Cosa non sopporti del "cliente"?

messaggio inserito mercoledì 20 dicembre 2017 da desnip

desnip : [post n° 404100]

Cosa non sopporti del "cliente"?

Io non sopporto che dopo essermi smazzata per trovare una soluzione originale, se ne vengono che vogliono la soluzione vista a casa dell'amica, del parente, del vicino...

Nina :
Penso siano due classici:
1) la cliente pseudoprogettista che pretende che vengano realizzate le sue soluzioni impossibili solo perchè "...mi sarebbe piaciuto fare architettura"
2) il cliente che "ma l'altro architetto disse che si poteva fare -inserire richiesta a caso - " , nonostante gli si sbattano sotto al naso tutte le normative che lo vietano.
Leonardo :
La palma d'oro sono sicuro che sarete tutti d'accordo con me la becca il cliente "progettista", il cliente del "famolo strano", il cliente del "l'architetto è il creativo, cosa è questo soffitto liscio????? Io lo volevo a zigzag".
Al secondo posto, almeno per me, c'è il cliente "figlioccio", quello che ti chiama alle 9 di sera perché non funziona internet a casa, e ovviamente non ti paga quasi nulla delle miriadi di extra che alla fine ci rifondi di trasporto e parcheggio tutto il guadagnato
kia :
1) Quello che viene in studio a raccontarti il suo caso e poi si scopre che ha già un architetto che lo segue.....ma non si fida e vuole vedere se ha fatto giusto. Tra l'altro...creando un certo disagio nel secondo tecnico interpellato.
2) quello che ti dice lui cosa devi fare;
3) quello che non risponde alle mail per giorni dove gli chiedi conferma dei preventivi.... ma il lavoro poi deve essere fatto alla velocità della luce;
4) quello che si arriva ad un certo punto del cantiere in cui le imprese vorrebbero un acconto, tu glielo comunichi, lui ti dice di fare emettere le fatture e poi aspetta un mese per pagarle. Ovviamente le imprese poi rompono le palle all'architetto d.l.che ha dato l'ok per l'emissione,
e ce ne sarebbero tante altre....
desnip :
Leonardo, il cliente "figlioccio" me lo devi spiegare meglio... :-D
Ily :
1) Bla bla bla rischio sismico... bla bla bla... edificio storico... bla bla bla. "Ma lei davvero può fare una valutazione strutturale?" [Lo uccido subito senza farlo soffrire o lentamente tra 1000 tormenti? Dopo il paiolo che mi sono fatta col master...]

2) Come già dice giustamente Kia, il cliente che non si fa vivo per ere geologiche ma poi "Come architetta non riesce a consegnare la pratica per la settimana prossima che devo andare al mare? (questo il 28 luglio, dopo che la bozza del progetto era stata data in visione intorno al 15 marzo).

3) Leonardo, io se un cliente mi dicesse "L'architetto è il creativo, cosa è questo soffitto liscio????? Io lo volevo a zigzag" faccio un bel respiro profondo, conto fino a 10000 e poi gli faccio il soffitto a zig zag visto che è casa sua, ci deve stare bene lui. Il problema è che non sono una creativa, sono un tecnico e questo non lo capiscono. "Ma come architetta, lei fa le perizie per danni? Ma lei capisce di umidità? Lei sa gestire un cantiere?" [Ehhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh per chi mi hai preso, per l'arredatrice di Mondo Convenienza che sceglie il colore delle tendine?!?]

