Indennita' una tantum covid-19

messaggio inserito lunedì 16 marzo 2020 da paoletta

paoletta : [post n° 430038]

Indennita' una tantum covid-19

Riconosciuta un’indennità di 500 euro per i liberi professionisti titolari di partita Iva attiva al 23 febbraio 2020, iscritti alla Gestione separata, non titolari di pensione e non iscritti ad altre forme di previdenza obbligatoria.
Quindi noi architetti, pieni di soldi e di clienti solerti nel pagarci e con un ente previdenziale da fare invidia a mezzo mondo. Non abbiamo diritto a queste misere 500 euro.
pf... io mi soffio il naso con le banconote viola, che pensavano di farci una specie di regalo?
d.n.a. :
paoletta.. sei povera, immagina che c'è si si lustra il deretano con i fogli viola tra noi professionisti...:-D

tornando alla domanda, a parte aspettare il testo che non ho letto, se tu dai quella cifra a tutti i professionisti ed artigiani, solo per i professionisti ti va via 1 miliardo di euro, senza comprendere tutte le p.i. degli artigiani, ovvieamente è insostenibile.. da qui la sola gest separata, che è pensata per garantire i soggetti piu deboli, rispetto a chi è iscritto ad una cassa obbligatoria o all'imps.
ponteggiroma :
ma c'è un testo o no?
sclerata :
forse qualcosa si trova, ma cmq...avete letto anche le mirabolanti misure di inarcassa?
se muori di covid 5000 euro
se finisci in ospedale per covid 3000 euro
se sei contagiato ma a casa 1500 euro.

posto che il terzo punto la maggior parte della gente non lo saprà mai visto che non fanno i tamponi di default ad architetti e iscritti inarcassa...mah.
non che mi aspettassi nulla cmq.

però pensandoci bene, il buon Gregotti (o chi per lui) le 5000 se le piglia...piove sul bagnato : D
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.