Letto su un social

messaggio inserito giovedì 21 ottobre 2021 da desnip

desnip : [post n° 452438]

Letto su un social

"Ci sarà la riforma del catasto.
Così chi è stato obbligato a passare di classe il proprio immobile causa ecobonus pagherà di più.
Si perché chi aveva un immobile classificato B ora magicamente con il cappotto termico (obbligatorio per iniziare i lavori dell'ecobonus) vedrà la sua casa accatastarsi alla categoria "A".
La categoria più alta di tutti."
Ovviamente chi scrive non è un tecnico, ma pensate a quanti fessi che leggono e si bevono questa castroneria...
ponteggiroma :
ho sentito dire anche che iniettano dei microchip a chi si fa il vaccino, ma è vero?
d.n.a. :
io leggevo e tra me e me pensavo.. desnip è uscita di senno... poi finisco di leggere e prendo un sospiro di solievo... beh, le gente oggi è tuttologa, il post prima è architetto, quello successivo medico, poi avvocato e infine specialista in complotti internazionale, ma alla fine ritorna a non saper fare quello che di solito fa... che bella l'era dell'internett..
desnip :
d.n.a. è proprio per questo che io non presto fede ai vari complotti su quella "malattia che gira da un paio di anni".
Il succo è questo: chiunque non sia addentro il nostro lavoro si beve la str****** riportata su.
Allo stesso modo io posso bermi qualunque sciocchezza riguardante discipline su cui non ho competenza...

P.S.: il virgolettato è perchè prima ho espresso lo stesso concetto usando termini simili a quelli usati da ponteggi e il post mi è stato bannato.
ponteggiroma :
io non sono stato bannato... allora sarà vero quello che ho scritto!
d.n.a. :
il problema desnip, non è che se le bevono, il problema è che ci credono, le fanno proprie e le difendono come convinzioni insindacabili...
tornando alla nostra professione, il cliente tipo, che ieri non sapeva nulla e domani ti arrivava in ufficio super "informato" perche era evidente che aveva passato la notte a spulciare in internet varie cose, e tu, che sono anni che cerchi di capirci qualcosa, spesso comunque vivendo già in confusione di tuo, per la varietà di offerta di informazioni, entri in mistica reverenza di questa persona, che è piu convinta di te su una questione magari squisitamente tecnica o peggio, di interpretazione normativa, che manco fosse il professore di diritto costituzionale dell'università bocconi..e tu pensi... anzi, non pensi, spegni il cervello, e ripeti... la parcella c...o, quello è il mio obbiettivo, che sganci la parcella....
ArchiFra :
fatemi capire, cioè questi confondono la classe catastale con la classe energetica?
desnip :
@ArchiFra: ebbene sì!

