PREDIMENSIONAMENTO: TENSIONI AMMISSIBILI O STATI LIMITE?

messaggio inserito mercoledì 21 settembre 2016 da Archimum

Archimum : [post n° 386795]

PREDIMENSIONAMENTO: TENSIONI AMMISSIBILI O STATI LIMITE?

Ciao a tutti,
dato che la normativa ha oramai da anni introdotto il calcolo con gli stati limite mentre, sia l'ultima edizione del Ceccarelli, sia i corsi di preparazione a Roma, parlano ancora di tensioni ammissibili, qualcuno mi sa dire cosa bisogna fare (e come bisogna prepararsi) per il predimensionamento???
Grazie!
outis :
premetto che non sono un genio dell'Ingegneria ne dell Architettura.
Io non credo vi sia il tempo materiale per fare un dimensionamento con le t.a.
tralaltro le ntc del 2008 prevedono l uso dell s.l. in fase di predimensionamento in caso di strutture semplici in zona poco sismica etc.
Tralaltro finché si parla di predimensionamento non capisco molto la differenza.
Di sicuro anche se faccio un dimensionamento di massima non mi metto a fare le combinazioni d carico slu. sle, etc. ci starei 35 anni. Non metti nemmeno vento sisma etc. è già tanto se considero anche la copertura.
io dalle tavole dei vari manuali per esami di stato che vedo non mi pare di vedere delle cose fatte perfette. più che altro hanno la capacità di vendere il niente. e disegnare a mano come nel 1984.
Archimum :
Pongo nuovamente la domanda: come vi siete regolati per la seconda prova?
Archimum :
outis grazie della risposta, leggo solo ora. E' vero quel che dici, non c'è il tempo e non si capisce cosa sia fare un dimensionamento di massima...per questo, data la confusione, volevo capire da chi ha già fatto l'esame come si è regolato...
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.