Senza parole

messaggio inserito giovedì 13 dicembre 2012 da carrie

carrie : [post n° 305434]

Senza parole

Oggi un fornitore è venuto in ufficio a portare i regali di Natale e, oltre a quelli per il capo ha portato una pianta stella di Natale per me dicendo:"E' per te, Buone Feste!". Io tutta contenta e un po' stupita ho ringraziato e l'ho posata di fianco alla mia scrivania. Dopo un paio d'ore il mio capo la prende ed esordisce dicendo:"Bhe, questa dove posso metterla? Sarà meglio che la porto a casa altrimenti qui finisce che muore!". Era lì quando mi è stata regalata, ha sentito che era PER ME. Sono rimasta scioccata, mi ha fregato il regalo!!!
PINKk :
A me l'hanno scorso il mio capo ha fregato un panettone con farcitura al pistacchio....
Edoardo :
A me i titolari regalano regolarmente un panettone ed una bottiglia di Berlucchi che regolarmente porto ai miei zii senza neppure toglierli dalla macchina. Domanda: ma non è che i vostri "capi" hanno veramente fame? Comunque, appena vi arriva qualcosa da mangiare abbiate in mente HOMER SIMPSON, e non correrete rischi.
ponteggiroma :
scusa edoardo mi sorgono 2 domande...
1) non ricordo cosa faccia homer simpson me lo diresti?
2) ma quindi hai degli zii che vivono nella tua macchina?
Edoardo :
1) Homer se sarebbe magnato tutto e subito (vedasi ciambelle DONUTS)
2) No, in macchina penso vivano altre forme di vita mono e pluricellulari ma gli zii no, altrimenti non potrebbero cucinare per Natale e ciò mi rattristerebbe assai.
Appello a tutti i collaboratori, dipendenti e dirigenti degli studi: MANGIATE TUTTO CIO' CHE POTETE E CHE VI PASSA A TIRO.
...comunque l'effetto del brulé sta gradualmente passando: l'etilometro segna 2.
ponteggiroma :
vacce piano col brulé ... non concorda tanto con le archisculture, vengono piuttosto RIGIDE!
Ily :
Scusa se te lo dico Carrie, ma non potevi dirgli "GUARDI CHE E' UN REGALO PER ME, SICURAMENTE DEVE AVER CAPITO MALE"?
E poi ci lamentiamo che ci mettono i piedi in testa... Capisco che uno su stipendio e orari possa non avere molta voce in capitolo e/o potere contrattuale, ma almeno su queste cose possiamo farci rispettare, no?!?
pepina :
Carrie scusa ma io avrei puntualizzato che era il tuo regalo. Sicuramente il capo si farà bello con la moglie oppure, se ti va bene te la ricicla come regalo di natale x te.
sabcor :
io non ho mai avuto niente........:-/
mia :
Io sono in uno studio "comunista": si aspetta l'ultimo giorno prima delle ferie, poi si aprono TUTTI i cesti e ci si divide il contenuto in base ai gusti personali. Non mi sembra giusto scegliere perchè i regali non sono per me, eppure mi porto quasi sempre a casa le cose migliori!
He! Il senso di colpa natalizio...
inca1996 :
che vergognoso il tuo capo carrie!!!
pensa che a me uno con cui avevo lavorato mi aveva riciclato un panettone che gli avevano portato dei fornitori, ovviamente io avevo visto quando glielo avevano consegnato...e avevo anche visto che lui non si era minimamente preso la briga di acquistarmi alcun regalo (ovviamente)...beh quando sono uscita quel giorno l'ho regalato al primo senzatetto in stazione che ho trovato.......
Vale 79 :
@mia da noi si fa una cosa simile... tutti i cesti che arrivano vengono "smontati" e si fa una lotteria, così per democraticamente tutti si portano a casa qualcosa... (NB quast'anno, fino ad oggi, non ne è arrivato neanche uno...)
mea :
è successo anche a me.......la scorsa settimana, un cliente ci porta una cassa con 6 bottiglie di soave dicendo......"dividetevele tra te e il capo, buon natale e grazie di tutto".
Lui arriva e mi dice....."ah D. ha portato una cassa di vino"......e io "sì, ha detto di dividerle con auguri di buon natale"
e lui...."mah, non credo....la scorsa settimana gli avevo chiesto se me ne portava una cassa"
E CHE CACCHIO.....TIENTELE E STROZZATICI!
ponteggiroma :
mea nooo ...il "soave"! questo non lo doveva fare, fossero stati panettoni glieli avrei lassciati tutti, ma il "soave" proprio no! Licenzialo!
