info dottorato

messaggio inserito sabato 13 giugno 2009 da bevandino

bevandino : [post n° 200615]

info dottorato

Salve ragazzi...

studio ing.edile-architettura a potenza e dovrei laurearmi ad ottobre; avrei voglia di fare un'esperienza in una città del centro-nord italia, sicuramente più sensibile ai temi della sostenibilità e delle opportunità della progettazione eco-compatibile rispetto alle mie zone (Altamura - Ba-);

vi chiedo un consiglio: sarei orientato a iscrivermi, appena termino, ad un dottorato di ricerca, tra il politecnico di torino e quello di milano, sulla progettazione architettonica;

secondo voi è una strada giusta? come si fa a giudicare la bontà di una facoltà circa la ricerca?? che ne pensate circa le maggiori possibilità che un progettista può avere al centro-nord?

grazie a tutti...
davide :
caro bevandino,
secondo il mio modestissimo parere il dottorato non ti porta da nessuna parte e ti fa perdere tempo che potresti impiegare imparando la professione s e invece vuoi diventare professore è un'altra storia....
Il Politecnico di torino e quello di milano sono ottimi.... io ho frequentato il Politecnico di Milano... tieni presente che per la professione qui c'è una concorrenza spietata...siamo troppi!
Lebia :
Se intendi iscriverti al dottorato di ricerca presso il Politecnico di Milano, Facoltà di Architettura Civile, ti prego, pensaci 2 volte! Soprattutto perchè ciò che ti verrebbe insegnato non supera l'architettura degli anni '70 (e tutto ciò che è contemporaneo e appartiene al presente viene abilmente evitato in quanto non considerato architettura).
Non so dirti nulla sui Dottorati attivati alla sede di Leonardo.
Blunotte :
ciao, è molto difficile anche dopo aver terminato il dottorato di ricerca in una qualunque università riuscire ad essere assunti poi....quindi c'è il grave rischio che resti un'esperienza fine a se stessa...che toglie tempo a quello che dovrebbe essere il tuo primario obiettivo ovvero quello di formarti come professionista....e tre anni sono tanti.Valurta bene, poi ogni caso è a parte.
trilly :
perdonatemi la franchezza...casco un po' dalle nuvole...
ma mi volete dire che nel civile Nord "ci si iscrive" ai dottorati?
dalle mie parti si fa un bel bando di concorso totalmente inutile perchè i posti sono già tutti assegnati a priori.
solo a pagamento ogni tanto rimane un posto reale. ma uno. forse due.
Fra :
trilly, forse confondono dottorato con master: anche qui per il dottorato bisogna iscriversi a un bando e superare un colloquio, considerando che comunque se non si hanno già agganci col docente è molto difficile essere presi
matteo.s :
@bevandino: sembri ambizioso, non perderti in un inutile dottorato, che non porta nulla ad una carriera se non è quella accademica e forse neppure a questa.
Entra immediatamente nella professione, magari ongi tanto concediti un corso di aggiornamento di qualche giorno.

Dottorato a Milano.
I posti "assegnati" esistono, ma non per tutti i dottorati e non ricoprono tutti i posti disponibili. Si supera lo scritto, l'orale e si entra in graduatoria per i rimaneti posti.
Naturalmente bisogna avere l'appoggio del professore in maniera tale da ever voti più alti.
tia :
Dottorati in Composizione Architettonica: farsa. Posti tutti già assegnati ai simpatizzanti dei professori. Qualità dell'insegnamento: bassa. Tanta fuffa e tante teorie su progetti ormai superati campate per aria senza gran fondamento scientifico-documentario. Se ci tieni ad approfondire lo studio dall'architettura tenta un dottorato in Storia dell'Architettura, ma prima studia un paio d'anni perchè quelli che hanno una possibilità di entrare generalmente sono coloro che hanno già fatto una tesi in storia dell'architettura con qualche prof. possibilmente dell'ateneo in cui lo fai.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.