La follia dei pagamenti e delle tasse in Italia

messaggio inserito mercoledì 19 dicembre 2018 da Leonardo

[post n° 416135]

La follia dei pagamenti e delle tasse in Italia

La fine dell'anno si avvicina, ne vogliamo parlare? Comunque io mi sto sempre più convincendo che in questa selva impazzita di norme, di enti, di burocrazia, ecc. ecc. ecc. l'unica cosa sensata è ormai ridurre, snellire, tagliare. Oggi proprio consegnavo del materiale per un concorso, una cosa piccolissima, concorso di idee, e ci voleva l'iscrizione e l'autorizzazione a non so quanti siti! È una follia! Bisogna ricordarsi di pagare l'ordine, l'agenzia delle entrate, la pec che mi scade ogni tot, la partita iva, la cassa, l'assicurazione, i mille bolli auto, le altre decine di tasse! Tutto questo è una follia, più che una follia per la spesa necessaria è una follia per il tempo impiegato! La flat tax non dovrebbe essere solo economica ma proprio trasversale... ogni anno si versa allo Stato mettiamo pure il 40% (tanto la si arriva) e poi lo stato redistribuisce a chi di dovere le somme. Punto.
Credetemi, ho più paura di dimenticare di pagare qualcosa e di essere in difetto che di avere i soldi per pagare tutte queste cose!!! E ancora mi arrangio, ancora sono all'inizio!
Come combattete tutto ciò? Cosa si può fare in merito? Perché i politici parlano tanto di snellire la burocrazia e poi ci impantaniamo sempre più con leggi sempre più arzigogolate?
HEEEEEELP
:
"ancora sono all'inizio" e vedrai piu avanti, peggio è...
come si fa? si trova un commercialista serio e onesto che paghi e fa tutto per te. Tu metti solo i soldi.
come si fa bis? lavori in nero.

la realtà è che il nostro paese è così, ci sono troppe regole, leggi e leggine, sono d'accordo, tu cosa puoi fare per cambiarle? niente sostanzialmente, almeno di fondare un partito e vincere le elezioni, piu o meno come ha fatto Macron in francia, ma non sta facendo una brutta fine, oppure come ha fatto grillo, che di fatto si è dissociato dalla sua stessa creatura, perchè il meccanismo, o lo cambi seriamente con un progetto, o non lo cambi, e siccome per cambiare il sistema, devi cambiare gli italiani, il sistema comunque non lo cambi.
:
"si trova un commercialista serio e onesto che paghi e fa tutto per te. Tu metti solo i soldi" A chi???
Io pago 1500 euro l'anno il commercialista e l'unica cosa che fa "di default" oltre a calcolarmi le imposte del lavoro, è l'imu, per il resto NADA. Ad ottobre devo anche sollecitarlo per darmi gli importi da inserire nella dichiarazione inarcassa.
Concordo con Leonardo: non se ne può veramente più, io ultimamente uso l'agenda prevalentemente per i vari promemoria su scadenze di imposte, tasse, ratei, ecc... e puntualmente me ne perdo sempre qualcuno per strada.
:
Che tristezza.... vi sto leggendo dopo aver appena pagato 1073 euro di conguaglio Inarcassa.
Tra l'altro "non mi trovo", nel senso che non capisco perchè devo pagare così tanto per dei fatturati miseri degli ultimi anni. Ma proprio per il fatto che non ho il tempo per mettermi neanche a controllare cosa mi chiedono di pagare, lasciamo perdere...
:
Desnip, ti dico solo che quando ho comunicato a mia moglie l'importo del conguaglio inarcassa di quest'anno abbiamo rischiato il divorzio. Come ho già avuto modo di dire in altri interventi, la gente non mi crede quando dico che passo tutta la seconda metà dell'anno a pagare le tasse dell'anno precedente. Gli utili in questo lavoro si vedono solo da gennaio a giugno.
Comunque buone feste a tutti e soprattutto buona fatturazione elettronica!
:
a pontè.. il tuo problema è che sei troppo riccooo.. guadagni troppo... se guadagni meno paghi meno tasse ovvio... così non divorzi perchè devi pagare un salasso a dicembre, ma perchè non riesci a darle da mangiare..
comunque me ne sono accorto pure io quest'anno, sono mesi che tra cassa e irpef si campa dei primi sei mesi di lavoro... ah, e non pensare di ammalarsi (e non dico delle malattie serie, delle quali mi strofino le parti basse) ma anche di un semplice influenza.
Comunque buon natale.
:
A pontè, mia moglie vuole che vada a fare l'operaio... consolati.
:
Ieri pensavo questo: mettiamo che uno guadagna 100.000 euro e ne paga la metà tra tasse e contributi vari. Alla fine con 50.000 euro ci campa benissimo.
Ma se ne guadagni 7.000, con 3.500 non ci fai niente...
Ed è per questo che le tasse "piatte" per me non hanno senso.
:
Questa è l'Italia.
Il pensiero unico post sessantottino, le tasse per mantenere le caste, la furia regolamentatrice, il buonismo, l'internazionalismo, il politicall correct, la globalizzazione, l'ecologismo un tanto al chilo da cachemire verde, i radical-chic col Rolex, il "no a tutto", i sindacati, la sottomissione all'Europa e al potere finanziario hanno distrutto il Paese.
In questo sistema un architetto vale meno di un idraulico.
Il sistema, però, non può essere scardinato; tanto meno con la grande burla della democrazia.
Quindi, buon Natale a tutti!
:
Mi piace l'idea di condividere questo video come ultimo pensiero dell'anno.
Auguri a tutti
https://www.youtube.com/watch?v=EEwHt9puMss
:
E quest'anno festeggiamo la new entry... la FATTURA ELETTRONICA.
Dunque per lavorare devo pagare:
- ordine
- inarcassa (un furto legalizzato, parliamone!)
- assicurazione professionale
- pec
- le tasse del 2019 che ho già pagato (grazie Stato, pagare per dei soldi non ancora percepiti)
:
Bah... quasi quasi sto rivalutando l'idea dell'insegnamento... tutto l'ardoris l'architettura se ne va proprio a quel paese se poi a fine mese hai a che fare con briciole e molliche... oltre che fegato ingrossato e ulcera sanguinolenta
:
Marò, Emeraldo, le persone come te mi fanno deprimere ancora di più...
:
none desnip tu ti deprimi per il fatto che non esistono più le mezze stagioni, fidati!
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.