mia il vostro comportamento non mi sembra tanto "comunista", ma connota una certa tendenza al "compromesso storico" direi ,in quanto poi fate la corsa ad accaparrarvi i migliori, troverei più "comunista" quello di vale 79
pepina :
noi lavoriamo solo con enti pubblici quindi il problema di dividere i regali non si pone :(
mia :
ponteggiroma: a me è sempre sembrata una bella forma di condivisione; comunque mi rimetto al giudizio degli esperti nel settore ;)
led :
Anche da me le cose non cambiano!!
E' da parecchi anni che lavoro nello stesso studio e con l'arrivo del Natale
mi ricliclano il panettone che gli arriva da qualche cliente o in regalo dalle
banche a cui fanno le perizie......ma quest'anno ancora niente...perciò sono in fermento su come fare. Mi è successo, nel caso gli arrivasse mentre sono a casa in ferie... costretta perchè vanno a sciare....me lo propinano al rientro dicendo che mi son dimenticata di prenderlo, come avessi avuto la sfera di cristallo. In compenso il presente che faccio io allo studio, qualcosa di cartoleria visto che manca sempre tutto (matite, gomme, penne ) ...magicamente dopo qualche mese sparisce e si lamentano che le cose si imbucano (anche nel caso glielo faccia presente io) quindi mi sorbisco la pantomima ogni anno. Da precisare sono solo io in studio con due capi!! Lascio a voi le conclusioni!!!!
A me del panettone non me ne importa niente, mi basterebbero degli auguri fatti sinceramente, che purtroppo ogni anno si dimenticano di farli perchè come da copione all'ultima ora di lavorano spariscono anche loro per una commissione urgente.
Che dite saranno superstiziosi?!!
Un saluto a tutti.
Ily :
Allora io non mai chiesto di ricevere nulla dei cesti di Natale arrivati in studio (erano per il mio capo e non per me) ma diventerei una pantera se chiunque (capo, marito che non ho, presidente della repubblica) si incamerasse un regalo fatto A ME.
Ily :
A me fanno schifo certi atteggiamenti: vuol proprio dire essere pezzenti nell'anima. Cioè: quanto pelo sullo stomaco ci vuole per portare via un regalo di Natale fatto alla tua collaboratrice?!?
Poi magari sono gli stessi che tolgono il saluto a un parente o a un amico di famiglia (magari di scarsi mezzi economici) perchè ad esempio al matrimonio del figlio non ha fatto una busta adeguatamente (secondo i suoi canoni) "farcita".
led :
Cara Ily sono d'accordo con te che certe persone dovrebbero nascondersi.
Il problema che non avendo rispetto per le persone ma solo per la loro tasca, fanno questo e ben altro che non sti stò a dire altrimenti mi censurano.
Anche a me una volta in ing. ormai pensionato per farsi perdonare delle oscenità dette al telefono mi aveva regalato dei cioccolatini, che puntulamente loro li avevano presi come loro, ma lui democraticamente ha sostenuto la mia causa ....non dicendoti cosa glia ha detto ...beep..., ma vedendo che se l'erano presa a male allora li ho divisi con loro di mia spontanea volontà.
Da allora i regali se li fanno arrivare al pomeriggio quando non ci sono.
Ily :
Ma io non trovo scandaloso se un capo si porta a casa un cesto, una scatola di cioccolatini o una cassa di vino indirizzata A LUI PERSONALMENTE. E' roba sua e può farne l'uso che vuole... Ma il capo di Carrie semplicemente si è preso roba non sua, regalata esplicitamente a un'altra persona.
Sarebbe come se un padre sequestrasse il cellulare che la figlia ha ricevuto in dono per usarlo lui, o una moglie pretendesse di usare la borsa da ufficio che i colleghi hanno regalato al marito, non so se mi spiego...
Anche nel tuo caso Led i cioccolatini erano un regalo per te: poi tu sei stata una signora a dividerli con loro, ma non eri certo obbligata a farlo.
fabi :
ma in che posti lavorate? a me e agli altri dello studio, ha sempre fatto il regalo...e sempre personalizzato.......libri, gadget, ecc.
desnip :
Edoardo, Carrie la stella di natale non se la poteva mangiare!

