bagno

messaggio inserito martedì 17 febbraio 2009 da andreap

andreap : [post n° 188766]

bagno

sto ristrutturando un appartamento in centro storico a roma...devo creare un bagno in un ambiente unico di circa 40mq. ...devo attenermi alle normative relative ai disabili oppure in quanto ristrutturazione posso progettarlo come voglio e di qualsisasi dimensione?...posso anche fare a meno dell'antibagno?...grazie A
archi :
Devi dimostrare solo che sia adattabile per i disabili (senza futuri spostamenti di pareti) non che sia per disabili.
trilly :
????
se è un'abitazione privata nn devi progettare un bagno accessibile...ma solo far sì che sia visitabile...
ma credo sia meglio che tu ti legga la normativa a proposito xchè mi sembri un po' confuso.. l13/89 + dm 236/89
per l'antibagno...al 99% il RE prevede l'antibano obbligatorio...almeno dal bagno principale dell'abitazione..o dall'unico bagno se ce n'è solo uno.
Ily :
Dipende: se non ricordo male è ammesso non fare l'antibagno se:
1) è un monolocale
2) il bagno da su un ambiente di servizio come il vestibolo d'ingresso, il corridoio o un disimpegno comune ad altre stanze.
Comunque studiati il regolamento edilizio, li ci dovrebbe essere scritto.
andrea :
forse ho formulato la domanda in maniera troppo generica...abbiamo una superficie di 5mq da destinare a bagno...da progetto ho individuato un antibagno e un bagno piuttosto grande...il proprietario vorrebbe invece ricavarne 2 bagnetti + piccoli e un antibagno praticamente inutilizzabile(solo passaggio)...quale soluzione potrebbe essere ben accetta dall'ufficio tecnico in questione?
Fra :
usa l'antibagno per mettere il lavandino o la doccia, dovresti risparmiare spazio nel bagno propriamente detto e creeresti un filtro non a perdere
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.