Stipendio

messaggio inserito lunedì 13 aprile 2020 da Solem

Solem : [post n° 431027]

Stipendio

Ciao.
Ho una domanda.
Quanto pou guadagnare un architetto con 2 anni di esperienza ?
Grazie
ArchiFish :
Pesce d'Aprile in ritardo?
Fatti un giro nella sezione dedicata agli annunci di lavoro. Avrai un quadro completo della situazione. Mi raccomando, tieni ben presente la differenza tra "ricavo" e "guadagno". Se fai due conti ti accorgi che la variabile "spesa" porta la somma che ti resta in tasca ad un risultato prossimo allo zero.
ponteggiroma :
ma che domande sono?
fulser :
secondo me la cosa più sbagliata di questa domanda è che presuppone che uno venga assunto come architetto.
Questa è la parte più fallimentare della scuola e dell'Università, che queste cose non solo non le spiega, ma non da nemmeno gli strumenti per ragionarci da soli.
Una qualifica che presuppone un albo e una libera professione presuppone anche che uno sia manager di se stesso; il fatto che poi, in rari casi, si possa venire assunti, è una eccezione. Questo dovrebbe essere chiaro fin dal primo anno di università, anzi, secondo me dovrebbe esserlo fin dal primo anno di scuola superiore.
Solem, sei giustificato solo se sei uno studente delle superiori (e solo perchè oggi sono di ottimo umore).
d.n.a. :
Beh, se usciamo dal campo della libera professione (visto che non tutti gli architetti vogliono fare i liberi professionisti) e prendiamo ad esempio un tabellare quinto livello edilizia, che ben potrebbe essere un inquadramento corretto, sono circa 1850 lordi al mese. netti vari tra i 1200 e i 1500 (dipende se hai figli, qualche altra detrazione, contrattazione integrativa ecc)
nel pubblico sei sullo stesso livello reddituale piu o meno.
nello studio, come ti hanno detto i colleghi di cui sopra, va molto al caso in specie, difficile prendere sopra i 1500 lordi secondo me.
siamo ovviamente lontani dagli stipendi di medici, notai, o altre categorie più blasonate.
ArchiFish :
Se mi chiedono quanto guadagna un architetto, sono portato a presupporre che si tratti, se non di libero professionista con partita IVA, quantomeno di tecnico abilitato all'esercizio della professione (con firma). Diversamente staremmo parlando di un laureato in architettura "a busta paga" oppure "in nero".
Alla luce di ciò, un architetto, assunto o con P.IVA guadagna sempre e comunque troppo poco, soprattutto in rapporto alle spese (ipotetiche), alle competenze (in linea teorica) ed alla responsabilità (potenziali).
sclerata :
ma poi cosa vuol dire 2 anni di esperienza?
esperienza in cosa? che l'hanno buttato in cantiere con i muratori e risolvere grane?
o 2 anni alla scrivania a disegnare 8 (se va bene) / 10 ore al giorno??
o 2 anni a fare render?

ad ogni modo caro solem nella maggioranza dei casi, dopo 2 anni di "esperienza" è già buono se ti pagano...uno stipendio non lo fai, ma manco mezzo, di solito.

Archivirus :
Direi meno di un operaio con 2 anni di esperienza. Sempre se qualcuno ti assume, ovviamente.
Solem :
2 anni di esperienza di lavoro in studi d architetteura (progetazioni,render...).
Alessandro :
Quando nel 2005 mi laureai un prestigioso studio di Roma con sede dietro al Pantheon mi offrì 7 € ora a partita IVA (rifiutai). Dopo 10 anni di esperienza un altro prestigioso studio al centro di Roma (Via Margutta) mi offrì 7 € ora a partita IVA.
A Roma una signora delle pulizie prende ca. 7 € a ora (senza partita IVA).
Io a Roma ho lavorato con 8 anni di esperienza in uno studio a 18 € a ora a partita IVA, con orario flessibile e part time.
angelo :
anche solo 500€ al mese. Dipende da che posto occuperai (dirigente di studio, semplice collaboratore, ecc.)
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.