Cmq ha ragione Ily, i comportamenti descritti sono da veri pezzenti.
Edoardo :
Con un pò d'olio e sale, e una goccia di aceto balsamico ti dirò... ...è una bonta.
kia :
Beh, Carrie, il minimo è sputtanare il capo con il cliente che ti ha regalato la stella di natale. Alla prima occasione, buttagliela là che purtroppo la stella se l'è portata a casa quell'altro. Così ci fa proprio una bella figura. Comque allucinante.
ponteggiroma :
a me le stelle di natale sono semppre risultate un (po) pesantucce...
Gian Luca :
Certo che esistono certi poracci....
Comunque credo che anche se riciclato panettone o bottiglia che si voglia alla fine l'importante è ricevere qualcosa...a me personalemente e lavoro nello studio da pochi mesi e questo è il primo natale che passo lì..hanno regalato delle cose riciclate...chissenefrega ho ringraziato e intascato...
per la precisione erano anche ottime...
il capo di carrie è un pezzente e basta....che amarezza :(
Ily :
Io ho sempre ricevuto una gratifica :-)
Comunque, anche se mi regalassero il regalo che a me proprio non piace (ad esempio scarpe modello fetish/sadomaso fuxia pitonate e con tacco a spillo di cm 12) è una questione di principio: potrei regalarle, riciclarle, venderle su ebay o buttarle dalla finestra per vedere se volano bene, o anche regalarle al Presidente della Repubblica, ma in ogni caso è roba MIA e quindi nessuno può permettersela di portarmela via. Chiaro?
:-)))
desnip :
Edo e ponteggi, non fate gli spiritosoni perchè la stella di Natale pare sia tossica, infatti bisogna tenerla lontano da bambini e animali.
A questo punto spero che il capo di Carrie la mangi e passi il natale a fare una lavanda gastrica.
kitto :
Mi confesso: un anno ho ricevuto un cellulare, costava un centinaio di euro, il cellulare che ho tutt'ora. Però capitava che certi mesi "dimenticasse" di pagarmi... poi, 2 o 3 mesi dopo, si ricordava. Gli piaceva fare regali.
Poi ho cambiato studio e ricevevo panettone 3 Marie e spumante. Sembrerà poco, ma questo è uno dei motivi che mi fa rimanere al Sud, l'umanità delle persone.
Edoardo :
Bastardo, a me danno il Bauli ;-/
kitto :
ttiè -\
...buttati che è morbEDO
LI :
Scusate, viro un attimo: ma voi ai vostri capi regalate qualcosa? E' il primo Natale per me in uno studio e non so come comportarmi...e nemmeno come si comporteranno loro!
Kia :
x Li:
io sinceramente mai niente a Natale e secondo me va bene così perchè così salviamo l'apparenza di un rapporto un minimo "professionale" anche se lo studio è un mix tra un pollaio e un asilo infantile!! Di solito è l'azienda o lo studio che fanno un presente a chi lavora per loro e non il contrario. Il contrario, secondo me, stona un attimo soprattutto se hai dei colleghi perchè implica che siate tutti d'accordo.
Comunque per Natale mai nulla mentre in occasione di viaggi che fa il capo o che faccio io ci scambiamo prodotti mangerecci strani dei posti che abbiamo visitato, che ne so, una marmellata particolare, un tipo di cioccolata che qua non si trova, ecc. Ma senza sentirsi obbligati. Poi dipende un po' da che rapporto si instaura negli anni.
LL :
Grazie Kla.
In studio sono la sola "esterna", quindi non avrei il problema di mettere in imbarazzo eventuali colleghi. Mi sembrava carino portare un pensierino, ma la cosa potrebbe comunque risultare fastidiosa per loro soprattutto se, come sospetto, non avranno pensato a comprarmi qualcosina!
In definitiva seguirò il tuo consiglio, anche perché...è troppo più comodo :D
sissi :
Neanch'io ho mai regalato niente ai miei capi per Natale, o meglio, mai regalato niente in generale. Di solito mi hanno sempre dato un cesto mangereccio e/o mi facevano fare una fattura in più a dicembre; quest'anno mi sa niente fattura perchè qualche mese fa volevano chiudere, poi è arrivato un po' di lavoro e sono ancora qui :-|
LL :
una fattura in più: questo è un regalo! Altro che panettoni spumanti e piantine varie (riciclati o meno)! Sissi, spero proprio che il tuo studio non rischi più di chiudere!
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.