acconto in contanti

messaggio inserito giovedì 19 febbraio 2009 da Campanellino

Campanellino : [post n° 188998]

acconto in contanti

Per un lavoro di web design ho ricevuto un acconto in contanti.
Intanto volevo sapere se la cosa è regolare o meno....da qualche parte avevo letto che i pagamenti in contanti erano regolari fino a 500€ (nel mio caso sarebbero 200).
Poi volevo sapere come devo fare per la fattura del saldo: va bene se metto l'importo totale, anche se poi il bonifico che mi faranno non sarà per l'intera cifra visto che 200€ me li hanno già pagati? Oppure l'importo del bonifico deve essere univocamente legato all'importo della fattura?
dina :
Ciao campanellino,
controlla bene perchè il limite di compenso in contanti dovrebbe essere dal 1°luglio 2008 di € 100.00.Forse è una cavolata ma puoi controllare la legge 248/2006 perdonami ma non sono sicura della legge non della quota minima.Per quanto riguarda il bonifico deve essere pari alla fattura emessa.
ciao
commercialista emanuela :
Ciao, tutto all'aria il discorso dei limiti sui contanti con il decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112 art.32 che annulla tutto il discorso dei tetti limite di 1000,00 prima, 500,00 e infine 100,00!!!!!! quindi va bene la cifra che hai ricevuto.
Fai subito una fattura per l'acconto e poi al saldo ne fai una per il saldo.
email
beppe :
Il comma 12 dellart.35 Legge Bersani è stato abrogato dalla L.166/2008. Ovvero dove si parlava della esigibilità in contanti. Riporto la parte del Link a cui non sono riuscito a rimandarti, e che non so per quale motivo visto che sino a poco tempo addietro era possibile.

Con l’abrogazione dei commi 12 e 12-bis dell’articolo 35 del DL 223/2006, convertito con modificazioni dalla Legge 248/2006, la nuova legge 133/2008 ha cancellato la norma che vietava ai professionisti di riscuotere il pagamento dei compensi in contanti e imponeva loro di tenere un conto corrente dedicato all'attività professionale. La norma del 2006 prevedeva l’obbligo per i professionisti di tenere uno o più conti correnti per gestire i compensi dell’attività e di utilizzare, sopra determinati importi, esclusivamente assegni, bonifici o sistemi di pagamento elettronico. Dal 1° luglio 2008 la soglia oltre la quale sarebbe stato vietato l’uso dei contanti sarebbe scesa a 100 euro.
Inoltre, è stata elevata a 12.500 euro (da 5mila euro) la soglia massima per l'utilizzo del contante e degli assegni trasferibili ed è stata soppressa la disposizione che prevedeva, per ciascuna girata, l'indicazione del codice fiscale del girante; resta invece l'imposta di 1,50 euro per ogni assegno circolare o postale rilasciato in forma libera.




Campanellino :
ok, grazie a tutti....quindi 200€ in contanti è ok.
Ma se emetto una fattura da 800€ posso ricevere 200 in contanti e 600 con bonifico? Dal post di emanuela sembrava di no, però se il pagamento in contanti è lecito...
dina :
Scusate ma forse sono rimasta molto indietro.Non c'è più una soglia minima di pagamento in contanti?
Beppe o emanuela potreste chiarirmi?
Grazie
commercialista emanuela :
certo che puoi, ma penso sia più comodo emettere fattura in cui hai un incasso (e quindi una per i 200 e una per i 600) ma puoi tranquillamente emettere una di 800 pagata 600 per bonifico e 200 per contanti.
ciao
PS per dina: non è che tu sei rimasta indietro, sono loro che ci fanno diventare matti e cambiano le cose ogni tre minuti. a giugno hanno ribaltato tutto quello che avevano stabilito ad aprile e così via all'indietro....!!!
email
beppe :
Purtroppo è come dice la ns. simpatica e preparata commercialista Emanuela. In Italia, siccome quello che fa un Governo non piace a quello che viene dopo, visto che siamo in mano di fabbicatori di altalene, chi arriva prima mette una norma chi arriva dopo ed è contro la toglie e ne mette un'altra. Bisogna camminare, con il commercialista da un lato e con l'avvocato dall'altro. Prima vogliono che ci apriamo il conto dedicato o il POS (non è il piano operativo sicurezza, ma un terminale per incassare denaro); ve lo immaginate il cliente che ti paga con la carta di credito? Poi ti dicono che non puoi pagare più di 500 euro poi scendono a 100 adesso di nuovo a 12.500, insomma è davvero un casino ed è normale che tutti noi non possiamo correre dietro alle stronzate dei nostri Governatori.
ciao
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.