equipollenza diploma geometra e laurea in architettura

messaggio inserito sabato 29 giugno 2013 da fanny

fanny : [post n° 320426]

equipollenza diploma geometra e laurea in architettura



Sono un architetto ed ho partecipato ad un bando per una graduatoria a tempo determinato per 30 geometri categoria C per il comune di Cerveteri.Come molti altri,sono stata ammessa con riserva,non essendo in possesso del titolo di geometra.
Mi viene chiesto di dimostrare ,tramite norma di legge (non sentenze del TAR,che esistono a riguardo),l'equipollenza tra laurea e diploma di geometra.Le mie ricerche,in internet,citano solo sentenze del TAR,ma in comune,esigono solo leggi a riguardo.Ringrazio anticipatamente chiunque sia a conoscenza di una legge specifica!
arki76 :
avevo letto da qualche parte che la laurea in architettura è un titolo "assorbente" nei concorsi per geometra. In sintesi, a dimostrazione del fatto che si è in possesso del titolo di studio richiesto è sufficiente citare o esibire il certificato la laurea.
Ily :
Basterebbe il buon senso: una laurea (a maggior ragione se quinquennale) è un titolo di studio di grado superiore al diploma di geometra.
Alle :
come scritto nell'altro post il consiglio di stato ha bocciato i ricorsi al tar che diceva che architettura e' un titolo assorbene del diploma da geometra, e' mi pare anche logico visto che ad architettura non si affrontano tutti i temi che si studiano a geometra
kitto :
Mi sono imbattuto molte volte nel problema. La laurea in architettura non è equipollente al diploma di geomatra, ecco perchè non trovi la legge. Quando si parla di titolo assorbente, lo si precisa nel bando facendo riferimento alle varie sentenze TAR che stai trovando. Infine ha senso parlare di equipollenza, tra titoli dello stesso grado e non tra laurea e diploma.
Ily :
Io non ho ancora capito che sigla ha la mia laurea...
meg :
Sinceramente credo dipenda anche dall'oggetto dell'incarico...io che sono diplomata geometra e laureata in architettura ti confermo che non sono sempre equiparabili...ad esempio se ci sono compiti relativi a applicazioni di topografia o catasto un architetto credo abbia poco da dire (se non per formazione personale) e non c'è dimostrazione che tenga...
un'amica una volta per un concorso ha consegnato un raffronto sui programmi di studio, ma erano due lauree diverse e non han chiesto leggi.
mia :
Infatti non si chiedono leggi, molto genericamente si richiede di dimostrare l'equipollenza. L'unica cosa che puoi provare , ma non è detto che te lo accettino, è preparare un prospetto comparativo tra tutte le materie che si studiano al geometra , anche quelle umanistiche, e i tuoi studi/esperienze lavorative. Alcune materie verranno assorbite dagli esami universitari (progettazione, estimo, geografia territoriale, disegno, matematica...), altre dal diploma (italiano, storia...); infine quella che ti manca sarà probabilmente topografia: inserisci esperienze lavorative o di collaborazione, che però dovranno essere verificabili , ad esempio con una dichiarazione di un datore di lavoro, o di un tecnico geometra con cui hai lavorato. Prova, al massimo sprechi una raccomandata.
Tata72 :
[modalità polemica: ON] ah, se fossero così pignoli anche quando un geometra fa lavori da architetto [modalità polemica: OFF]
s :
è già! perchè allora i geometri lavorano al posto di architetti? molte volte si fanno pure chiamare così..
Edoardo :
Il massimo è un geometra che fa lavori da architetto e per farli chiama un architetto.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.