Fatture elettroniche: ne vale la pena?

messaggio inserito venerdì 11 giugno 2021 da desnip

desnip : [post n° 447959]

Fatture elettroniche: ne vale la pena?

Sono forfettaria e penso lo resterò per tutta la vita. Non ho per ora obbligo di fattura elettronica, ma ci sto seriamente pensando. Mi sta aumentando il numero di fatture da emettere (di piccoli importi) e sta diventando seccante gestire tutta questa carta.
Secondo voi ne vale la pena? Quanto tempo ci vuole per "imparare" la nuova procedura?
eli71 :
Anche io sono forfettaria e da un paio di anni uso la fattura elettronica. Anche io ero stanca di gestire carta e marche da bollo così ho approfittato di un momento in cui la fattura elettronica sui materia era scontata (non che costi tanto, mi pare una ventina di euro l'anno). E' abbastanza semplice da usare e ci sono i videotutorial.
desnip :
Ah... quindi su imateria ha cmq un costo?
sclerata :
anche io uso il programmino di imateria, mi pare costi sulle 22 euro all'anno.
mi trovo più comoda e adesso che devo fare anche qualche fattura alla p.a. non posso farne a meno.
desnip :
Grazie dei feedback, ragazze. Una volta attivato il servizio (il prossimo anno) si può iniziare subito a fatturare così? O c'è qualche adempimento presso l'Agenzia delle Entrate?
eli71 :
No puoi iniziare subito.
ArchiFish :
Da forfettario, non ho sposato la causa della fatturazione elettronica per presa di posizione poichè la vedo come un'imposizione inutile ed onerosa (seppur di costo irrisorio è un'ulteriore balzello).
Ciò premesso, nel nostro caso, di certo nel mio, fatturando per lo più ad un utenza privata, viene meno anche il vantaggio di ridurre le scartoffie. Dopotutto il 99% dei miei committenti non è attrezzato per ricevere una fattura dematerializzata e quindi tocca stampare e consegnare brevimano ( quando va bene via mail) la famosa "copia di cortesia", tanto della proforma, quanto della fattura.
Aggiungo che essendo, quelle dell'architetto, prestazioni il più delle volte da descrivere nel dettaglio e "personalizzate" non c'è nemmeno risparmio di tempo, non potendo disporre efficacemente di un database di voci pre-codificate con costi "fissi" (non siamo un supermercato o un magazzino ricambi, per intenderci).
Diciamo che fin tanto che non mi vedrò costretto, credo di non allinearmi.
Tutto questo in base alle mie convinzioni da "dinosauro", sulla base della mia personalissima condizione libero-professionale ed in funzione di un'altrettanto personale valutazione dei costi/benefici. Nulla vieta che altri professionisti possano vedere la faccenda in ottica diametralmente opposta.

PS
La mia non è la posizione di chi disprezza non conoscendo la tematica. Mi occupo costantemente della fatturazione elettronica dell'attività artigianale di mio padre (che per gap generazionale non s'è convertito all'uso del PC) emettendo circa 200 fatture all'anno. Forse proprio per questo ne sono nauseato.
desnip :
Certo, ArchiFish. Nel mio caso il discorso è inverso, perchè lavoro molto per società/aziende, oltre a fare anche consulenze online, per cui la maggior parte delle mie fatture proprio non venogno consegnate brevi manu.
Concordo che sia un ulteriore balzello, anche se dal costo irrisorio. Ma... un costo irrisorio qua, uno là... alla fine fanno una somma.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.