temi di Palremo della scorsa sessione

messaggio inserito mercoledì 8 giugno 2005 da ele

ele : [post n° 52633]

temi di Palremo della scorsa sessione

PALERMO -SESSIONE II 2004-


TEMA 1

Progettare un edificio per civile abitazione, in un lotto edificabile prospiciente la piazza principale di una grande città. Il lotto, che risulta dalla demolizione di un vecchio fabbricato di ml 24 di altezza, ha sagoma planimetrica rettangolare, e si trova compreso tra due edifici. Il lotto si affaccia sulla piazza con un lato di ml 7,50 che guarda a N.N.O. Sul fronte opposto alla piazza il lotto si affaccia su uno slargo tra gli edifici, prevalentemente utilizzato a parcheggio. Il lotto ha una profondità di ml 14,70. Dei due edifici che fiancheggiano il lotto, quello posto a destra guardando dalla piazza ha uno spessore di ml 12,90 ed è alto ml 28,00 per complessive nove elevazioni. Un portico di ml 3,70 di altezza e ml 2,40 di profondità corre sul fronte da tale edificio, e si conclude contro un muro di tamponamento a confine col lotto edificabile. Il fronte dell’edificio è completamente vetrato. L’altro edificio, più antico e col fronte rivestito di lastre lapidee, è posto a sinistra del lotto guardando dalla piazza, ha pianta rettangolare ed è alto ml 24,00, per complessive sei elevazioni. Esso è disposto con un fronte di ml 14,00 sulla piazza, e si sviluppa per ml 60,00 lungo una via afferente alla piazza medesima. La sagoma planimetrica di quest’ultimo edificio presenta due rientranze, entrambe di ml 3,50 x 3,50, poste sul lato lungo di esso, contiguo al lotto edificando. La prima comincia a ml 5,60 dal fronte sulla piazza, la seconda a ml 14,70 dal medesimo fronte. Lungo i tre fronti interni di tali rientranze si affacciano alcune finestre dell’edificio, poste a varie quote. Un marciapiedi largo ml 5,00 corre lungo il fronte della edificazione sulla piazza, segnato da un filare di ficus alti ml 4,50 circa, posti alla distanza di ml 8,00 l’uno dall’altro, e a ml 1,50 dal bordo del marciapiedi. Il primo ficus è posto esattamente a ml 4,00 dall’incrocio dell’asse del filare con l’asse del lotto edificabile.
Nel luogo così descritto, nel lotto disponibile, progettare un edificio a destinazione mista: commerciale al piano terreno ed alla successiva elevazione, per uffici alla terza elevazione, residenziale alle elevazioni successive, che saranno destinate esclusivamente ad abitazioni d’affitto per persone single.
Il progetto dovrà prevedere un passaggio pedonale al piano terreno, che metta in comunicazione la piazza con lo slargo sul retro.

N.B. Lo slargo posteriore si trova da una quota superiore a quella della piazza, con un dislivello di ml +0,60 misurato dalla quota del marciapiedi della piazza.

Requisiti di progetto:
Altezza massima: ml 24,00, misurata dalla quota di calpestio del marciapiedi, della piazza, più eventuali volumi tecnici in copertura,
Volumetria: eguale a quella dell’edificio demolito, decurtata di una quota afferente all’invaso del passaggio pedonale richiesto,
Visitabilità: tutte le unità, commerciali, per uffici, residenziali, devono poter essere raggiunte da persone disabili,
Scantinati: non consentiti,
Copertura: piana.

Elaborati richiesti:
Planimetria di progetto in scala 1:500
Piante, prospetti, e almeno una sezione trasversale in scala 1:100
Una sezione trasversale in scala 1:50



TEMA 2

In un lotto situato in una zona di completamento di una media città della Sicilia, progettare una piccola moschea, per una capienza di 120-150 fedeli. Il lotto di progetto ha sagoma rettangolare di ml 50 x 80, e il lato lungo è disposto lungo una via che corre rettilinea e in piano, in direzione S.E.. Lungo gli altri tre lati il lotto è circondato da un edilizia continua, dell’altezza costante di ml 7,00, impostata sul filo del lotto stesso, realizzata con murature di conci di tufo a vista con interposta malta, e senza alcuna apertura che si affacci sul lotto. Il corpo della sala di preghiera non potrà superare l’altezza massima di ml 16,50, a eccezione - eventualmente- di una o più cupole. Per ragioni economiche, si dovrà fare a meno del minareto. La sala di preghiera dovrà essere preceduta da un cortile porticato, accessibile dall’esterno, e dovrà essere dotata di un ambito per le abluzioni, disposto eventualmente anche all’aperto. Data la dimensione modesta dell’intervento, non è prevista la dotazione di una scuola cranica.
All’esterno del cortile e della sala di preghiera, a costituire una unità funzionalmente separata, dovranno essere previsti un ufficio, con sala d’attesa per almeno 12 persone, e una minima dotazione di servizi igienici, distinti e separati per sesso. Al contorno della costruzione, lo spazio non edificato del lotto dovrà essere trattato a giardino, con una quota di parcheggio per 50 automobili.

Parametri da rispettare:
Indice della densità fondiaria: 1,5 mc/mq
Rapporto di copertura: 0,16
Altezza massima della sala di preghiera: ml 16,50, quale quota di spiccato di eventuali cupole o volte.
Altezza massima degli altri corpi di fabbrica: ml 4,50 alla gronda.
Coperture: piane, a volta o a cupola, o a falde con pendenza non superiore al 35%

N.B. l’ambiente coperto del portico costituisce volumetria, misurata secondo la sagoma della sezione

Elaborati richiesti:
Planimetria generale di progetto, in scala 1.500
Piante, prospetti e almeno una sezione in scala 1:200
Sezione della sala di preghiera in scala 1:100
Dettaglio del mirhab in scala 1:20


TEMA 3

Progettare una chiesa non parrocchiale del culto cristiano cattolico, per una capienza di 120-150 fedeli. Essa deve sorgere in un lotto pianeggiante di forma quadrata con lato di 65 ml, disposto in asse a una via in discesa, larga 6 ml, fiancheggiata su entrambi i lati da filari di cipressi. La via in discesa incrocia una seconda via pianeggiante, larga 11 ml, la quale costituisce confine al lotto per tutta la lunghezza di questo, e procede oltre senza interruzioni in entrambi i sensi, secondo una direzione che forma un angolo di circa 11° con la direzione N.S. e lascia il Nord sul lato della via a confine col lotto disponibile. Sui rimanenti tre lati il lotto confina con un giardino pubblico.

Il progetto dovrà comprendere:
- l’aula dell’assemblea, con i suoi luoghi eminenti e con la rappresentazione degli elementi di arredo fisso;
- lo spazio per l’adorazione eucaristica;
- l’area penitenziale
- la sacrestia, più un ufficio di 9,00 mq di superficie utile netta, dotato di servizio igienico;
- un deposito di 6 mq;
- il sagrato, e le altre sistemazioni degli spazi aperti interni al lotto, comprese le aree a parcheggio per 50 automobli.


Requisiti:
Altezza e volumetria sono libere

Elaborati richiesti:
Planimetria generale di progetto in scala 1:500
Pianta, prospetti e due sezioni in scala 1:100
Pianta, fronti e sezione dell’altare e del ciborio in scala 1:10
Schizzo di prospettiva lungo l’asse della via in discesa
antonella :
grande ele!
barbara :
Mi associo, grande ele!
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.