emigrare all'estero

messaggio inserito sabato 9 novembre 2019 da tommy

tommy : [post n° 426408]

emigrare all'estero

Buongiorno a tutti.
Sono uno studente laureato alla triennale in architettura e per il momento ho deciso di non andare avanti con la magistrale per provare a entrare nel mondo del lavoro in quanto sono già abbastanza in là con gli anni e nemmeno a dare l'esame di stato perchè la mia intenzione è emigrare e lavorare presso uno studio estero, e non essere costretto a lavorare con partita iva come succede qui, e per lavorare per altrui non è necessario essere architetti iscritti all'albo.
Sono molto ignorante in materia, in quanto non so davvero come muovermi, e il mio obiettivo è quello di andare all'estero.
I paesi per me ideali sono: Stati Uniti, Australia, Nuova Zelanda, Canada.
Ho scelto questi paesi in quanto mi sono sempre piaciuti e vorrei perfezionare il mio inglese.
Non so se candidarmi come laureato con zero esperienza e quindi come tirocinante senza paga, o se cercare lavoro nel senso vero e proprio della parola.
A quanto so, solo in italia si lavora due anni gratis, e in tutti i paesi un poco avanzati pagano il lavoro giustamente.
Mi piacerebbe entrare su uno studio magari importante per fare esperienza e non perdere tempo.
Non so i requisiti che chiedono questi paesi, il livello, e tutto il resto.
Non so se devo mandare mail a random, o candidarmi presso siti specifici.
Questi paesi chiedono il visto?
E' facile trovare lavoro?
Ringrazio anticipatamente tutti
Alessandro :
Ciao, il primo consiglio che ti posso dare è di scegliere un paese. ogni stato ha un sistema diverso e non puoi cercare in 4 continenti. Devi studiarti come riconoscere la tua laurea, come funziona il mercato del lavoro in un paese e poi puoi cominciare a cercare li. Credo che tutti questi richiedono un visto con permesso specifico per lavoro. Ti conviene consultare le ambasciate. Cerca forum di italiani in USA o gruppi su fb. Fatti dare li consigli, fai attenzione alle truffe e ai truffatori, infatti ci sono molte persone (spesso sono italiani) che promettono un posto per soldi, diffida di qualsiasi individuo del genere. Il lavoro si trova se si cerca bene, questo vuol dire che devi imparare a cercare nel modo corretto, preparando materiale ben scritto in inglese e sapendo che tipo di salario devi chiedere per dirtene 2.
ArchiFra :
in italia i 2 anni che citi tu sono quelli di tirocinio per i geometri (ammesso sia ancora così), per gli architetti non c'è nessun periodo normato di tirocinio gratuito post laurea. la realtà è che purtroppo la normalità è lavorare anni sottopagati o non pagati con la scusa che lo studio ti fa il favore di farti imparare
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.