Polizza dell'asseveratore

messaggio inserito mercoledì 17 marzo 2021 da Ily

Ily : [post n° 444492]

Polizza dell'asseveratore

Scusate, cos'è la "polizza dell'asseveratore"?!?
Perché ho visto vari annunci in cui offrono polizze professionali specifiche per chi fa il sismabonus 110%... a dei costi non proprio bassi.
Qualcuno di voi l'ha fatta? Che vantaggi offre rispetto alla mia brava RC professionale obbligatoria (quella convenzionata con Inarcassa)?
gioma :
Il DL Rilancio impone ai tecnici asseveratori una polizza RC con massimale pari almeno a 500 mila euro.
Se la tua polizza RC standard dovesse prevedere un massimale inferiore, dovresti procedere ad un adeguamento della stessa oppure a sottoscrivere una seconda polizza ad hoc.
Rosellina :
L'orientamento delle assicurazioni è quello di non utilizzare la tua RC base per il superbonus/sismabonus, anche se ha un massimale superiore a 500.000 €. Il mio Broker ( ma mi è stato riferito anche da altri) ha detto che ogni intervento 110% dovrà essere coperto da specifica polizza che copre per 8 anni, specifica sull'intervento in oggetto e a saturazione del massimale. Esempio: se fai una polizza da 500.000 € coprirà l'intervento del cliente x su cui hai asseverato per 200.000 € e cliente y su cui hai asseverato per 300.000 €. sulla polizza saranno indicati tutti i dati dell'intervento assicurato. Se devi fare un'altra asseverazione, e hai già impegnato il massimale assicurato, devi fare un'ulteriore polizza che copra il valore asseverato.
Ily :
Sono sinceramente BASITA e SCHIFATA.
E chi paga questa polizza?!? Il cliente?!? No, io.
ponteggiroma :
La legge prescrive un massimale di 500.000 euro punto. E' poi una questione di TUA coscienza salvaguardarti e tutelarti ampliandone il massimale in funzione del numero di incarichi. Ricordiamoci sempre che l'assicurazione professionale serve non solo a tutelare il cliente, ma anche a tutelare noi in caso di richieste di risarcimento
ArchiFish :
In realtà, era emerso che, con massimali adeguati, già la polizza "standard" obbligatoria era sufficiente a soddisfare l'imposizione di legge. Poi, magicamente, hanno ritrattato, sostenendo la necessità di un'estensione specifica per il superbonus e relative asseverazioni. Questa estensione è facoltà nostra e della compagnia assicurativa stabilire quale forma e costo possa assumere. Ad esempio, x chi è in convenzione con Inarcassa, fermo restando la necessità di un massimale sufficiente, sono disponibili estensioni "gratuite" (un documento che specifica, in sostanza, qualora necessario, che, si è già coperti). Altri propongono polizze stand alone per il singolo cantiere, ultimamente, in qualche caso, con costi rientrati nel lecito (inizialmente avevano prezzi folli).
Tutto ciò premesso, confermo che siamo di fronte all'ennesima vergognosa distorsione di un una macchina burocratica infernale che è sfuggita di mano persino a chi l'ha creata. Se inzialmente pensavo ad un mostro volutamente complicato per limitare l'accesso al bonus, ora come ora ho maturato la convinzione che ciò sia vero solo al 50%. Il restate 50% è un meccanismo che si è autoalimentato di complicazioni esponenzialmente ed in maniera incontrollata, a causa dell'inettitudine di chi l'ha partorito imponendo "paletti" (senza capire quali conseguenze avrebbero generato).
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.