deroghe alle diatanza minima tra pareti finestrate

messaggio inserito martedì 9 giugno 2009 da paolo1963

paolo1963 : [post n° 199988]

deroghe alle diatanza minima tra pareti finestrate

L'amministrazione comunale vuole concedere, in una lottizzazione convenzionata, la riduzione a 4 metri lineari della distanza dei fabbricati dai confini dei lotti interni e conseguentemente la riduzione a 8 metri lineari della distanza fra loro di fabbricati con pareti finestrate. L'articolo 9 del decreto ministeriale 2 aprile 1968, n. 1444 prescrive in tutti i casi la distanza minima assoluta di 10 metri lineari tra pareti finestrate; in un successivo comma ammette distanze inferiori. G. Turco Liveri nel suo libro «Repertorio dell'edilizia e urbanistica», Maggioli Editore, tratta la disciplina dell'articolo 9 in due paragrafi diversi, intendendo che la deroga ai 10 metri lineari non sia possibile. Vorrei sapere se e in quali casi è possibile la riduzione della distanza di 10 metri prevista dalla legge.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.