giusta retribuzione

messaggio inserito martedì 24 febbraio 2004 da ila

ila : [post n° 16410]

giusta retribuzione

Ciao, sono laureta in architettura da pochi mesi e sono alla mia prima esperienza lavorativa, vorrei sapere quale può essere la giusta retribuzione, e con che modalità...visto che i cococo non ci sono più.....
delli :
se riesci a farti pagare alla prima esperienza più delle spese minime sei fortunata

saluti
Dario :
Il titolo già dice tutto. Ovviamente da parte loro non ci sarà mai un riscontro reale sul tuo operato. L'unica possibilità che hai di farti pagare per quanto "realmente" vali è diventare necessaria per lo Studio. Io ho fatto così. Mi sono laureato da meno di un anno, e non sono ancora abilitato. Il risultato? Vitto, alloggio e macchina... e 1100 euro. Mi sembra un buon inizio, o no?
Robain :
Io son qui che lotto per 400Eu. al mese in nero..
Macchina, vitto alloggio e telefonino ce li metto io.
Cercherò di seguire il tuo consiglio, capire quanto lo studio abbia bisogno di me.
ciao
ila :
Come puoi valutarti senza avere avuto delle esperienze lavorative vere...
quali sono le valutazioni che devo fare?????
Fede :
Dario ha ragione... io ne prendo mille di euro e sono laureata da luglio, senza abilitazione. Prima di capitare nello studio in cui lavoro ho fatto uno stage presso uno studio di milano, zero retribuzione, che mi ha permesso di capire quali fossero le mie potenzialità e tirarle fuori. L'importante è cercare di dare il meglio di sè in qualsiasi cosa che si fà..
Dario Innocenzo :
Ciao ILA... sei a/di Milano? Ecco, questo è il mcm per un inizio incoraggiante. Io sono siciliano, laureato a Reggio Calabria e con nessuna esperienza di cantiere. Adesso sono a Mi, mi occupo di PE e tra non molto andrò a seguire dei cantieri. Quello che voglio dire è che sicuramente Mi offre opportunità che altre città non danno.
Prima di laurearmi lavoravo in uno studio in Calabria (dove studiavo) e venivo retribuito con poco più di 500Eu.
Anche in quello studio ho cercato di rendermi indispensabile e sopratutto ho cercato che gli altri capissero il valore delle mie possibilità. Una volta laureato ho fatto un passo avanti. Andare a Mi. Ho inviato curriculum che più non potevo. Ho trovato il furbetto che cercava di assumermi facendo un periodo di prova di 4 mesi (gratis) per poi decidere (era siciliano). La mia risposta? Ci penserò... sta ancora aspettando! Ho continuato a cercare fin quando ho trovato questo studio. Ho messo subito in chiaro la mia professionalità. L'importante è non svendersi mai. Un altro consiglio? Non dire mai “che non sai farlo”!
Ciao e in bocca al lupo.
ila :
grazie a tutti... per la vostra risposta!
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.