parere su una perizia

messaggio inserito venerdì 25 luglio 2008 da toni

toni : [post n° 169530]

parere su una perizia

scusate ho bisogno di un parere tecnico su una perizia del valore dell'immobile che sto per comprare.
Il punto e' questo:
Il perito della banca che dovrebbe erogarmi il mutuo ha valutato l'appartamento ad un prezzo inferiore a quello che in realta' mi e' costato considerando tutte le spese che ho gia' sostenuto..(alcune non dimostrabili ma visibili ad occhio nudo), la mia domanda è questa ...posso farlo valutare da qualche altro perito a mie spese o sarebbe inutile ai fini dell'eregazione del mutuo? (non vorrei essere costretto a cambiare istituto barcario perche' trattasi di accollo)
chiara :
ma la valutazione del perito, anche se un po' severa, è sufficiente a farti avere quanto ti occorre? Se si non mi porrei nemmeno il problema.
Considera che il perito di una banca deve esprimere un Valore PRUDENZIALE. Inoltre le banche che hanno un elenco di periti solitamente non accettano perizie redatte da altri professionisti.
mimì :
mi dispiace, la banca considera solo la perizia del suo perito, potresti parlare con il direttore della banca e sentire se fosse possibile mediare quella valutazione.
toni :
il problema è che la banca puo' erogare solo l'80% del valore dell'immobile...perchiò se questo è stato addirttura sottostimato, non riesco ad ottenete l'importo necessario...tutto perchè la banca ha fatto decurtare un 15% del valore di mercato per avere più margine di sicurezza! Ma vi sembra una cosa Corretta?
chiara :
Premettendo che ogni caso è a sè, non è la banca che decurta bensì il perito che valuta. So bene che la banca riconosce, salvo casi rari e con condizioni particolari, solo l'80% del valore che il perito attribuisce ma purtroppo a volte non è possibile convalidare il valore della transazione perchè i valori di mercato risultano eccessivamente alti Difficile esprimere un parere non avendo dati precisi ma talvolta se le cifre sono contenute e se ci sono elementi a favore (come le migliorie di cui tu parli ma sarebbe bene documentarle) un arrotondamento si fa...
toni :
grazie per le precisazioni , resta il fatto che sono convinto che quel 15% decurtato dal perito sia solo a favore della banca per cui alla fine è sempre lei che decide, infatti il lavoro dei periti (guarda caso nominati della Banca) è pura formalità e non un perizia professionale a cui attribuire la considerazione che meriterebbe.
chiara :
Scusa ma ti sbagli di grosso, almeno per quanto mi riguarda le mie perizie non sono affatto una formalità anzi, esattamente il contrario!
Ti dico inoltre (ho la sensazione che tu ti sia rivolto alla banca per cui lavoro) che spesso il nostro lavoro è soggetto a controllo per verificarne congruità e regolarità.
Hai ragione su una cosa: le perizie non ricevono la considerazione che meriterebbero, da nessun punto di vista!
toni :
mi dispiace che te la sia presa sul personale , ma il mio non era un attacco ai periti, anzi credo solo che meritereste piu' considerazione niente di più, infondo anche io sono stato penalizzato da questa mancanza di rispetto verso la vostra professione...nessuno mette in discussione la vostra serietà nello svolgere il mastiere...ma solo per curiosita' per quale banca lavoreresti? sempre se non è un problema farlo sapere.
chiara :
Ti garantisco che capita MOLTO spesso di sentirsi dire che la perizia è una formalità ed è decisamente fastidioso...considera che il perito la timbra e firma e se ne assume la responsabilità.
Cque, a volte, si può parlare con il direttore e trovare una mediazione...
Quale banca? Se mi lasci una mail te lo posso dire.
kitto :
vorrei provare a capire meglio la situazione, ma sono completamente "a digiuno" di certe problematiche:
1. quando si chiede un mutuo c'è sempre una perizia dell'immobile?
2. se l'immobile è valutato 100.000 euro mi danno 80.000 sempre?
3. nel caso di toni, ha pagato l'immobile 100.000, ma il perito l'ha valutata 85.000 (-15% valore prudenziale) di conseguenza la banca gliene offre 68.000 (80%)?
grazie per la pazienza :)
chiara :
Ciao, premettendo sempre che non tutte le banche hanno le stesse modalità operative posso dirti che per quanto riguarda quella per cui lavoro io:
1. In genere si ma per cifre relativamente basse ci sono altre forme di finanziamento (prestiti) che non prevedono perizia;
2. Se rientri nella tipologia di mutuo 80 si, altrimenti c'è l'opportunità del Domus 100% ma considera che ogni situazione va valutata a sè e comunque devono sussistere determinati parametri tipo:
- l'età alla richiesta non è inf ai 18 anni ed alla scadenza non sup ai 75,
- la finalità dell'acquisto è la prima casa di civile abitazione,
- l'immobile oggetto dell'acquisto rientra nelle categorie catastali A1,2,3,4,5,7 + C6 se garage pertinenziale;
- importo minimo 30.000 - max 300.000
3. Purtroppo per Toni si...

Prego, ciao
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.