Approvazione DIA

messaggio inserito giovedì 11 settembre 2008 da stich

stich : [post n° 172686]

Approvazione DIA

ciao a tutti...ho presentato un progetto di una ristrutturazione a Milano.Ho consegnato il progetto ad un distaccamento del catasto generale, ottenendo un num di protocollo. Il problema è che al protocollo generale la pratica è arrivata dopo un mese..ora m pongo due domande:
1-fa fede il num di protocollo ottenuto dal distaccamento per far partire l'inizio dei lavori?
2-quanto tempo deve passare per non essere più il tecnico di un committente?
grazie di cuore a quanti mi aiuteranno
desnip :
1- distaccamento del "catasto generale"?
2- Mica ha una scadenza l'incarico professionale... O ti dimetti o il committente ti rimuove dall'incarico.
stich :
ciao desnip...scusa era al protocollo generale.....non il catasto generale...sai darmi notizie tu?...
nikosky :
trascorrono dalla data di protocollo, il problema del tempo che ci mette ad arrivare agli uffici non è ne del cliente ne del tecnico...pensa a me hanno sospeso i lavori per un'integrazione dopo 50 gg dal deposito...per cui vai e inizia a spaccare tutto!!!!
per la seconda domanda: se avete firmato qualcosa fino alla fine del qualcosa, se non avete firmato nulla potete silurarvi a vicenda quando vi pare, certo se non hai presentato la dia per lui, altrimenti in automatico sei il DL a meno che non ne avevate scelto un altro. in tal caso raccomandata AR di sollevamento dall'incarico!!!

ciauz
sissi :
Ho avuto la stessa esparienza e i trenta giorni iniziano da quando la pratica arriva all' ufficio tecnico di competenza. Cmq se non ricordo male vi è un l'art. di riferimento nel testo unico per l'edilizia.
stich :
ciao nikosky grazie per le risposte....che dovrei fare secondo la tua esperienza?...ho commesso l'errore di mettermi anche come direttore lavori...in questo caso come dovrei comportarmi?..quando posso lasciare l'incarico? io pensavo dopo la chiusura dei lavori

grazie
stich :
ciao sissi
ti ricordi per caso di quale articolo si tratta?

grazie
nikosky :
finisci i lavori, fatturi, incassi e se vuoi con quel cliente la storia sarà finita....ma di solito non si deve arrivare ad avere una discussione con il cliente tale da portarti a dimetterti....
problemi seri portano a conclusioni drastiche, io mi dimetterei se il cliente vuole fare lavori abusivi difformi al presentato, se è un idiota, insomma se vengono meno i presupposti di una collaborazione tra un committente ed un professionista...
se va dal medico mica perchè è stato visitato rimarrà per sempre un suo cliente....
nikosky :
scusa ma non sono d'accordo io protocollo oggi e per me la data è da oggi...sono 10 anni che conto 30gg dal protocollo, e che ne so io se al comune dormono io che faccio? dormo con loro o fermo le ditte etc etc
nikosky :
scusa ma non sono d'accordo io protocollo oggi e per me la data è da oggi...sono 10 anni che conto 30gg dal protocollo, e che ne so io se al comune dormono io che faccio? dormo con loro o fermo le ditte etc etc
stich :
ciao nikosky grazie per la tua disponibilità..quando ho consegnato la pratica mi han dato un num di protocollo..però ho saputo che al protocollo generale del comune di milano la pratica è arrivata dopo quasi un mesetto...anche io pensavo che dovessero passara 30gg dalla data in cui ho protocollato la pratica ma ora nn lo so più...
chiara :
Caro Nikosky anche io ho sempre fatto come te da 10 anni a questa parte e faccio esattamente le tue stesse considerazioni ma posso dirti che ci è sempre andata bene...infatti in effetti bisognerebbe accertarsi di quando, partendo dal PG, la pratica arriva all'UT di competenza ed è da quel giorno che decorrono i 30gg.
E' follia tanto più che se, disgraziatamente, uno dovesse incautamente protocollare al consiglio di zona non può nemmeno seguire il percorso della DIA in internet.
L'anno scorso ho protocollato una DIA all'inizio di agosto al PG di Via Larga (Milano), ho scoperto che è arrivata in Via Pirelli a fine settembre, il tecnico che l'ha visionata mi ha scritto a marzo 2008 (!!!) per chiedermi conto e ragione di alcune cose...peccato che i lavori fossero già finiti!
stich :
ciao chiara..
e in quel caso che hai fatto?non hai iniziato i lavori?
chiara :
Io li avevo iniziati dopo 30 gg dalla data di protocollo e li avevo abbondantemente finiti alla data del marzo 2008...fortunatamente ho potuto smontare le contestazioni che mi sono state mosse.
Ho citato l'esempio per condividere le affermazioni di Nicosky: se dovessimo aspettare i tempi della PA non inizieremmo mai e perderemmo i clienti che, naturalmente, attribuiscono al professionista tutte le responsabilità dei disservizi.
nikosky :
ma l'art. 23 parla chiaro, comma 1 presentazione allo sportello unico, comma 3 attesa dei 30gg da quanto dichiarato nel comma 1....

che ogni mondo è paese lo si sa, ma la legge dovrebbe essere valida per tutti.

Allora l'Agenzia delle Entrate mi chiede le ritenute d'acconto e mi manda una lettera ordinaria in cui mi dice che devono trascorrere 60 gg al massimo per fornirgliele...ma 60gg da quando? da quando scrive lui? da quando ricevo io?e se non mi viene recapittata?...
insomma sarebbe opportuno prendere le dovute decisioni, se si parla di 30gg passati questi io do l'ok alla ditta, se poi sorgono problemi è il comune che manda le raccomandate e intima la sospensione dei lavori per mancanza di qualcosa....
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.