Abuso?

messaggio inserito martedì 10 novembre 2020 da soqquadro

[post n° 439287]

Abuso?

Buonasera colleghi di sventura pandemica.
Che ne pensate? Il mio boss mi ha costretto a venire al lavoro in scooter (pur di non farmi venire con i mezzi al lavoro)..35 km al giorno (andata + ritorno) . Intanto ha allontanato la mia scrivania da quella degli altri (cosi come quella del nuovo collega che prende i mezzi ma all inizio sembrava ne fosse dimenticato ma io gli ho ricordato"se si sposta anche lui mi sposto anche io"). Ed il capo ogni tanto "come va con lo scooter?"
Sono stato un giorno a casa perche' non mi sentivo bene (due linee di febbre e brividi e quello che il medico di famiglia mi ha definito "colpo di freddo"sicuramente dovuto al motorino" ) alche' oggi telefonando al mio boss che sta fuori sede mi dice "Ti faccio fare il tampone".
Mo' si esagera. E' nei suoi diritti? sono un libero professionista che fa come volti di voi il finto impiegato.
:
Penso che farti fare il tampone sia l'ultimo dei problemi, e anzi, un suo dovere. Il problema è costringerti ad andare a lavoro in motorino.... Smartworking no?
:
Nina: E' venuto a contatto con un positivo in cantiere giorni fa ma il problema sono io con 2
linee di febbre. Smartworking? Non sia mai..
Come fai altrimenti ad aiutare il capo 80nne papino che non sa fare le scansioni che non sa scrivere un foglio excel etc etc.
Il tampone lo dovrei fare certamente se lui risultasse positivo ed ad 10giorni da giovedi' ovvero l ultimo giorno in cui sono stato in contatto con lui.
:
scusa, non capisco di cosa ti lamenti, sei molto confuso nell'esposizione. tanta grrzia che ti fa fare il tampone a spese sue, peraltro sei in isolamento fino a esito del tampone per caso sospetto, e quindi o ti mette in smart working o ti lascia a casa a fare nulla ma ti paga lo stesso.
riscrivi il post in modo più chiaro eprchè non si capisce se ti lamenti perchè non ti mette in smartworking, perchè ti fa fare il tampone, perchè non te lo fa fare, perchè ha spostato solo la tua scrivania, perchè non l'ha spostata.
purtroppo nel privato non c'è l'obbligo allo smart, è discrezione del titolare ed è scandaloso
:
non so perchè ma ho un deja vu...

dai ragazzi, è sempre lo stesso che ciclicamente viene qua a lamentarsi delle stesse cose, gli rispondiamo e lui sparisce per poi tornare ciclicamente.
:
Abuso?
Se si tratta di abuso, va sanato. Sempre che sia sanabile.
:
Secondo me un datore di lavoro non può costringerti ad utilizzare o meno i mezzi pubblici, mentre riorganizzare gli spazi in azienda per mantenere il distanziamento si, anzi probabilmente è doveroso. Se hai provato e si è visto che non è fattibile, chiedi lo smart working, anche solo parziale; se rifiuta allora vai con i mezzi e poi sposta la scrivania pure in bagno se serve a stare più lontano. Nel mio studio abbiamo concordato le procedure in caso di malattia/malanni stagionali e valgono per tutti, dipendenti e titolari: con la febbre si fa il tampone(ai dipendenti viene spesato) ; non è poi tanto diverso dalla trafila che fanno i nostri figli di rientro a scuola, no?
Purtroppo da quello che scrivi si sente sempre tanto attrito tra te e i tuoi titolari e il fulcro di tutto credo sia questo. Come fai a sopravvivere con tanta rabbia addosso ogni santo giorno? O ci ridi su o ti conviene (per la salute del tuo fegato) mandarli a quel paese.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.