4) [Alla fine del primo incontro che per me è gratuito] "Allora ci risentiamo nei prossimi giorni per definire meglio il progetto, nel frattempo se per voi va bene preparo la lettera di incarico..." "Ah no sottoporrò le sue idee a mio cugino/il mio compagno di calcetto/mio cognato/il mio vicino del piano di sotto che è geometra così la pratica me la fa lui gratis ha ha" [e qui mi sale l'istinto omicida perché manca di rispetto a me, fa la figura dello scroccone e offende pure l'amico/cugino/collega/cognato/vicino geometra, che non si capisce perché dovrebbe lavorare gratis oltretutto facendo il compitino ridisegnando pedissequamente il progetto di una collega]
Lia :
Quello superattento alle normative sismiche, che "rompe" per sapere se la scuola del figlio è a norma, se la stazione è a norma, se l'ospedale è a norma, ma in casa sua la canna fumaria non si deve vedere e bisogna farla passare da lì, tagliando la trave in c.a, e lì vuole la nicchia e si taglia l'angolo del muro, la caldaia non si deve vedere e si sbrana un altro pezzo di muro... ma il wc lo voglio lì e si tagliano 2 o 3 ferri della trave...
Eppoi si giustificano gli abusi per necessità!
arko :
Che bello leggervi.
Ci si sente meno soli.
ArchiFra :
io da quando sono dall'altra parte della barricata come tecnico del comune, non sopporto gli utenti (tecnici compresi... mi spiace ma è così) che non si prendono la briga di farsi un giretto sul nostro sito dove c'è spiegato TUTTO, e dopo chiedere conferma o delucidazioni, e che addirittura pretendono che io gli faccia la pratica. odio gli utenti che credono che noi della PA siamo deficienti e dichiarano il falso, peccato che ora tutte queste segnalazioni finiscano dritte in procura!
Leonardo :
Ma come Desnip! Il cliente figlioccio è quello che ti si attacca alle calcagna e vorrebbe gli scegliessi anche il colore della pattumiera! Non ti molla più nemmeno dopo mesi che hai consegnato l'appartamento e ti richiama a qualunque orario, festività incluse. Spesso sei costretto a ritornare a casa sua ma non vedi mai tornare con te nemmeno una bottiglia di Greco di Tufo
ponteggiroma :
@ archifra, forse dipenderà dal fatto che nella maggior parte dei siti della PA i siti non sono per niente aggiornati?
Comunque a me ultimamente danno particolarmente fastidio quelli che hanno sempre fretta per le consegne (meno nei pagamenti)
ArchiFra :
@ponteggi, parlo di quelli che manco si pongono il problema di cercare, che chiamano e tutti candidi ti dicono "no, non avevo voglia di agurdare sul sito". quando sono tecnici e consulenti, che sono pagati dai clienti, mi incazzo abbestia, quando sono utenti sono paziente soprattutto se ho di fronte persone poco istruite o di una certa età.
ho avuto commercialisti e etcnici che hanno fatto chiudere le attività dei loro clienti perchè ignoravano le nostre comunicazioni...
desnip :
Attenta, ArchiFra, che ho in mente un sondaggino sulla pubblica amministrazione.... :-P
sclerata :
a me oltre ai tizi che avete giù citato (presi tutti nessuno escluso) lavorando tanto con le imprese, stanno sulle palle quelli che "deve entrare per forza in cantiere" te lo dicono oggi per ieri, ti mandato i documenti di una persona che non hanno ancora assunto, quindi niente unilav, non ha ancora fatto formazione, quindi niente attestato, è straniero e deve rinnovare il permesso di soggiorno, ha la carta di identità scaduta ...dove lo faccio entrare io? al massimo al centro commerciale ma in cantiere anche no.
e ti dicono "ma a me serve per lavorare!!"
"ma stiqazzi!"
InGeoAlessio :
....ovviamente una e una soltanto...che NON PAGA!…tanto ormai fatevene una ragione...con l'internet son diventati tutti “tuttologi”…ergo da ‘ste parti se dice “attacca l'asino n'do vò er Padrone”...prima PAGAME però!
Ily :
"ma in casa sua la canna fumaria non si deve vedere e bisogna farla passare da lì, tagliando la trave in c.a, e lì vuole la nicchia e si taglia l'angolo del muro, la caldaia non si deve vedere e si sbrana un altro pezzo di muro... ma il wc lo voglio lì e si tagliano 2 o 3 ferri della trave..."

Ecco un collega che si presta a fare queste cose andrebbe RADIATO A VITA dall'Albo per manifesta incompetenza. Sarà che io offro un servizio di analisi statica/sismica preliminare (a vista e ben lo scrivo nella pagina di presentazione del servizio) e quindi so benissimo la pericolosità di certe cose ed anzi un anno fa ho dovuto gestire una situazione per certi versi simile dove ero io la consulente... Un vicino di casa potrebbe far fermare i lavori con esposto del giudice (e giustamente, dico io!!!) vista la pericolosità della cosa.
Lia :
Ily concordo!
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.