attendendo il primo rendering da realizzare. Pagano 200 euro a rendering, a cui va tolta l'iva ma, sinceramente, mi sembra un'ottima cifra.

Io uso 3D Studio con Vray, conosco anche altri software ma cerco di fare sempre rendering di impatto perchè mi sembra di aver capito che è questo che gli studi cercano. Il rendering serve per "sedurre" e quindi l'impatto ci deve essere per forza.

Comunque 3D Studio, a mio avviso, non è l'unico software all'altezza. Cinema 4D è altrettanto interessante. Sketchup, bhe, siamo ad un livello neanche nominabile ma, anche da li, con un eccessivo uso di PostProduzione in Photoshop i risultati sono discreti.

In linea di massima agli studi interessa molto poco se tu sei laureato per fare i rendering o se hai avuto altre esperienze in merito. Le uniche due cose che gli interessano sono: la velocità nel realizzarli e il prezzo basso. Però "basso" non significa "gratis". Mi è stato proposto di fare "esperienza" gratis ma, poichè sono contrario a questo tipo di trattamenti (e certamente non per mancanza di modestia ma per dignità) ho rifiutato allegramente, sempre!!!
Luca :
Rispondendo a Pepina. Non ho mai detto di voler ricevere 3D in dwg già fatti. Ho detto che i committenti mi inviano il dwg di piante, prospetti e sezioni e io da li tiro fuori il 3D. E' ovvio che non intendo il 3D già fatto, sennò quale sarebbe il mio lavoro??? :)
Gianluca :
Ciao Luca è bello leggere la tua grinta ma la tua idea è obsoleta.
Non stai proponendo nulla di nuovo in quanto ci sono molti colleghi che hanno creato i loro siti, in cui vengono offerti ampi servizi di renderizzazione on-line ma non so ovviamente dirti se lavorano o meno.
Bisogna andare a sentore!
Io penso che il mercato è molto saturo, nel senso che la qualità di renderizzazione si è alzata di livello ed i prezzi si sono decisamente abbassati, per via dell'abolizione delle tariffe minime.
Nella contrattazione il libero professionista si deve accontentare per lavorare e, a volte, rinuncia anche al servizio di renderizzazione.
Ora è il tempo degli stages... Domani chissà!
In bocca al lupo, Luca!
Luca :
Ciao Gianluca, ti ringrazio per il tuo intervento.
Ho fatto ampie ricerche online ma purtroppo, aimè, non ho trovato una vera e propria PIATTAFORMA WEB per la GESTIONE di rendering online.
Un conto è commissionare un rendering via e-mail.
Un conto è avere una piattaforma web con una propria AREA RISERVATA in cui controllare il work-in-progress dei rendering, chiedere modifiche direttamente in quella pagina (tramite commenti), avere un help line chat diretta con il modellatore in qualsiasi momento, controllare i rendering e poi scaricarli.

Non so se la mia idea funzionerà. La ritengo "innovativa" perchè non ci sono siti strutturati similmente che lo fanno. Ci sono le e-mail, ma quella è un altro discorso. Ci proverò e vi farò sapere.
Essendo abbastanza pratico di webdesign non sto spendendo niente per realizzarla se non il tempo quindi, se andasse male, non ci rimetto niente, forse qualche cosa in pubblicità.
desnip :
A me l'idea piace. Forse perchè se avessi necessità di un rendering una tantum, non potrei certo permettermi di assumere una persona fissa, mentre un servizio così sarebbe davvero utile.
milena :
@Luca: scusami ma secondo me ti conviene valutare attentamente appunto questa questione del prezzo basso appunto affinchè non sia tu a rimetterci.....se sono disposti a pagare 200 euro e, come dicevi all'inizio del post, ci metti 5/7 giorni, vuol dire che a fine mese guadagni 800 euro. Con quella cifra poi devi farci uscire l'iva....non mi sembra affatto conveniente.....
Ammesso che si riesca a modellare e renderizzare anche in 2/3 giorni (che vuol dire essere veloci come schegge e maghi dei settaggi in v-ray) arriveresti a guadagnare forse il doppio ma dubito sia concretizzabile nella realtà, dovrebbero commissionarti 2 render a settimana ma avrai inevitabilmente periodi di "buchi"nelle commesse.
Poi fatti pagare qualcosa prima così se poi ti dicono che non lo vogliono più e tu intanto hai già fatto modellazione ecc. ti puoi rivalere sulla carta di credito.
trilly :
posso essere nuda e cruda?
finchè continuerà ad esserci l'economia ferma e il settore in crisi...renderings, ace, docfa..online, via mail, via posta, con un piccione viaggiatore....sarà sempre la solita solfa.
mercato saturo, onorari ridicoli, pagamenti inesistenti o ritardati.
apprezzo tantissimo lo spirito imprenditoriale e la voglia di fare e credimi che hai tutta la mia ammirazione e cmq, se sei fermo perchè non stai lavorando, fai BENISSIMO a provarci. al massimo, come dici tu, avrai perso il tempo di realizzare il sito.
MA (era ovvio ci fosse un ma) io non credo che ne possa nascere un grande business...
non c'è uno studente di architettura che, al giorno d'oggi, esca dall'università senza sapere usare almeno due programmi di modellazione e rendering. senza parlare della postproduzione in photoshop.
in bocca al lupo!
Luca :
Ciao trilly,
in realtà si sono fermo...io sono un laureando ma ho sempre lavorato come modellatore 3D da freelance e come collaboratore per alcuni studi.
In questo periodo sono fermo per via della tesi e degli ultimi esami ma ho comunque tempo di lavorare.
Pertanto qualsiasi entrata andrebbe bene. Una volta laureato questa attività potrebbe diventare "complementare", ammesso che il lavoro ci sia e vada bene (dubito fortemente).

