esame di stato milano

messaggio inserito venerdì 15 maggio 2009 da R2ea

[post n° 197660]

esame di stato milano

ciao a tutti, volevo avere qualche informazione sull'esame di stato a milano, vedo che molti di voi lo sconsigliano volevo sapere il motivo.
ho scaricato i materiali delle sessioni precedenti e li ritengo fattibili ma poi leggo molti post di gente che dice meglio genova di milano, però consultando i materiali d'esame di genova li ho trovti un po più complicati, poichè riferiti al territorio ligure.
cosa mi consigliate?avete idea di chi sarà il presidente della commissione?
grazie
:
ciao
anche io dovrò farlo a milano

facendo un riassunto dei post che ho visto qui in queste settimane, posso riassummerti che:

1 - viene sconsigliato milano perchè molti pensano che sia impossibile, però mi chiedo: e allora quelli che sono passati sono tutti cugini di superman???
2 - si consiglia invece di andare comunque e sempre nella sede più vicina a te, invece che in altre + lontano.
3 - dipende anche dove ti sei laureato/a, perchè magari hai fatto pratica su una determinata normativa/territorio.

per quanto riguarda la commissione ho letto che si sa pochi giorni prima...
:
si pensavo giusto la stessa cosa, conosco diverse persone che l'hanno passato con tranquillità, però credo che influisca molto anche il presidente della commissione, alcuni sono più calmi e cercano di agevolarti mentre altri so che sono più ostili. io ho studiato al politecnico quindi pensavo di farlo li sperando di avere delle domande sull'ambito milanese. tu su quali libri ti stai preparando?
per caso sai dopo si possono trovare i testi di esame degli scorsi anni?ho visto sul sito del poli che ce ne sono alcuni ma recenti, io vorrei vedere anche quelli degli anni primi, sai se è possibile?grazie mille e buono studio!
:
ho fatto l'esame alla sessione precedente, passato lo scritto e poi sono stato bocciato all'orale per una domanda stupida alla quale ho risposto come mi pareva: "Per quale motivo vuole iscriversi all'ordine?" secondo voi?
:
no scusa, cosa cosa cosa???
:
veramente??ma alla sessione precedente era oliva il presidente giusto?caspita che giramento peròe ssere bocciati per una cosa cosi!mi spiace..adesso lo riprovi alla sessione del 23?su cosa vi state preparando?io ho un po d'ansia per la parte pratica
:
...ho notato...
:
?
:
...che hai ansia per l'esame pratico...
:
ah ok non avevo capito.
:
ciao ragazzi, anche io farò l'esame a milano...anche se n so se avete notato i miei post ... la mia preoccupazione è la data degli orali..ma per altri motivi...anche se visto RITZ...se devo perdere un lavoro a melbourne per essere bocciata per una domanda stupida cm qll... è assurdo!!! il poli si riconferma il primo posto per aver selezionato gente che si credo DIO IN TERRA!!!...cmq polemiche a parte..voi come vi state preparando?libri?norme?cosa si può portare?????solo il manuale o anche altro..so che la scorsa sessione han permesso di tenere TUTTO!!! è stato solo un miracolo temporaneo???tnk guys
:
ecco appunro, lasciando le polemiche da parte, ho parlato un paio di giorni fa con una ragazza che l'ha fatto e passato al primo colpo a novembre 08; il tema del progetto architettonico era una residenza studenti da 8000mq, quindi penso che il "permesso" sia stato dato dal particolare tema.

:
mmm...capisco...mah..una mia amica che l'ha fatto anche lei a novembre...(e n l'ha passato)..mi ha consigliato di portarmi il più possibile sia per la prima che (soprattutto) per la seconda prova, visto che lei convinta che n si potesse portar nulla..aveva davvero poco poco...
boh...credo che andrò ad informarmi meglio in segreteria...magari mi danno delle delucidazioni...vi terrò al corrente..
see youuu
:
Perchè molti sconsigliano la sede di Milano? Mi presento. Mi chiamo Pier Paolo. Sono io ad aver inviato i temi d'esame della sessione 2006. Il tema d'esame di Milano, mi riferisco a quello progettuale, non è facile da superare perchè molto spesso viene dato un luogo ben specifico dove inserire la propria proposta progettuale. In altre sedi viene dato semplicemente un rettangolo con le dimensioni. Nel 2006 mi è capitato come tema il completamento di una cascina ad est di Milano. Bene, tutto il materiale è stato fornito (piante dei piani terra, prospetti e sezioni ben deettagliate) ma ad una scala di rappresentazione diversa da quella richiesta. Inoltre erano presenti numerosi errori nel tema a cominciare dall'ASSENZA DELL'ORIENTAMENTO. Insomma, errori gravissimi che hanno portato molti laureati ad alzarsi dal tavolo. Alla fine l'esame l'ho superato grazie alla determinazione nel scrivere la lettera di segnalazione degli errori alla commissione.....ignaro dell'esito positivo della prova. L'esame a Milano lo si può passare ma ci vuole tanta determinazione perchè solo il 30% passa lo scritto e il 5% viene bocciato all'orale. E' da sempre cosi. Tradotto in numeri: su 1000 persone solo 300 passano l'esame di Stato. Questo non succede nelle altre sedi. ecco perchè tutti scappano da Milano. Ripeto, tutto sta nella determinazione, nel voler sfondare una porta
:
scusami pierpaolo, premesso che sono d'accordissimo con quello che hai scritto,...ma pensi che da parte di chi..a prescindere dal vociferare sugli esami di stato di milano , ci prova e va a fare l'esame non ci sia determinazione???non vorrei fossi uno di quelli che reputano i laureati del nuovo ordinamento architetti senza p..le!!
credimi la determinazione c'è...ma a prescindere da qsta..cm dici tu.."solo il 30% passa lo scritto e il 5% viene bocciato all'orale. E' da sempre cosi."...e allora dico io: l'altro 70% ???pensi che abbia rinunciato già alla seconda ora? pensi che sia una schiappa?..posso capire un 50-50..ma il 70%!!!!...e poi...visto che sono in vena di polemiche...non escluderei il fatto che QUEL 30 % sia lo stesso 30% che passava gli esami con un 30 regalato!!!..e chiudo qui che è meglio!
:
gls non ti arrabbiare. Io ho snocciolato dei dati. A Milano la percentuale di promossi è più bassa rispetto a tutte le altre sedi. Ecco perchè ci vuole molta più determinazione. Chi non passa l'esame di Stato non è una schiappa perchè l'esame di Stato non è l'esame fondamentale della propria vita professionale come un illustre architetto ha scritto nel libro di preparazione all'esame di Stato.
:
@ gds: per quanto riguarda la determinazione, io ho avuto occasione di parlare con qualcuno che l'ha fatto "solo per vedere com'era"... tradotto: determinazione poca...
io non nego che ci voglia tanta, ma tanta determinazione per passarlo, e che ci sia tantissima gente che ne sia dotata (perfortuna), ma che non tutti vanno a fare l'esame di stato con questo spirito.

