calcoli strutturali di piccola entità

messaggio inserito venerdì 6 maggio 2022 da nikosky

nikosky : [post n° 460757]

calcoli strutturali di piccola entità

purtroppo recentemente mi sono imbattuto nell'impossibilità di poter prendere parte a delle gare pubbliche perchè vi era la necessità della progettazione di piccole strutture.
ho provato a sentire vari colleghi ma sono tutti oberati dalla situazione bonus pertanto mi chiedevo se qualcuno di voi ha seguito dei corsi di approfondimento in materia per poter eseguire dei calcoli strutturali di piccola entità (principalmente interventi su strutture esistenti etc, fondazioni per illuminazione, scale etc). dopo 20 anni è necessario ricominciare da capo.
qualcuno ha qualche dritta di corsi privati o specialistici in merito all'argomento che di per se è vastissimo?
Ily :
Io ho cominciato a fare consulenze strutturali (non calcoli, ma analisi di dissesti, monitoraggi e valutazioni sismiche preliminari) dopo aver fatto un master di II livello in miglioramento sismico e consolidamento del costruito storico e monumentale. Il problema dei calcoli che è ho finito il master nel 2017 e nel 2018 sono cambiate le norme tecniche, e i software di calcolo costano tantissimo. Però quello delle analisi dei dissesti è un campo molto promettente :-)
nikosky :
Ciao Ily, si in verità mi servirebbe anche per fare piccole cose come valutazioni sismiche per pratiche di condono, piccoli collaudi etc.
Non intendo mettermi a fare assolutamente cose che non potrei gestire. Ho visto anche io i costi dei sw e devo dire che sono esageratamente cari.
il master è molto impegnativo in termini di ore ma ce ne sono di interessanti davvero.
Ily :
Un architetto che vuole dedicarsi alle strutture va SEMPRE aiutato e supportato! Viva gli architetti strutturisti (anche se in verità, io non voglio fare SOLO la strutturista)!

Io ho fatto questo:
https://www.unife.it/master/restauroeconsolidamento
E' organizzato dalla facoltà di architettura di Ferrara (dove ho studiato io). Sicuramente quando dice "Una partecipazione attiva e costante ai corsi e, più in generale, a tutte le attività formative del Master, assicura una piena padronanza degli strumenti e delle metodologie necessarie per una sicura comprensione delle possibilità di intervento sul costruito storico" è verissimo!
Si, è impegnativo ma ti garantisco che è d'eccellenza... per dire, grazie alla competenza acquisita ho anche cominciato a tenere anche seminari di aggiornamento professionale per architetti, ingegneri e geometri (si, ho fatto lezione sui metodi di consolidamento premoderni anche a ingegneri civili!) - anche finanziati con soldi pubblici - sulla sicurezza statica e sismica degli edifici storici, ho svolto alcune analisi per il Sismabonus (più monitoraggi vari e valutazioni statiche preliminari) oltre a fornire un valido supporto specialistico allo strutturista della committenza nei progetti di restauro a cui collaboro :-)
Ti lascio il link al mio progetto d'esame, se ti va di buttarci un occhio: https://ilcapochiave.it/la-chiesa-di-san-biagio-a-cerbara-in-citta-d…
Intanto, se vuoi ti posso dare qualche "consiglio di lettura" per acquisire un po' di esperienza da autodidatta (in pratica ti fornisco l'elenco dei libri su cui ho studiato io).

Se però desideri occuparti soprattutto di c.a. non posso esserti utile, nel senso che non me ne occupo.
nikosky :
grazie Ily, senza dubbio vedrò i due link.
;)
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.