Per quanto riguarda gli studenti e la loro attitudine al 3D io vedo che ci sono grandi difficoltà in merito perchè le università, perlomeno la mia, non insegnano a fare rendering che siano presentabili. Forse insegnano a fare modelli 3D elementari ma non il rendering che è un altro paio di maniche.
E' anche vero che con un po di photoshop qualche "miracolo" si può anche fare...ma anche quello bisogna saperlo usare e l'università non lo impara certamente. Insomma...hai ragione e condivido quello che dici in larga parte. E' un vero periodaccio un po per tutti architetti e non.
pepina :
avevo capito male, scusa. Bè potrebbe essere un'opzione sconto fornirti già il 3d :)
Luca :
Hai ragione, non male l'idea! ;)
desnip :
Certamente ci si può lamentare di tante cose che l'università non insegna a fare, ma l'ultima dovrebbe essere il rendering...
Già l'università sforna architetti che dovranno imparare a fare gli architetti, ci mancherebbe pure che sfornasse abilissimi disegnatori, ma che non hanno niente a che fare con l'architetto.
Edoardo :
E' qui che caschi, desnip. Spocchiosamente (forse inconsciamente) ignori che il saper rappresentare è intimamente connesso col saper vedere, ergo col saper immaginare. Il processo è reversibile, e spesso quelli che tu consideri "disegnatori" hanno la capacità di "far parlare" i progetti, spesso sopperendo a carenze progettuali di chi "sa fare l'architetto". Ovviamente se per te saper fare l'architetto non significa saper disegnare/immaginare ma è mero professionismo ti do pienamente ragione. Non per nulla i grandi architetti sono sempre stati disegnatori eccelsi (per la loro capacità di tradurre l'immaginazione ed immaginare col disegno), ed ultimamente fanno spesso ricorso a programmi dove (con meno spocchia) studiano le luci, i materiali, gli spazi. La penso così, scusa per la mia franchezza. ;-)
desnip :
Non sono d'accordo. Un buon architetto può essere un grande disegnatore, ma un buon disegnatore può essere anche un pessimo architetto.
Edoardo :
Se disegna farfalle sì. ;-) Il risultato di un progetto e la sua genesi richiedono la capacità di saper vedere l'architettura e di come essa sarà. Il renderizzare, spesso erroneamente considerato un processo a valle da scaricare ad altri, è invece un'attività intimamente connessa col controllo del progetto e spesso chi fa architettura utilizza rendering di studio per capire spazi, volumi, prospettive, luci, materiali. Ma io non faccio distinzione tra renderizzazione, studi tridimensionali, schizzi e studi a mano libera... perchè fanno parte tutti dell'attività di progettazione, quindi necessitano della capacità di essere ANCHE degli architetti. Il disegno non è solo tecnica, neppure al computer ma richiede conoscenze e una sensibilità specifica... che non tutti hanno e spesso se ne vedono i risultati ANCHE per questo.
desnip :
Tante belle chiacchiere. Ma la realtà non è così.
Gianluca :
Oggi un ottimo architetto/modellatore ha in mano la progettazione, molti studi importanti utilizzano questa figura professionale.
Il modello è come una sezione trasversale, se ne hai gran cura non ti tradisce mai!
Senza modello non si potrebbero gestire le architetture organiche che tutti noi conosciamo, progetti portati avanti da colleghi/modellatori che neanche conosciamo perchè lavorano dietro le quinte...
Sulla renderizzazione nutro qualche dubbio, col tempo si ritornerà alla prospettiva stampata su carta acquarellabile con sagome umane schizzate a mano ma gli applicativi 3D saranno sempre più potenti...
Forse desnip pende più per quelle belle prospettive degli anni '70/80... èh, magari ad essersi laureati in quegli anni...
desnip :
Uè, Gianluca, ci tengo a precisare che non mi sono laureata in quegli anni: facevo le elementari!;-)
In ogni caso non sono affatto così nostalgica, anzi non lo sono per niente. Propendo sempre per la tecnologia, basta dirti che sono tra i pochi amanti della lettura che apprezza gli e-book. Quindi disegno al computer for ever.

Per il resto, voglio solo dire che per essere un buon renderista o modellatore non devi essere affatto per forza un buon architetto, infatti ci sono tanti che fanno questo lavoro e non sono architetti.
Gianluca :
L'architetto/modellatore è quel muratore che sa anche di latino, per usare una definizione molto cara all'Alberti.
Il renderista è quel muratore che non conosce la geometria se non quella di riflesso che è costretto a subire cimentandosi nel programma e che l'esperienza fa apprendere al cervello, costretto a catalogarla nei depositi della memoria... ... ... Ma Desnip, se hai un buon libro appena comprato, stampato su carta e collanti, ti passa tutto, pure la fame e si riposano gli occhi... :)))
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.