ad ogni modo ringrazio pierpaolo che è il primo, su questo post e altri, che vedo parlare della sua esperienza per Milano, e che ci ha dato alcuni ottimi consigli per noi "novellini"...

:
ciao Davide
ti ringrazio per l'apprezzamento. Non mi piacciono le polemiche. Io molto spesso sento dire: io lo provo l'esame di Stato. Un esame di Stato non va provato !!! Va sostenuto con una buona preparazione. Esercitandosi sui temi delle sessioni precedenti e calcolando il tempo. I temi degli esami di Stato sono tutte diversi perchè legati al tipo di università dove viene sostenuto. Io ho studiato a Milano e l'esame di Stato l'ho fatto a Milano, L'ho passato al primo colpo. Non ho mai pensato di scappare nel meridione perchè credo che lo si possa passare tranquillamente anche a Milano. Basta una buona preparazione e tanta determinazione. Davide non considerarti novellino. Il tema dell'esame di Stato purtroppo viene preparato all'ultimo minuto oserei dire. Ecco perchè spesso presenta errori e lacune che danno luogo a diverse possibili interpretazioni. Bisogna essere preparati anche a queste eventualità. Non bisogna alzarsi, come ho visto fare nella mia sessione, quando si presenta un minimo dubbio. Bisogna rimanere col culo attaccato alla sedia, sfruttare tutto il tempo a disposizione e non lasciarsi prendere dal panico. In fondo è una prova di progettazione e di prove di progettazione ne abbiamo fatte tante nei corsi di progettazione architettonica. Non bisogna mettersi nell'ottica di fare una grande architettura. Una buona idea non sviluppata porta alla bocciatura. Una pessima idea - da condominio di periferia - sviluppata nella sua interezza (rispondendo esattamente a quanto richiesto dal tema) PORTA ALLA PROMOZIONE.
:
wow non mi aspettavo cosi tante risposte, grazie a tutti!
io devo fare l'esame da pianificatore, qualcunosa consigliarmi qlcosa per la parte pratica?
:
Ciao scusate la domanda ma se per caso non si passa l'esame di stato, e lo si riprova nella stessa sede, bisogna ripagare i 200 euro o solo la tassa da 49 euro?
grazie
:
C'è solo un modo per non pagare due volte la stessa tassa. Ti iscrivi all'esame di Stato e non ti presenti al momento dell'appello. Se dici: presente il giorno dell'appello e poi lasci l'aula perchè non te la senti, la volta successiva paghi nuovamente tutto il pacchetto, cioè 300 e passa euro
:
Io misono laureata a Milano, ma poi l'esame di Stato l'ho fatto a Genova. oltre alla determinazione, allo studio.... nel mio caso è stato utilissima la pratica negli studi! Alcune mie compegne di università.. bravissime, passate con un voto di laurea con lode... a milano... ed in alcuni casi anche e genova..non sono riuscite a passarlo! perciò... sicuramente la pratica nn guasta...ma attezione... anche la fortuna aiuta moooltooo!!!
:
le voci di corridoio non stavoltanon erano giuste..grazie mille lo stesso..
:
l'esame di Stato lo si passa non tanto con lo studio matto e disperatissimo. Basta una buona pratica di progettazione come quella fatta nei corsi di laboratorio di progettazione architettonica o ancora meglio quella fatta negli studi professionali dove a sfondo di tutto il processo di progettazione CI SONO LE NORME. Tali norme vanno segnate con rimandi nelle stessse tavole dove si sviluppa il tema. Credo anche io che vi voglia tanta fortuna per passarlo, se non altro per gli inevitabili IMPREVISTI che ciclicamente si presentano il giorno dell'esame di Stato.
:
l'esame di Stato lo si passa non tanto con lo studio matto e disperatissimo. Basta una buona pratica di progettazione come quella fatta nei corsi di laboratorio di progettazione architettonica o ancora meglio quella fatta negli studi professionali dove a sfondo di tutto il processo di progettazione CI SONO LE NORME. Tali norme vanno segnate con rimandi nelle stessse tavole dove si sviluppa il tema. Credo anche io che vi voglia tanta fortuna per passarlo, se non altro per gli inevitabili IMPREVISTI che ciclicamente si presentano il giorno dell'esame di Stato.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.