agenzia delle entrate

messaggio inserito lunedì 10 febbraio 2020 da sclerata

[post n° 429080]

agenzia delle entrate

così giusto per farmi i fatti vostri...
Ma anche a voi arrivano raccomandate di pagamente non evasi/tasse/sanzioni varie ogni 3 MESI come a me?
Ho proposto alla mia commercialista di citarli per stalking, lei più moderatamente di mandargli il conto del tempo che deve perdere lei a rispondere e dare prove che le somme che chiedono sono SEMPRE non dovute.
:
Grazie al cielo no, non mi arrivano. Francamente non riesco a capacitarmi di queste deformazioni della burocrazia, ma soprattutto mi sfugge il perchè non si riesca quasi mai giungere ad una soluzione definitiva sin dal primo "fraintendimento". A dirla tutta trovo inconcepibile anche che tocchi sempre al vessato l'onere del discolparsi. In un mondo ideale, dovrebbe essere sufficiente cestinare le pretese illegittime e compito di chi sbaglia dirimere la situazione.
Non saprei davvero come essere utile al dibattito, se non sollevando il dubbio che si tratti di un caso di omonimia e/o inserimento di qualche dato errato da parte del burocrate di turno.
:
Succedeva sempre anche a me tempo fa, poi ho scoperto che la colpa non era dell'ade, ma del commercialista che faceva casini. Cambiato commercialista finite le letterine.
:
ponteggi io non so che casini possa fare o non fare la commercialista, fatto sta che di una dozzina di lettere che mi sono arrivate solo in un caso effettivamente dovevo versare qualcosa (ma era legato al ricalcolo del TFR percepito anni fa, quindi ci stava) tutto il resto poi (per chiarire ad ArchiFish) non è legato ad un solo "fraintendimento" ma è sempre legato ad un periodo contributivo diverso, l'ultimo riferito al 2018, ma tempo fa mi è arrivato conto di cose del 2011, 9 anni fa, alla faccia del fatto che indietro più di 5 anni non possono andare...o no? Io sapevo questo...
:
avevo la tua stessa identica situazione sclerata. Ho scoperto poi che il commercialista sbagliava puntualmente ad inserire gli importi a compensazione che effettivamente mi spettavano. Quindi poi gli toccava ogni volta rispondere all'Agenzia per riallinearmi. Il colmo lo raggiunse quando chiese a me di andare all'Agenzia delle Entrate al posto suo perché lui "aveva da fare e non poteva". A quel punto persi il controllo e lo sfanculai
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.