@ponteggi: tu sei il solito raccomandato!
ponteggiroma :
no desnip, io o detto la verità tu invece spacci feikniws per vere. Si perché voi di cierta sinistra vi pensate di essere chissachi, ma noi invecie combattiamo contro i poteri forti e sappiamo sempre cosa e chi cè dietro a certe cose. Leggi leggi su facebuk, imformati prima di parlare...
Ily :
La categoria "A" non è "casa"? Dove semmai "casa di lusso" è A1... B invece non sono le "residenze collettive" come ad esempio collegi, convitti, studentati, caserme, conventi?
desnip :
@ponteggi: questo è quello che tu e gli amici tuoi giornalai volete farci credere!1!
ArchiFish :
La riforma del catasto sarebbe più che utile, se fosse fatta nell'interesse paritetico del cittadino e dello stato. Ci sono immobili che valgono una fortuna e pagano poco o nulla di IMU, altri che valgono potenzialmente una fortuna, ma sono solo dei "debiti", altri che oltre non valere più nulla, hanno valori catastali almeno 10 volte superiori all'effettivo valore di mercato.
Pensiamo ad un localino a piano terra, di 2 vani con affaccio sui navigli: quanto costa comprarlo? quanto costa affittarlo? Qual'è il suo valore catastale e quanto paga di IMU il proprietario?
E poi pensiamo al fabbricato ex rurale (caso reale di un mio cliente), ereditato, disabitato, enorme e destinato a divenire fatiscente, che costa di più in IMU di quanto si possa sperare di incassare affittandolo (pregando di non dover intervenire con opere di M.S.). Fabbricato con un valore catastale di circa 300.000 € e che, si spera (o si dispera), verrà compravenduto a 30.000 € (pur di liberarsene), con un esborso di circa 15.000 € di imposte da parte del futuro acquirente. Acquirente che, per inciso, non compra per speculare, ma compra perchè la banca gli finanzia al massimo 30.000 €, ha famiglia numerosa (figlie, nipoti, ecc, ecc), bisogno di spazio e deve inventarsi il modo per trovare i 15.000 € di "tasse" extra che non finanziano col mutuo.
Più che una riforma, servirebbe una rivoluzione e la definitiva epurazione di logiche anacronistiche il cui unico risultato è danneggiare i contribuenti più svantaggiati, sfortunati e/o onesti.
ArchiFish :
@ponteggi
dovrebbero iniettare dei microcip (esplosivi) o semplicemente una bella siringa di aria a tutti sti fenomeni che si definiscono giornalisti, ma che sarebbe giù troppo definire giornalai (perchè i giornalai meritano ben più rispetto).
ponteggiroma :
in un modo o nell'altro ce devono aumentare sempre le tasse, date retta a me che qui è tutto un magna-magna, sò tutti uguali!
desnip :
@ArchiFish è tutto esatto quel che dici. Il problema non è una riforma, che DEVE esserci, ma che sia una buona riforma.
Invece l'idea che si fa passare è che il fatto stesso che ci sia una "riforma" (parola di per sè positiva) deve essere qualcosa di negativo.
ponteggiroma :
per forza desnip, mettiamoci per un attimo nei panni del cittadino comune: è da almeno 20 anni che si parla di riforme ed ogni volta, puntualmente, va sempre a finire che aumentano solo le tasse (per chi le paga), mentre la PA, la giustizia e la produttività restano al palo.
Ora, per esempio, pare che quota cento sia la priorità delle priorità e rischiamo di impantanare il tutto solo perché qualcuno ne ha fatto il cavallo di battaglia, ma chi sarà poi a dover rendere sostenibile l'eventuale proroga?
archspf :
Nonostante ben due post clone, me lo ero perso :D

Regà, io sò solo che le persone credono di essere informate o peggio, pensano (quelle che lo fanno) senza tener conto che per dare una risposta non è mai sufficiente solo "informarsi", anzi bisogna vedere anche dove e come...

Intanto ci sono canali e canali: non certo i social media e tutta una schiera di pseudo giornali che pur di far lievitare visite sul proprio sito, la sparano grossa senza ritegno. Quando mi arrivano notizie strampalate rispondo di indicarmi il riferimento normativo. Risultato: silenzio di tomba, e ci credo... Che la categoria dei giornalisti fosse in declino morale e professionale (salvo eccezioni), lo si è consapevoli da quando le testate sono sovvenzionate politicamente.

Tuttavia sono anni che ci si batte per una legge sull'architettura, una riforma del testo unico, una razionalizzazione del mercato immobiliare, senza risultati tangibili, e probabilmente questo non fà altro che alimentare il pessimismo dei già diffidenti (o contrari), che trovano campo aperto nelle fake news rivolte al popolo ignorante...a scapito di chi come noi, poi deve "convincere" il committente o il parente/amico di turno di come stanno realmente le cose.
Che fatica!
desnip :
" Che la categoria dei giornalisti fosse in declino morale e professionale (salvo eccezioni), lo si è consapevoli da quando le testate sono sovvenzionate politicamente." da te non me lo aspettavo questo luogo comune... :-)
In parte è vero, ma non dimentichiamoci che ci sono siti che, per avere le famose views, impressions e compagnia cantante pagano gli pseudo giornalisti 3/5 euro al pezzo.
Se uno deve scriverne una quantità al giorno per campare è chiaro che lo fa senza riflettere nemmeno su quel che sta scrivendo...
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.