Piattaforme digitali per pratiche SUE

messaggio inserito lunedì 18 ottobre 2021 da desnip

desnip : [post n° 452299]

Piattaforme digitali per pratiche SUE

Sto preparando una cila su un comune distante dal mio docimilio, ma fortunamente l'ente utilizza ESCLUSIVAMENTE una piattaforma telematica per tali pratiche.
Avendo problemi tecnici con tale piattaforma, dopo aver provato con diversi browser, provo a contattatre l'assistenza, ma lo stesso form per richiederla non funziona (!).
Provo allora a contattare direttamente il comune e il sue ma per giorni e giorni non rispondono.
Grazie alla gentilezza del cliente che si reca personalmente sul posto e costringe letteralmente l'architetto a parlare con me al suo telefono, riesco a parlare con la responsabile.
Risposta: "Noi le pratiche le riceviamo, non le inviamo. Quindi io la piattaforma non la uso, non so usarla e non posso aiutarla".
Eeeeh... capisco che loro non devono usarla, ma non sarebbe opportuno saperlo fare per interloquire in maniera diciamo così più "completa" con i tecnici? Sono io che pretendo troppo?
d.n.a. :
sempre la solita esigente desnip... non puoi pretendere così tanto... :-D
diciamo che è abbastanza comprensibile non sabbia usarla, sopratutto se è un servizio quello informatico lasciato in affidamento ad una impresa esterna. lei magari poteva essere più cortese, ma spesso quel genere di problemi sono difficilmente risolvibili da un non informatico.
ArchiFra :
noi usiamo delle piattaforme esterne per ricevere le pratiche e confermo che quando ci sono problemi tecnici non siamo noi a doverli risolvere anche perchè ne siamo vittime a nostra volta: l'unica è contattare il servizio clienti e l'assistenza tecnica delle piattaforme stesse che sono indipendenti dall'ente (e confermo che noi stessi prima di poter avere risposte dobbiamo attendere tempi biblici... io sto aspettando che risolvano un ticket aperto 3 anni fa, fai tu).
diverso è il discorso se si tratta di piattaforme native dell'ente e quindi sotto la diretta responsabilità del supporto informatico.
ponteggiroma :
e noi stiamo in mezzo!
d.n.a. :
e avete ragione ponteggiroma, come sempre è il piu debole che se la prende dove non batte il sole.
Ho sostenuto, sostengo e sosterrò, che nei pubblici uffici c'è molta gente che non ha mai lavorato fuori dalle 4 mura tanto vituperate degli uffici pubblici, alle quali servirebbe un po' di realtà e di vita vera, con vere rotture di scatole e veri problemi.
desnip :
Avendo un minimo di conscenza del web e qualche informatico in famiglia, mi sono fatta la mia idea.
I comuni fanno gare al ribasso per affidare questi servizi che, di conseguenza, sono di scarsissima qualità.
Piattaforme di pessimo livello, mentre un qualunque ragazzino smanettone delle superiori sarebbe in grado di programmare un'applicazione semplice che funzioni meglio.
ArchiFish :
Personalmente, se i tempi dovessero diventare realmente biblici e/o tali da pregiudicare in qualche modo l'evolversi dell'incarico, trattandosi di tutelare tanto i miei interessi quanto quelli della committenza, procederei tramite PEC (di cui resta traccia ed è appurato il "valore legale"), se possibile concordando col Comune la procedura.
Con una prima "missiva", da inoltrarsi tanto all'ente, quanto alla softwarehouse, segnalerei dettagliatamente il disservizio e l'impossibilità di risolvere in tempi tali da non arrecare danno agli attori coinvolti (magari menzionando anche un eventuale possibilità di rivalsa). Con una seconda inoltrerei la pratica.
La legge dice chiaramente che è possibile procedere con tali metodi se e solo se l'ente non mette a disposizione una piattaforma dedicata, mentre nel caso esista un portale, sia da considerare quest'ultimo come unico sistema accettato ed accettabile. In questo caso, pur esistendo la piattaforma, il servizio risulta indisponibile. Considerato che non tutte le istanze riguardano lavoretti per cui la "sciura Maria" può attendere anni, ma potrebbero interessare attività commerciali, contratti di appalto e fornitura con prezzi suscettibili di variazioni, forniture che possono andare perse o oggetto di rincari o chissà quale altra committenza che rischia di perdere denaro, direi che il fine giustifica i mezzi.
desnip :
ArchiFish il SUE prevede esplicitamente che non si debba usare la pec.
Probabilmente è una carenza mia, perchè pare che la piattaforma funzioni regolarmente per gli altri, per cui si tratterà di una sciocchezza.
Fatto sta che proprio per gli "esterni", per quelli che non lavorano abitualmente in un dato comune, ci dovrebbe essere un'assistenza disponibile, per evitare di impantanarsi.
ArchiFra :
desnip, hai provato a svuotare la cache o a verificare il formato del nome dei documenti? non so che problemi tu abbia, ma a volte si tratta di file con inseriti caratteri non validi oppure cache da vuotare (sparo a caso con due soluzioni che avevo adottato io su sivas...)
desnip :
Proverò con la prima che hai detto ArchiFRa. Infatti non ho ancora caricato documenti, semplicemente non mi salva i dati inseriti.
ArchiFish :
Sparo ipotesi a caso (sono pessimo in tema di informatica).
Provato a disabilitare qualsiasi antivirus o firewall?
Provato ad accedere con altro PC, magari in altro luogo?
Accedi con Carta Nazionale dei Servizi?
Se si può, hai provato ad accedere con lo SPID?
Provato ad indagare (magari tramite un tecnico informatico) su cosa "regola" dal tuo PC l'inserimento ed il salvataggio dei dati su un portale on line, ovvero come dialogano e cosa potrebbe ostacolarli? (mi sono espresso da schifo, spero si capisca cosa intendo)
Non saprei davvero come essere utile.
desnip :
Grazie ArchiFish, qualcuna di queste la proverò (tipo accedere da un altro PC).
Per la cronaca: ancora non sono riuscita ad avere un contatto con il famoso "servizio di assistenza". Certo, non sto lì a chiamare tutti i minuti, perchè ho anche altre cose da fare. Per fortuna la cliente non ha fretta.
desnip :
Aggiornamento: finalmente sono riuscita a contattare l'assistenza, che è stata molto cortese a dire il vero.
In pratica, per far funzionare il tutto bisognava per prima cosa spuntare gli allegati, nell'elenco in fondo al documento, e poi salvare.
Certo non ci sarei mai arrivata se non me l'avessero spiegato, visto che sono solita partire dalla cima e poi arrivare in fondo...
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.