help

messaggio inserito giovedì 7 maggio 2009 da gianluigi

[post n° 196909]

help

gent. colleghi avrei du quesiti da porvi,
1) dovrei fare una sanatoria di una scala in un locale che ricade in parte in zona di rispett cimiteriale, il p.r.g. è stato redatto nel 1998, dopo qualche anno è stato redatto il progetto per il cimitero (nuovo e non ampliamento dell'esistente che si trova da tutt'altra parte) e sono iniziati gli scavi, per vari problemi che non vi racconto, i lavori si sono fermati e il cimitero non si farà più. questo dirca nel 2004 ( è stato rescisso il contratto con l'impresa e i dd.ll) ora il vincolo decade o no, ripeto non si tratta di un cimitero esistente ma di uno nuovo,
2 secondo voi la costruzione di una scala esterna e di un tetto ricadono in uno dei seguenti casi :
Gli interventi di recupero del patrimonio edilizio esistente sono così definiti:

a) interventi di manutenzione ordinaria, quelli che riguardano le opere di riparazione, rinnovamento e sostituzione delle finiture degli edifici e quelle necessarie ad integrare o mantenere in efficienza gli impianti tecnologici esistenti;
b) interventi di manutenzione straordinaria, le opere e le modifiche necessarie per rinnovare e sostituire parti anche strutturali degli edifici, nonché per realizzare ed integrare i servizi igienico-sanitari e tecnologici, sempre che non alterino i volumi e le superfici delle singole unità immobiliari e non comportino modifiche delle destinazioni di uso;
c) interventi di restauro e di risanamento conservativo, quelli rivolti a conservare l'organismo edilizio e ad assicurarne la funzionalità mediante un insieme sistematico di opere che, nel rispetto degli elementi tipologici, formali e strutturali dell'organismo stesso, ne consentano destinazioni d'uso con essi compatibili. Tali interventi comprendono il consolidamento, il ripristino e il rinnovo degli elementi costitutivi dell'edificio, l'inserimento degli elementi accessori e degli impianti richiesti dalle esigenze dell'uso, l'eliminazione degli elementi estranei all'organismo edilizio;
d) interventi di ristrutturazione edilizia, quelli rivolti a trasformare gli organismi edilizi mediante un insieme sistematico di opere che possono portare ad un organismo edilizio in tutto o in parte diverso dal precedente. Tali interventi comprendono il ripristino o la sostituzione di alcuni elementi costitutivi dell'edificio, la eliminazione, la modifica e l'inserimento di nuovi elementi ed impianti;
e) interventi di ristrutturazione urbanistica, quelli rivolti a sostituire l'esistente tessuto urbanistico edilizio con altro diverso, mediante un insieme sistematico di interventi edilizi anche con la modificazione del disegno dei lotti, degli isolati e della rete stradale.


grazia mille a tutti
:
1_vincolo decade quando viene fatta variante al prg...
2_scala esterna: chiusa o aperta? nel primo caso fa volume (ma dipende dalle definizioni delle nta) nel secondo solo superficie coperta (ma, anche qui, verifica con le definizioni delle nta)
2_tetto... in che senso costruzione di un tetto? e sotto? cosa c'è? è il rifacimento di tetto esistente (allora manutenzione straordinaria) oppure vai a coprire uno spazio che prima era aperto (idem come sopr... volume o superficie coperta) quindi ampliamento volumetrico con PdiC
bye bye
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.