cina-abilitazione

messaggio inserito venerdì 24 giugno 2005 da ema

ema : [post n° 54279]

cina-abilitazione

Ciao a tutti. Attualmente stò facendo il servizio militare. Poi andrò un periodo in Inghilterra per l'inglese. Poi mollo tutto. Vado in Cina. Maggiori informazioni prendo e più mi convinco che per i neolaureati italiani, tranne x i figli di baroni, l'Italia possa offrire poco. Qlc giorno or sono con una bella trasmissione tv su rai tre, W la ricerca, ho scoperto che 12.000 laureati italiani ogni anno, emigrano in USA.

Bene, io vado in Cina. Sulla Repubblica stanno facendo dei bei articoli. Uno studio, progetta, costruisce, arreda un grattacielo di 35 piani in 12 mesi. Il governo cinese, ad una impresa di mobili italiana, ha chiesto quanti mq gli servissero per il nuovo capannone. Bene, il governo assicurava in 90 giorni il cappannone. Altro che tangenziale di Mestre e le opere pubbliche italiane.

Renzo Piano, oggi sulla Repubblica, dichiara di mollare il progetto di Genova per il Waterfront, causa inefficenza politica.......indicativo..

Partenza per Inghilterra Ottobre 2005, per la Cina, entro ottobre 2006. Se qlc, ha dei consigli, ha la stessa intenzione, si trova lì, ho che altro......la mia mail è email. (oggetto: cina-......)

Un informazione, l'abilitazione professionale è neccessaria in Italia e credo anche nell'unione europea. qualcuno mi sa dire per il resto del mondo? Cmq nn credo che in Cina si pongano questi problemi.
barbara :
Non sono proprio neolaureata e, lo ammetto, ci ho messo qualche anno ad arrivare alle stesse conclusioni a cui sei arrivato tu. Adesso però sono disposta a partire anch'io dopo tutte quelle che ho visto e sentito. E' l'Italia il vero terzo mondo, anche quarto......................
Franesco :
L'ho pensato anche io, anche se mi laureo tra breve in ing. edile. Ma tu lavorerai come libero profess. o in qualche impresa italiana?
anto :
ciao ema...
hai perfettamente ragione in cio' che scrivi, anche io la penso come te...
sono stufa della precarietà che si trova qua in italia, soprattutto al sud, dove la situazione nn è molto fiorente...
anche io come te, ho serie intenzioni di andare all'estero a lavorare, anche se cmq credo nn sarà facile ....
quando partirai per la cina??
un saluto
giuipi :
il servizio trasmesso su rai 3 ha sconvolto un pò tutti, vedo.
in bocca al lupo emanuele!
invidio il tuo coraggio.
antonio :
è comodo credere in numeri che forse non esistono...raitre è a dir poco oggettiva...e sarebbe come credere in una cartomante!!!
aaa :
l'italiano...architetti... l'italiano!!!!
PS.: Poi fino ad ora con il buon governo di destra altro che cartomante, visto che siamo finiti in recessione....Lasciamo che ci illumini Fede Emilio col suo TGsatirico
D :
ciao, io lavoro in inghilterra gia da un anno e in italia ci torno solo per le vacanze - pagate appunto (come la malattia, la macchina dello studio e una paga decente...), anche se ho appena provato l'esame di stato per la prima volta.
attento pero: preparati bene - come cercare il lavoro, visti ecc, e come registrarti perche ovviamente esiste dapertutto e non e' detto che guardino molto bene la abilitazione italiana (anche se necessaria come presupposto base).

buona fortuna!
etta :
caro antonio, "forse" sono numeri che non esistono ma la realtà dei fatti siamo noi, con le nostre singole situazioni!Che ne dici lanciamo un sondaggio, vediamo quanti di noi si sentono soddisfatti di ciò che hanno ottenuto dopo la laurea, se si sentono relmente desiderati in questo mondo del lavoro, se si sentono appagati come crescita personale se si sentono sicuri per il futuro; oppure se ne anno le palle piene di fare anni di pratica soottopagati senza nessuna prospettiva economica ne di relizzazione professionale???
Giordano :
Ragazzi, io sto aspettando i risultati degli scritti dell'esame di stato sostenuto a napoli...in caso riuscissi a prendere questa benedetta abilitazione x farmi spillare altri soldi dalle tasche (dei miei genitori) vorrei trasferirmi a new york x lavorare li'.
Non so dove, come e quando, ho molte incertezze... Se qlcn ha le stesse mie intenzioni si faccia vivo, l'unione fa la forza.. Ho fifa di partire da solo allo sbaraglio!!!! :(
Se nessuno si fa vivo parto lo stesso......
Vi lascio la mia mail, non si sa mai....
email
vero32 :
invece di andare all'estero perche non si fa qualcosa qua? alrimenti se andiamo via noi giovani che dovremmo essere la classe dirigente, cosa resterra in questo paese ? marocchini, anzioni ,
ema :
Mhhh...un bel vespaio. Interessante. Parto, questo sicuro. Prima l'inglese e poi si vedrà. Personalmente, nn ho piacere a combattere contro i mulini a vento, quindi preferisco andarmene. Nn so se il dato dei 12000 laureati fuggitivi sia esatto, ma credo che cmq sia nn troppo errato.
In bocca al lupo a tutti. La mia mail l'avete, chi vuole....bye bye
barbara :
Cosa resterà in Italia? esattamente quello che l'Italia vuole e/o si merita!!!!
In bocca al lupo a tutti!!
davide :
non so ancora dove e come rispolverare l'inglese ma la cina è un obiettivo anche mio. leggiti "il secolo cinese" di rampini, mondadori. è a dir poco sconvolgente. quando partiresti?
email
ANTONIO :
State facendo una bellissima discussione che interessa a tutti gli architetti italiani non soddisfati in italia,perchè ce ne sono anche quelli che stanno bene dove lavorano e non vogliono immigrare,io sono uno di quelli che mi piacerebbe lavorare all'estero per tanti motivi d uno di quelli è economico.cmq mi sapete dare degli indirizzi dove posso trovare offerte di lavoro all'estero e sopratutto in cina? come si dice in cinese" NIHAO"="CIAO" e continuate cosi...
ema :
Bene bene, un bellissimo vespaio, come ho gia detto. Parto ad Ottobre e anche questo l'ho gia detto. Per il corso d'Inglese, probabilmente parto con l'Associazione Obbiettivo Lingua di Mirano -Ve-. Se qualcuno sa qlc di questa associazione, o l'ha già provata, please, mi faccia sapere. Grazie
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.